Tonno Callipo-Cantù, Gara1 dei playoff ai calabresi

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

tonnocantù
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CASSA RURALE CANTU’ 3-2 25-15, 22-25, 21-25, 25-22, 15-11

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli 3, Korniienko 1, Marra (L), Casoli 18, Michalovic 18, Michalovic 21, Forni 7, Vedovotto 10, Maccarone 5, Sardanelli 1, Silva De Araujo 5, Presta 8. Non entrati: Ferraro, Corrado. Allenatore: Mastrangelo
CASSA RURALE CANTU’: Monguzzi 10, Rudi (L), Cominetti, Tiozzo 10, Gerosa 4, Preti 27, Krolis 21, Robbiati 6. Non entrati: Molteni, Butti (L2), Groppi, Riva, Mazza, Gaggini. Allenatore: Della Rosa

ARBITRI: Spinnicchia e Guarneri

NOTE: durata set: 22’, 26’, 24’, 31’, 18’. Tot. 121’.

Tonno Callipo Calabria strappa Gara1 al tie break dopo una prova altalenante e che ha visto Cantù fare la voce grossa.
La prima della classe però nel momento decisivo fa la parte del leone e conquista la prima partita dei playoff promozione di serie A2. Un match fondamentale per la qualificazione alle semifinali playoff.
Un match intenso, lottato e con continui capovolgimenti di fronte.
La prima battaglia la vince la squadra di coach Mastrangelo che, sotto 1-2 nel punteggio e 6-12 al quarto set, trova le energie e la forza mentale e tecnica per ribaltare il punteggio e sconfiggere un’indomita Cantù al quinto set. La squadra di coach Mastrangelo chiude la partita con 19 muri totali e con 7 ace. Numeri che nel complesso fanno la differenza e che sopprimono ad un attacco a corrente alternata con Casoli e compagni che non sono riusciti ad andare oltre il 41%. Tra le fila dei padroni casa, Michalovic chiude la partita con 21 punti, seguito a ruota da Casoli con 18 punti.

I padroni di casa partono bene, poi qualcosa si rompe e Cantù avanza di prepotenza portandosi avanti sull’1-2. Nella rimonta della Tonno Callipo un peso fondamentale l’hanno avuta una ritrovata correlazione muro-difesa e l’apporto della panchina con i vari Silva De Araujo, Maccarone, entrato nel finire del terzo set al posto dell’infortunato Forni e Sardanelli. Il brasiliano mette a terra palloni pesanti e in difesa recupera palloni su palloni, il giovane centrale fa sentire il proprio peso soprattutto in attacco, mentre il libero classe 1994, impiegato come schiacciatore trova un ace fondamentale nella parte finale del tie-break. Il primo punto in carriera in Serie A, che porta all’allungo decisivo: sul 14-11, infatti Michalovic va in battuta, Preti attacca, ma viene stoppato dal muro giallorosso per il 15-11 finale.

Nel primo set Tonno Callipo allunga fin da subito per poi trovare l’ulteriore strappo che porta i ragazzi di coach Mastrangelo a vincere il parziale 25-15 dopo l’errore in attacco di Cominetti, nel frattempo entrato al posto di Tiozzo.
Nel secondo Cantù rientra in campo con un altro piglio e con la battuta mette in difficoltà la ricezione della Tonno Callipo. I padroni di casa cercano la rimonta con Michalovic, ma i canturini si rifanno avanti e si impongono sul 22-25.
Terzo blocco fotocopia del secondo: gli ospiti iniziano a martellare in attacco trovano una certa continuità, Casoli&co devono arrendersi sul 21-25.
Quarto set della riscossa per gli uomini di mister Mastrangelo che trovano nuova linfa dalle seconde linee con l’ingresso di Verissimo, Corrado e Sardanelli. Dopo un momento per ambientarsi non solo rimontano ma si guadagnano l’accesso al tie break sul 25-22. L’importante era la vittoria e i giallorossi sono rientrati in campo con la consapevolezza di doversi portare subito in avanti. Qualche scambio punto a punto poi lo stacco sul 13-10 con l’ace di Sardanelli e sul 14-10 il muro di Presta sigilla il risultato di 1-0 in vista di Gara2 che si disputerà mercoledì 6 aprile a Cantù. (foto Scalamandrè)

  •   
  •  
  •  
  •