Olimpiadi 2016: Alessia Orro si candida come palleggiatrice

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

olimpiadi 2016Il torneo preolimpico di Tokyo, che ha visto l’Italia di Bonitta ritagliarsi un posto per le Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro, può annoverare tra le stelline apparse sul rettangolo di gioco la palleggiatrice Alessia Orro, 17 anni in forza a Club Italia, che nonostante la giovane età è riuscita a farsi notare positivamente dal pubblico del volley sul palcoscenico giapponese. Partite assolutamente perfette per la giovanissima sarda se si esclude quella contro l’Olanda, che ha visto la giovane alzatrice naufragare assieme alle compagne contro un avversario che riesce sempre ad avere la meglio su la nostra nazionale nonostante sulla carta non risulti essere più forte.

Olimpiadi 2016: l’Italia ha una nuova palleggiatrice

Ruolo che ha sempre fatto soffrire l’Italia, quello della palleggiatrice, che potrebbe essere stato risolto dalla giovanissima Alessia Orro, sarda di Oristano classe 1998, giovane ma allo stesso tempo professionale e determinata, che ha letteralmente incantato il pubblico italiano che su Rai Sport ha avuto modo di ammirare le prodezze tecniche di una giovanissima che ha militato in A1 nelle file di Club Italia e che ora potrebbe rappresentare l’arma segreta per la vittoria alle Olimpiadi di Rio 2016. Certo la concorrenza sarà agguerrita con avversarie del calibro di Stati Uniti e Cina, che almeno sulla carta risultano essere superiori alla nostra nazionale che però potrebbe rappresentare la vera sorpresa del torneo, in virtù di giovanissime che non stanno affatto deludendo pur lanciate ad altissimi livelli.

Olimpiadi 2016: Bonitta punta sulle giovani

In queste Olimpiadi 2016 il coach Bonitta sembrerebbe orientato a puntare sulle giovani, e in particolar modo su Club Italia, che ha avuto modo di seguire per tutto l’anno. Non è un caso infatti che le due palleggiatrici di Club Italia, la Orro e la Malinov, siano state entrambe portate a Tokyo, a dimostrazione di come il coach voglia investire su almeno una di loro, in particolar modo su Alessia Orro, che ha giocato titolare praticamente per tutto il torneo, integrandosi subito assieme alle compagne.  Altra giovane gradita, anche se già ci aveva abituato ad alti livelli, è stata senza dubbio Paola Egonu, strepitosa attaccante nel campionato di A1 sempre con Club Italia, e ottimo partner della Del Core, con la quale ha formato un’intesa di attacco strabiliante.

  •   
  •  
  •  
  •