Conferenza stampa Amorvolley, XVI edizione in onore di Anna Tina Mirra

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

Conferenza stampa amorvolley
Un evento che sicuramente negli anni è cresciuto grazie alla premura e all’impegno della Lazio Pallavolo e del presidente Giorgio D’Arpino.” Così esordisce Gianluca Montebelli nella conferenza stampa AmorVolley, tenutasi nella mattinata del 10 maggio 2016.

La conferenza ha visto come protagonisti volti noti nel mondo della pallavolo: Antonio Buccioni, presidente della SS Lazio, Felice Pulici, ex calciatore e rappresentante del Coni Lazio, Paola Camilletti, in rappresentanza della Federazione Italiana pallavolo, Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio, il pittore Nicola Duisi Gobetti e Claudio Saltari che rappresenta l’Associazione Donati e Volontari della Polizia di Stato, alla quale sarà devoluto il ricavato dell’evento.

Questa edizione sarà in onore di Anna Tira Mirra: “Scomparsa due anni fa, è stata per anni capo ufficio stampa della S.S. Lazio. Ha dato il cuore per la polisportiva. Quale occasione migliore di un evento dedicato ai bambini, che saranno oltre 1000 a riempire lo stadio della Farnesina, per questa manifestazione: è il modo più bello per onorare una persona che ha dedicato la vita allo sport è facendo sport.”

Leggi anche:  VNL 2021, concluso il torneo per l'Italia pallavolo femminile: ecco com'è andata

Giorgio D’Arpino, presidente della Lazio pallavolo continua a elogiare la bravura della giornalista scomparsa: “Voglio ricordare la figura di una ragazza che è venuta da fuori a Roma per cercare di coronare il suo sogno, cioè fare la giornalista. Ci si è dedicata anima e corpo, ha lavorato moltissimo con la polisportiva, con la Lazio pallavolo. Poi purtroppo qualcuno ha deciso di togliercela, però io voglio che venga ricordata sempre. Anna Tina è stata una di noi, è stata in mezzo a noi. Ha sempre cercato di dire di sì a tutti, di lavorare per tre; magari poteva avere un destino migliore.”

Paola Camilletti ci tiene a ricordare un altro evento dedicato ai bambini: “Sono felice che in questo tipo di eventi i protagonisti veri siano i bambini. È bello ricordare chi non c’è più con lo sport fatto dai bambini, e noi ricorderemo il nostro presidente Franco Favretto il 22 maggio ai Fori Imperiali dove ci sarà una grande festa di minivolley. Ci troviamo in perfetta simbiosi di idee e di intenti con la SS Lazio Pallavolo”.

Leggi anche:  VNL 2021, concluso il torneo per l'Italia pallavolo femminile: ecco com'è andata

Sabrina Alfonsi dice: “Crediamo che queste manifestazioni sia dal punto di vista sportivo che della solidarietà, ma anche della formazione della comunità, possano ricostruire un legame.”

Felice Pulici si unisce al ricordo di Anna Tina Mirra: “Ogni qualvolta c’era una comunicazione importante era presente. È stata un grande protagonista, meritevole di una grandissima attenzione per come si è espressa.” Non può non ricordare che il 12 maggio è anche un giorno importante per la società calcistica della Lazio, che nel 74 di quel giorno ha vinto il campionato. “Lo sport insegna i valori della vita. Io ne ho due in particolare di valori che emergono in assoluto: l’appartenenza ad una maglia, ad una scuola, ad un progetto, e la gratitudine”.

Parla anche l’artista che ha rivistato il logo-marchio della Lazio Pallavolo, Nicola Duisi Gobetti: “Ho voluto inserire due percorsi: gli enigmi e le impronte. L’impronta è servita per svolgere la parte colorata. Poi la monocromia, una delle ultime tendenze dell’arte, quindi l’azzurro. Sarebbe lungo descrivere questa mia ricerca”.

Leggi anche:  VNL 2021, concluso il torneo per l'Italia pallavolo femminile: ecco com'è andata

Conclude Giorgio D’Arpino: “Da ex insegnante, sollecito i ragazzi a mettere il naso su quello che avviene nel mondo e capire quello che li circonda. La scuola è la meraviglia della nostra società”.

Con il motto Un bambino aiuta un bambino, giovedì 12 maggio dalle 9 alle 13 ci sarà la XVI edizione di Amorvolley: nello stadio della Farnesina ci saranno oltre 40 campi allestiti, nei quali i bambini della quinta elementare e delle scuole medie potranno giocare a pallavolo e, dalle 11:30, anche farsi fotografare con il simbolo della Lazio, l’aquila Olympia, presente all’evento con il suo addestratore. Alle 12 ci sarà il “Derby della solidarietà”, che vedrà scendere in campo, con le maglie della Lazio e della Roma personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e del giornalismo.

  •   
  •  
  •  
  •