Francesca Piccinini in forma olimpica: vince la sua sesta champions e il premio mpv

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

francesca piccininiSale sul tetto d’Europa l’Italia del volley femminile guidata dalla bellissima e sexy veterana Francesca Piccinini, un’atleta che di Champions ne ha vinte ben 6, la prima nel lontano 2000, precisamente 16 anni fa, ma quella con il Casalmaggiore ha un sapore particolare per la campionessa, perché mancava da molti anni e perché rappresenta un traguardo incredibile, sia per lei che per la città che può vantare il suo primo trofeo internazionale.
Elegante e tranquilla nei movimenti Francesca Piccinini ridicolizza la difesa delle turche con una prestazione record con numeri da capogiri, ben 82% in ricezione e 46% in attacco in una finale che ha visto la VakifBank imbambolata davanti alla maestria e alla grazia dell’italiana che non ha sbagliato un colpo e che da quest’anno rappresenterà un vero e proprio spauracchio per una Turchia, che di certo non si aspettava una squadra così grandemente superiore.
francesca piccininiLa numero 12 della Pomì Casalmaggiore non riesce a nascondere le lacrime davanti al pubblico di Montichiari che ha incoraggiato la formazione italiana per l’intero incontro come se stesse giocando anch’esso assieme alle ragazza:

“È il massimo. Sono felicissima, era dal 2010 che non giocavo la Coppa Campioni, l’avevo fatto per scelta. Quest’anno ho voluto giocarla, vincerla, premio mpv. È difficile giocare una finale di Champions. Io ho avuto questa opportunità oggi, la mia società me l’ha data organizzando la finale a Montichiari. Non penso che nella mia carriera continuerò a giocare altre coppe, chissà. Intanto mi godo questa”. (Intervista riportata dal sito www.gazzetta.it).

Felice come non mai per una finale di Champions che mancava dal 2010, 6 lunghi anni durante i quali forse la schiacciatrice italiana non ha vissuto il suo periodo migliore sul rettangolo di gioco, ma che ha saputo rialzarsi in maniera esemplare, mostrando di essere pronta per quella che potrebbe essere la realizzazione suprema della propria carriera, quelle Olimpiadi di Rio che sono ormai alle porte, e che richiedono un ultimo sforzo in Giappone per accedervi.

“Tutto questo è fantastico. Oggi abbiamo dimostrato di essere 13 leonesse dalla prima all’ultima palla. Ero convinta di questo trofeo perché era una cosa che desideravo tanto”. (Intervista riportata dal sito www.gazzetta.it).

francesca piccininiIl desiderio si trasforma spesso in realtà, come è accaduto alla sensuale Francesca Piccinini, che oltre a essere una bellezza da calendario ha dimostrato di essere una donna di campo, una grandissima atleta che può ancora stupire, come ha fatto in questa manifestazione in cui ha vinto il premio mpv dell’intera Champions League, a dimostrazione di come nel campionato europeo non si sia mai tirata indietro, su nessun pallone, sia in attacco che in difesa, guidando una squadra inesperta che si era affidata a lei per poter entrare nella storia. Francesca Piccinini non ha tradito né la società né il suo pubblico, mostrando di essere capalbia e tenace.
Ora l’attenzione sarà rivolta alle qualificazioni olimpiche.

  •   
  •  
  •  
  •