Volley, Bolzano volta pagina e riparte da zero

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

bolzano volta pagina

Poco più di un anno fa il Neruda Volley Bolzano festeggiava la vittoria della Coppa Italia di Serie A2 e, soprattutto, la promozione diretta in A1 dopo aver stravinto la regular season. Il primo storico anno nel massimo campionato nazionale termina con la retrocessione sul campo ma dato che non si conosce il numero delle squadre che prenderanno parte al prossimo campionato, ecco che spunta la possibilità di proseguire l’avventura in A1 con l’acquisizione di un titolo sportivo (i rumors parlavano di Modena). Dopo un lungo periodo di riflessione però, la società altoatesina decide di non iscrivere la squadra nemmeno alla prossima A2. Una decisione sofferta ma inevitabile quella di voltare completamente pagina e di ripartire dal proprio settore giovanile.

“Ci abbiamo davvero provato in tutti i modi – le parole del presidente Rudy Favretto al quotidiano “Alto Adige” – ma purtroppo non ci sono le condizioni economiche per poter andare avanti nuovamente in Serie A. La retrocessione di quest’anno ha avuto una brutta influenza sul nostro budget, alcuni degli sponsor e dei partner storici che ci seguivano ormai da anni hanno preferito defilarsi o ridurre drasticamente il proprio impegno nei nostri confronti. Questa situazione ci ha portato a prendere l’inevitabile decisione di rinunciare alla Serie A e di ripartire con un nuovo percorso”.

Il titolo sportivo di Serie A2 verrà ceduto a una società fuori regione con la quale è già iniziata una trattativa, mentre nelle prossime settimane si deciderà se iscrivere la squadra nei campionati regionali oppure ricominciare dalla Serie B.

“Con tanti dei nostri partner
– prosegue Favretto – avevamo da tempo organizzato un programma pluriennale, con obiettivi ben precisi. Purtroppo quello ‘tsunami’ che è stata la retrocessione di quest’anno ha spinto alcuni sponsor a ripensare il loro apporto in modo importante, e con un budget notevolmente ridotto io non me la sento di farmi carico di un rischio tanto grande come una stagione in Serie A1 che non abbia la necessaria copertura economica. Questa società non ha mai fatto il passo più lungo della gamba e ha sempre onorato tutti gli impegni presi, partire in una categoria importante ma anche molto complicata come la Serie A1 senza avere delle solide certezze era un rischio troppo grande per tutti. Chiaro, c’è molta amarezza in me ed in tutti i dirigenti della società, persone eccezionali che si sono impegnate sempre per il bene del Neruda e che in questi nove anni hanno creato un fenomeno davvero molto particolare, riuscendo a crescere dalla Serie C regionale fino all’Olimpo della pallavolo italiana. Conserveremo il ricordo di quanto di bello fatto in questo percorso e ora se ne aprirà un altro, ricominciando a costruire. Adesso inizia un nuovo capitolo per il Neruda Volley e ci auguriamo che con il tempo ci darà tante altre soddisfazioni”.

Vicenza si iscrive?

Nel frattempo è giunta la smentita dell’Obiettivo Risarcimento Vicenza sulla sua presunta non iscrizione al prossimo campionato di A1 come riportato da alcuni giornali e siti, tra cui anche Supernews.

“In merito alle notizie apparse sulla versione online di un quotidiano nazionale, si tiene a precisare che Vicenza non ha detto di no alla Serie A1. Se la scadenza dei termini per l’iscrizione fosse oggi le chances sarebbero praticamente zero, ma come tutti sanno il termine per l’iscrizione è il 29 giugno, e tutta la gente che da settimane si sta impegnando assiduamente per trovare le risorse economiche per far sì che si possa fare il secondo campionato consecutivo nella massima serie non ha ancora alzato bandiera bianca”.

Sarà, ma la smentita sembra semplicemente di circostanza dal momento che solo poche settimane fa lo stesso presidente della società vicentina, Flavio Grison, dalle colonne de “Il Giornale di Vicenza“, annunciava un probabile addio alla massima serie.

Leggi anche:  Volley, Lanza alla GdS dopo Perugia: "Tutti possono capire quanto fosse importante per me questa partita"
  •   
  •  
  •  
  •