Play Off SuperLega, i commenti dei protagonisti

Pubblicato il autore: Nicola Di Gregorio Segui


A meno di una settimana dalle Final Four di Cev Champions League di volley, anche i play off Superlega stanno per giungere al termine. Ieri sera sono andate in scena le due semifinali tra Civitanova – Perugia e Modena – Trentino. I risultati di Gara 2 confermano quanto accaduto tre giorni prima, con Cucine Lube Civitanova battuta in modo netto (il primo 3 a 0 stagionale) sul campo della Sir Safety Perugia, mentre DHL Modena ha espugnato per 2-3 il campo della Diatec. Il programma di Gara 3 scivola al 21 aprile, in vista degli impegni europei di Civitanova e Trentino. Le partite, che potrebbero già risultare decisive per il passaggio in finale, si giocheranno alle 20.30 sui campi di Civitanova e Modena.

I tabellini delle semifinali Play Off SuperLega UnipolSai.

Sir Safety Perugia – Cucine Lube Civitanova 3-0
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 10, Fromm, Holt n.e., De Cecco 4, Kaliberda 11, Giovi (L), Dimitrov n.e., Tzioumakas, Elia, Atanasijevic 12, Fanuli n.e., Birarelli 9. All. Kovac.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 7, Parodi (L), Juantorena 9, Vitelli 4, Stankovic 2, Priddy 8, Kovar, Christenson 3, Cester 2, Grebennikov (L), Miljkovic 6, Corvetta, Cebulj 11, Podrascanin 6. All. Blengini.
ARBITRI: La Micela (TN), Gnani (FE).
PARZIALI: 30-28, 25-20, 25-14.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

Diatec Trentino – Dhl Modena 2-3
DIATEC TRENTINO: Urnaut 12, Solé 9, Djuric 19, Kaziyski 20, Mazzone D. 8, Giannelli 6, Colaci (L); Lanza 1, Bratoev, Van de Voorde. N.e. Antonov, Mazzone T., Bratoev, De Angelis,. All. Radostin Stoytchev.
DHL: Bossi 7, Bruno 3, Ngapeth 30, Saatkamp 16, Vettori 16, Nikic 8, Rossini (L); Sartoretti, Casadei, Thiago Sens, Petric. N.e. Donadio, Soli, Sighinolfi. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Pasquali di Ascoli Piceno e Sampaolo di Treia (Macerata).
PARZIALI SET: 25-21, 17-25, 25-21, 22-25, 12-15.

Le parole dei protagonisti.
Queste le parole post partita del tecnico della Cucine Lube Banca Marche Civitanova, Gianlorenzo Blengini: “Al di là della sconfitta, non è possibile uscire così dalla gara. Abbiamo perso il primo set sul filo di lana, con qualche sbavatura di troppo, ma da lì dovevamo accettare il fatto che nei play off le partite sono lunghe e rientrare in campo con orgoglio più determinati di prima, con lucidità, seguendo le indicazioni tattiche. Tutto questo non siamo riusciti a farlo, uscendo dal match dopo il primo parziale: non possiamo permettercelo, è un aspetto che andrà trattato dal punto di vista mentale”. Un lavoro per lo più mentale quello che aspetta i ragazzi di Civitanova: “E’ stato sorprendente veder finire questo match così, i ragazzi hanno per tutto l’anno dimostrato di saper restare attaccati alle partite, lavoriamo da inizio stagione per queste gare decisive: ora l’imperativo è reagire subito, siamo una squadra costruita per grandi obiettivi, lavoreremo ancora più duramente per raggiungerli, è la volontà di tutti” ha concluso Blengini.
C’è grande delusione nelle parole di Dragan Stankovic, consapevole che adesso nel giro di una settiama si giocheranno tutta la stagione:”Una brutta sconfitta, la prima così netta in questa stagione. Perugia è un’ottima squadra, ma dopo il primo set non siamo più riusciti a giocare. Non dimentichiamo però che questa semifinale si gioca al meglio delle cinque partite, siamo sotto 2-0 ma c’è lo spazio per recuperare. Ora in una settimana ci giochiamo tutta la stagione, prima la Final Four di Champions League in Polonia, poi la Gara 3 di giovedì 21 contro Perugia: dobbiamo fare in modo che non sia assolutamente l’ultima gara casalinga dell’anno”.
Boban Kovac, coach Perugia: “Abbiamo giocato veramente bene, abbiamo giocato anche nei momenti difficili una bella pallavolo. Posso dire solo bravissimi ragazzi dal primo all’ultimo, ci siamo espressi a livelli altissimi. Noi abbiamo fatto innamorare il pubblico con il nostro impegno e penso che adesso si respiri di nuovo questa aria. Noi lavoriamo giorno dopo giorno per essere più bravi”.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

Secondo l’allenatore della Diatec Trentino Radostin Stoytchev il problema principale è stato l’atteggiamento in campo: “E’ vero che rimontare un vantaggio così importante a Modena non è mai semplice ma la serie non è finita. In vista della prossima decisiva partita dovremo sicuramente preparare qualcosa di diverso ma ci proveremo sino alla fine. Serve però un cambio di atteggiamento perché anche nel momento in cui siamo stati avanti prima 1-0 e poi 2-1 non abbiamo mai dato l’impressione di poter gestire la partita. Complimenti a Modena, in ogni caso, perché ha meritato la vittoria”.

Fonte: siti web ufficiali di Diatec Trentino, Cucine Lube Civitanova, Sir Safety Perugia.

  •   
  •  
  •  
  •