Volley A2: Sora e Vibo Valentia si giocano la “bella”: chi vince vola in SuperLega

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

Sora-Vibo Valentia
Ci siamo, ormai è tutto pronto, domenica 15 maggio alle ore 18:00 si disputerà al PalaValentia la “bella”, ossia gara 5, che deciderà chi tra Sora e Vibo Valentia conquisterà la promozione in SuperLega. Le due squadre infatti si trovano attualmente sul 2-2 dopo le prime quattro gare che a quanto pare non hanno trovato ancora un vincitore. Gara 1 e 2 sono state vinte dai calabresi, che sembravano ormai ad un passo dalla vittoria della serie, ma i ciociari non si sono arresi e hanno rimontato, riportando in parità gli scontri. I padroni di casa di Vibo tramite un comunicato ha fatto sapere che negli ultimi giorni è stato registrato un sensibile aumento della richiesta dei biglietti e si arriverà sicuramente al tutto esaurito, mentre da Sora sono attesi 150 fedelissimi al seguito della squadra laziale.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

Queste le dichiarazioni del coach Colucci e del centrale Matteo Sperandio per quanto riguarda i ciociari: “Nelle prime due partite ci è mancata più di ogni altra cosa la continuità in battuta e ricezione, a differenza di quello che sono state invece gara 3 e 4 che ci hanno visto protagonisti. Mercoledì infatti siamo stati bravi ad aggredire in battuta e a riceverli bene dando la possibilità a Fabroni di smistare al meglio il gioco e dare continuità a tutti gli attaccanti. Gli uomini in più rispetto ai primi due match sono stati Mariano e Sperandio. Il Mariano che abbiamo visto purtroppo mancava da un po’, Sperandio invece ha fatto una partita quasi impeccabile. Se proprio volessimo trovare un neo in gara 4 lo sono stati qualche errore di troppo commessi nel primo set che hanno portato Vibo a vincerlo, ma poi siamo stati bravi a limarli seppure alle volte ci siamo lasciati trasportare dai momenti in cui eravamo in netto vantaggio.
A muro e in difesa invece, come è stato anche nella scorsa gara, abbiamo giocato molto bene toccando tanti palloni e chiudendo altrettanti muri, il tutto accompagnato da un’ottima difesa che ci ha reso sicuramente il gioco più facile.
Difficile ora immaginare gara 5 visto che queste 4 partite sono state tutto e l’opposto di tutto, ma sicuramente sarà il campo a parlare in base al nostro gioco. Noi ce la metteremo tutta e faremo del nostro meglio”.

“Sono contentissimo della prestazione della squadra ma soprattutto della mia risposta a quelle che erano state le prime due partite dove ho giocato male. 
Siamo stati davvero bravissimi, e il fatto di andare sotto nella serie 2-0 credo ci abbia aiutato, ci ha messo con le spalle al muro e ci ha fatto sentire con meno pressione addosso perché consapevoli di non avere nulla da perdere, ragion per cui abbiamo giocato meglio e soprattutto eravamo più tranquilli.
Su gara 1 e 2 è gravata anche un po’ la mancanza del mio apporto, ma soprattutto abbiamo peccato di lucidità e cinicità, assenza importante nei momenti salienti del set e del match. Adesso andiamo a Vibo senza paura. Mi aspetto una partita difficile in un palazzetto che sicuramente sarà una bolgia, ma noi ce la giocheremo e dobbiamo farlo come dimostrato nelle ultime gare, e credo che così le soddisfazioni arriveranno”.

 

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

 

  •   
  •  
  •  
  •