Superlega, l’orgoglio di Trento e Civitanova riapre le semifinali: e che sfuriata Kaziyski! (VIDEO)

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Superlega
Sembrava tutto scritto per la Diatec Trentino e la Lube Civitanova, sotto entrambe per 2-0 nella serie di semifinale valida per i playoff di Superlega. E invece le due corazzate hanno trovato la forza per vincere gara-3 e riaprire il discorso, nonostante il morale ancora a terra per la sfortunata spedizione dello scorso weekend a Cracovia, dove alle Final Four di Champions League Juantorena e compagni non sono andati oltre il terzo posto, mentre i trentini si sono visti rimontare da 2-0 a 3-2 nella finalissima valida per l’oro continentale.
Era una serata da dentro-fuori per le due formazioni, e forse proprio questo ha permesso loro di dare il tutto per tutto e portare a casa il risultato. Gli uomini di Stoytchev si sono imposti sul difficilissimo campo di Modena al termine di un incontro nervosissimo (espulsi Bruno e Kaziysky), e adesso in gara-4 avranno in casa la ghiotta occasione di pareggiare la serie e di andarsi a giocare la bella per l’accesso alle finali scudetto. La Lube invece ha sconfitto con fatica Perugia per 3-2 davanti al pubblico amico dopo una partita al cardiopalma nella quale gli umbri hanno accarezzato il sogno di mandare a casa Civitanova in tre partite fino al 16-14 finale. Sono tre gli incontri finiti al tie-break su sei disputati finora dalle quattro squadre che si stanno giocando la Superlega: uno spettacolo.

Nella sfida tra Atanasjevic e Juantorena, in un Eurosole forum gremito (4mila i paganti), la spunta il cubano con 27 punti, contro i 25 dell’oppostone serbo. L’altalena di emozioni porta in casa perugina il primo set con il punteggio di 25-22. I due parziali successivi sono abbastanza senza storia, con Civitanova che vince agevolmente il secondo (a 18) e Perugia che domina il terzo (25-14). Nel quarto e nel quinto sale l’agonismo e sono necessari i vantaggi, che premiano due volte i marchigiani (27-25 e 16-14), attaccati con le unghie e con i denti all’ultimo obiettivo stagionale rimasto. Da segnalare anche la prova di spessore dell’esperto americano Priddy, che contribuisce alla causa con 15 punti e un 43% di doppio-positive in ricezione.

Si protrae per almeno un altro episodio anche la sfida infinita tra Trento e Modena, che lo scorso anno in finale scudetto ha premiato i trentini ma che quest’anno ha sorriso agli emiliani in finale di Coppa Italia. Gli ospiti, dopo aver sfiorato l’impresa contro il Kazan in Coppa dei Campioni, si rituffano con il piglio giusto nei playoff di Superlega, guidati ancora una volta dall’immortale Matey Kaziyski (18 i punti a referto per il Kaiser). Kazisky tuttavia protagonista di un brutto episodio nel finale di partita, quando dopo l’espulsione rimediata da lui e dal suo avversario Bruninho ha abbandonato il campo istigando il pubblico modenese e rivolgendogli il gesto dell’ombrello.

Dopo le due vittorie consecutive nelle prime due partite della serie si ferma quindi la DHL di Earvin Ngapeth, ai quali durante una partita sempre sul filo del rasoio non bastano i 23 punti di Luca Vettori e la spinta della marea gialla del Palapanini. E adesso a Trento dovranno ripetere l’impresa di due settimane fa per non rischiare di portare la serie a gara-5 e continuare la corsa a quello scudetto che a Modena, patria del grande volley, manca dalla stagione 2001/2002.

Risultati gara-3 delle semifinali playoff di Superlega:
Cucine Lube Banca Marche Civitanova 3 – 2 Sir Safety Conad Perugia (22-25, 25-18, 14-25, 27-25, 16-14, Perugia guida la serie 2-1)
DHL Modena 1 – 3 Diatec Trentino (21-25, 23-25, 25-22, 23-25, Modena guida la serie 2-1).

Calendario playoff Superlega, gara-4:
Sir Safety Conad Perugia – Cucine Lube Banca Marche Civitanova (domenica 24 aprile ore 17.30, diretta RaiSport1)
Diatec Trentino – DHL Modena (Lunedì 25 aprile ore 19.15, diretta RaiSport1).

  •   
  •  
  •  
  •