Super Lega playoff gara2: Modena espugna Perugia e ipoteca il tricolore

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

Champions volley
SIR SAFETY PERUGIA-DHL MODENA 2-3

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 7, Fromm, De Cecco 2, Kaliberda 11, Giovi (L), Russell 17, Tzioumakas, Elia 1, Atanasijevic 20, Fanuli, Birarelli 6. Non entrati Holt, Dimitrov. Allenatore: Kovac.

DHL MODENA: Mossa De Rezende 3, Petric 11, Rossini (L), Sartoretti 1, Ngapeth 20, Nikic 6, Bossi 2, Sens, Saatkamp 16, Vettori 22, Sighinolfi. Non entrati Donadio, Soli, Casadei. Allenatore: Lorenzetti.

ARBITRI: Rapisarda, Sampaolo.

PARZIALI: 25-21, 17-25, 26-24, 23-25, 10-15

NOTE: spettatori 3814, durata set: 28′, 27′, 34′, 31′, 16′; tot: 136′.

Non è stato facile come in gara 1, Modena fatica e non poco per aggiudicarsi la seconda gara valevole per il tricolore. Ma con tenacia gli ospiti riescono ad avere la meglio al tie break dopo una gara combattuta punto su punto. Perugia, sostenuta da un Palaevangelisti tutto esaurito, prova a riportare la serie in parità partendo a razzo nel primo set (10-5). Gli ospiti tentano una reazione, ma gli uomini di Kovac sono indomabili arrivando fino al 18-11. Modena con grinta si riporta sul -2, ma sarà tutto inutile, i padroni di casa si aggiudicano il primo set.
Invece di continuare a martellare nel secondo set, i padroni di casa soffrono il muro di Modena che ha la meglio e scava un solco iniziale di 4-8. Gli ospiti trascinati da Vettori sono imprevedibili, costringendo Perugia ad affannarsi per trovare spazi per fare punto, al time out sarà 9-12. Non sortisce gli effetti sperati con Modena che continua a essere impenetrabile a muro 11-16. Il pubblico di casa sperava in una reazione, ma Ngapeth è implacabile e Modena si aggiudica il secondo set 17-25 in scioltezza.
Il terzo set vede una Perugia di nuovo pronta e reattiva, con un Atanasijevic in versione bombardiere al servizio che tenta di illudere con un break subito colmato dagli ospiti. Gli umbri non crollano e il muro fa il suo dovere, fermando gli attacchi di Vettori e Petric (10-8). Complice l’attenzione sotto rete dei padroni di casa, Modena perde colpi infilando traiettorie troppo alte o lunghe (15-11). Ma Ngapeth si carica sulle spalle i gialli riportandoli in perfetta parità sul 22 pari. Da qui sarà un susseguirsi di sorpassi e contro sorpassi con la complicità anche del video check chiesto dall’arbitro, ma Kaliberta alla fine sul 26-24 chiude la pratica terzo set.
Nel quarto set, la squadra di Lorenzetti trovandosi di nuovo in svantaggio trova nuova linfa vitale con il solito trascinatore Ngapeth che la porta avanti fino al 10-5. Gli umbri tentando di rifarsi sotto ma Nikic, con il muro del 13-9 stoppa ogni velleità di rimonta. La Sir Safety Conad sbaglia troppo in battuta, punita anche dal figlio d’arte Luca Sartoretti, che ottiene l’ace del 19-13. Nel finale da segnalare lo strepitoso recupero dal 23-19 al 23-23 dei padroni di casa grazie alle straordinarie magie dell’americano Russell. Ma tutto risulta vano a causa dell’ace di Vettori che fa vincere il set agli emiliani 25-23 e condanna le squadre al tie-break.
Nonostante le due ore e mezza di gioco anche l’ultimo set è giocato a ritmi molto sostenuti. Vettori e Ngapeth fanno gli straordinari, ma i padroni di casa tengono botta sbagliando solo in battuta (8-7). Da una parte, Nikic si esalta e comincia a mettere terreno tra le due squadre (10-8), dall’altra Lucas conclude l’opera a muro chiudendo il set 15-10 per gli emiliani che vincono la partita 2-3 e soprattutto portano la serie sul 2-0. Domenica può essere il giorno decisivo, con Modena che in casa avrà la possibilità di chiudere i giochi definitivamente. Infatti in caso di vittoria la Dhl metterà le mani su uno scudetto che i suoi tifosi e tutta la squadra attendono da ben 14 anni.

Leggi anche:  Italia-Turchia Volley femminile, streaming gratis e diretta tv RAI 2? Dove vedere Olimpiadi Tokyo 2020
  •   
  •  
  •  
  •