Volley, dal 2 al 5 giugno finali nazionali under 19 maschili

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno Segui

pallav

Dal 2 al 5 giugno, si disputeranno a Parma le finali nazionali under 19 maschili di pallavolo. “L’iniziativa è stata illustrata, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore allo sport Giovanni Marani, dal presidente federale Carlo Magri, dal presidente del Cp Parma Cesare Gandolfi, da Antonio Tasco, vice presidente del Cp Parma e responsabile organizzativo, da Aldo Greci in rappresentanza del Comitato Regionale Fipav e Gianni Barbieri delegato proviniciale Coni Parma”, si legge sul sito internet ufficiale della Federvolley. Hanno partecipato anche i testimonial Andrea Aiello, Claudio Galli e Jacopo Massari, nonchè i rappresentanti di altri comuni. Si tratta di un evento di notevole importanza: impegnate venti squadre “vincenti le fasi regionali di ogni regione d’Italia, tranne la Valle D’Aosta che non parteciperà” che si contenderanno il titolo di Campione d’Italia Under 19 maschile stagione 2015-2016. La manifestazione è organizzata dal Comitato Fipav di Parma con la coorganizzazione del Comune di Parma e la  collaborazione del Comune di Langhirano, del Comune di Sorbolo e del Comune di Torrile.

Intanto, dallo stesso sito internet della Fipav si apprende che “sono state presentate oggi ufficialmente le sei opere di street art, dedicate al mondo della pallavolo, realizzate da Alice Pasquini alla stazione Due Ponti della ferrovia Roma-Viterbo”. Il progetto, “realizzato dalla Federazione Italiana Pallavolo con la collaborazione di Atac e Regione Lazio, ha consentito di ridisegnare il look delle banchine di una delle stazioni più conosciute della linea Roma-Viterbo, trasformandola in una sorta di galleria d’arte ferroviaria permanente”. Presenti all’inaugurazione il presidente federale Carlo Magri, il segretario generale Alberto Rabiti, la segreteria dell’assessore alla Mobilità e politiche del territorio della Regione Lazio Michele Civita e alcuni rappresentanti di Atac”. Sullo stesso sito si legge che “i lavori sono iniziati il 7 maggio scorso e sono terminati il 17 e sono stati seguiti da numerosissimi appassionati che hanno condiviso la lunga maratona artistica della Pasquini sul web e sui social network”. Le opere di Pasquini, laureatasi all’Accademia di Belle arti di Roma, sono esposte sulle superfici urbane e sulle pareti dei palazzi, nelle gallerie e nei musei, di diverse di città del mondo. Ha lavorato a Sydney, New York, Barcellona, Oslo, Mosca, Parigi, Copenhagen, Marrakech, Berlino, Saigon, Londra e Roma. Le sue opere sono state recensite anche da New York Times international, The Wall Street Journal, l’Espresso, Panorama e Vanity Fair. L’artista romana, che viaggia in continuazione, “ha sviluppato nel tempo diversi filoni di ricerca, dalla narrazione della vitalità femminile alla fruizione tridimensionale delle opere, dai percorsi urbani alle installazioni con l’uso di materiali inconsueti, dalla piccola scultura alla parete integrale”.

In un comunicato federale della Fipav si legge, infine, che “la Federazione Internazionale ha ufficializzato la composizione delle pools del torneo Olimpico femminile, in programma a Rio de Janeiro dal 6 al 21 agosto. In base al ranking mondiale (aggiornato al 1 gennaio 2016) e seguendo il sistema della serpentina le azzurre di Marco Bonitta sono state inserite nella Pool B con: Stati Uniti, Cina, Serbia, Olanda e Porto Rico. Nell’altro raggruppamento (Pool A) sono invece presenti: Brasile, Russia, Giappone, Korea, Argentina e Camerun. Al termine della fase a gironi le prime quattro squadre di ciascuna pool si qualificheranno per i quarti di finale e a seguire semifinali e finali”.

  •   
  •  
  •  
  •