Volley, Francesca Piccinini lascia la Nazionale: “Non condivido le scelte di Bonitta”

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

francesca piccinini lascia la nazionale
Francesca Piccinini dice addio alla Nazionale italiana! A una settimana dalla conquista del pass olimpico, la neoschiacciatrice della Igor Gorgonzola Novara ha deciso di porre fine alla sua avventura in azzurro dopo l’esclusione del ct Marco Bonitta dalla lista delle convocate per il World Grand Prix. Considerando che il WGP è l’unico torneo che precede i Giochi di Rio, l’esclusione di “Picci” è un segnale inequivocabile. Infatti, dopo il preolimpico di Tokyo non certamente esaltante per la storica capitana della Foppapedretti Bergamo, era comunque nell’aria una sua bocciatura per la rassegna olimpica.
Sfuma, dunque, a 37 anni l’occasione di giocare la sua quinta Olimpiade, nonché la possibilità di rincorrere quella medaglia a cinque cerchi che ancora le manca.

Francesca ha annunciato la sua decisione attraverso il suo profilo Instagram:

Ricordo ancora il mio esordio di 21 anni fa: avevo 16 anni e l’emozione unica di quel giorno, sarà sempre viva nella mia memoria.
Da allora ho vissuto un viaggio incredibile con tre generazioni di ragazze che come me hanno dato tutto se stesse per la Nazionale. Le saluto e abbraccio tutte ringraziandole per ciò che hanno condiviso con me, sia nei momenti delle grandi soddisfazioni che in quelli dei giorni difficili.
L’ultima tappa della qualificazione olimpica in Giappone mi ha fatto capire che le scelte dell’allenatore, che rispetto ma non condivido, non corrispondono alle mie aspettative e a quanto penso di rappresentare.
Ho quindi maturato la scelta difficilissima di mettere la parola fine a questa bellissima avventura.
Ogni volta che vedrò una partita della Nazionale sarò sempre la prima tifosa, perché chi ne ha fatto parte sa che l’emozione speciale di rappresentare il proprio Paese non potrà mai svanire.

Anche il ct Bonitta ha voluto esprimere attraverso Facebook il suo pensiero riguardo l’addio di Francesca:

Ogni tanto mi capita di passare di qui, su FB, per dire quello che ho dentro di me…
Ho letto le parole di Francesca, le fanno solo onore.
Le differenze di vedute, le scelte condivise o non, non intaccano il valore della persona.
Francesca è vera, trasparente e sincera.
Per questo le rendo onore e la abbraccio.

Francesca esordì con la maglia dell’Italia il 10 giugno 1995, a soli 16 anni, in un match contro gli Stati Uniti. Quella fu la prima delle sue 500 presenze in azzurro. Davanti a lei solamente un’altra leggenda della pallavolo italiana, Eleonora Lo Bianco, ferma a 536.
Anche se la regista della Foppapedretti Bergamo non ha ancora annunciato il suo addio definitivo alla nazionale, il suo “no grazie” alla chiamata di Bonitta per il preolimpico di Tokyo sembra non lasciare spazio a passi indietro. Con gli addii di “Leo” e “Picci”, in una sola estate la nazionale azzurra ha perso due autentiche leggende che hanno fatto la storia della pallavolo, non solo italiana ma anche internazinale.

Le convocate per il World Grand Prix


Alzatrici:
Alessia Orro e Ofelia Malinov (Club Italia), Carlotta Cambi (Casalmaggiore)
Opposte: Valentina Diouf (Modena), Nadia Centoni (Galatasaray), Serena Ortolani (Conegliano)
Schiacciatrici: Antonella Del Core (Dinamo Kazan), Alessia Gennari e Miriam Sylla (Bergamo), Anastasia Guerra e Paola Egonu (Club Italia)
Centrali: Martina Guiggi e Cristina Chirichella (Novara), Laura Melandri (Piacenza), Anna Danesi (Club Italia)
Liberi: Monica De Gennaro (Conegliano), Immacolata Sirressi (Casalmaggiore), Ilaria Spirito (Club Italia)

  •   
  •  
  •  
  •