Playoff, contro Piacenza Molfetta cerca l’impresa

Pubblicato il autore: Livio Addabbo Segui

piacenza molfetta di pinto
A Verona contro Piacenza Molfetta scende in campo per scrivere la storia. La squadra di Di Pinto nel pomeriggio di oggi, 21 aprile, a Verona affronterà le semifinali dei playoff per il quinto posto. Alle 17.30 (gara che sarà trasmessa in diretta su sportube.tv) i biancorossi sfideranno Piacenza e, in caso di vittoria, domenica affronteranno la vincente dell’altra semifinale tra Verona e Latina. In palio c’è un posto nella prossima edizione della Challenge Cup, la competizione europea che ha visto quest’anno una squadra italiana (proprio Verona) conquistare il successo.

L’Exprivia arriva all’appuntamento della Final Four con la voglia di raccontare ancora un capitolo, l’ultimo stagionale, della sua vita sportiva. Dall’altra parte ci sarà una squadra, quale è Piacenza, capace di superare lo scoglio Padova senza troppi problemi. Una squadra in un ottimo momento di forma, quella allenata da Giuliani, dopo una regular season contraddistinta da tanti inconvenienti. Turbolenta è stata anche la stagione dei biancorossi, che hanno cambiato tre allenatori: prima Gulinelli ha lasciato per cimentarsi nella sfida di allenare la nazionale maschile egiziana, poi il suo vice Montagnani ha dovuto lasciare per problemi familiari. Ma con Di Pinto Molfetta si è rimessa in carreggiata, si presenta all’appuntamento senza problemi di formazione e promette battaglia.

Leggi anche:  VNL maschile: la Polonia raggiunge il Brasile alla Final Four

Anche grazie al successo riportato nei quarti dei playoff: “Abbiamo avuto carattere nel battere Monza – afferma l’allenatore dell’Exprivia Vincenzo Di Pinto – volevamo vincere e l’abbiamo fatto lottando su ogni palla. Il tutto nonostante una serie di difficoltà, specie sotto l’aspetto medico con alcuni giocatori non disponibili nemmeno per l’allenamento. Ora affrontiamo Piacenza, una formazione che vuole conquistare l’Europa per rilanciarsi dopo una stagione di alti e bassi. Una formazione con ottime individualità tecniche. Fisicamente sono più riposati di noi e hanno dunque avuto molto più tempo per preparare questa gara. Dalla nostra, daremo il massimo per arrivare in finale, poi vedremo come fare eventualmente per vincere l’altra gara”.

Una curiosità statistica che arride alla compagine pugliese: nel corso della stagione regolare contro Piacenza Molfetta ha ottenuto un successo sia all’andata che al ritorno. Ma i precedenti, in situazioni come queste, valgono poco. In un evento come la Final Four si fa tabula rasa e si riparte da zero. Con l’entusiasmo e la voglia di vincere che ha caratterizzano ogni singolo match dei molfettesi nel corso di questa stagione trionfale.

  •   
  •  
  •  
  •