Volley, World League: L’Italia mette al tappeto anche l’Australia

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

enricocester12filippolanza10watchthroughthenet
Gli azzurri di Blengini mettono al tappeto anche l’Australia 0-3 (23-25, 23-25, 20-25) a Sydney conquistando la seconda vittoria in questa World League acquisendo sempre più fiducia per le fasi finali di Cracovia.

Siamo contenti per il risultato – ha commentato pochi istanti dopo la vittoria il nostro Chicco Blengini – Stiamo cercando la migliore condizione e soprattutto i migliori automatismi. Oggi alcune cose hanno funzionato bene soltanto a tratti, ma ci stiamo lavorando. Dobbiamo crescere sia dal punto di vista fisico, che tecnico. C’è ancora qualche difficoltà, magari anche per colpa mia che sto facendo dei grandi carichi di lavoro. Ma in generale c’è da essere soddisfatti”.

Dopo aver superato il Belgio, l’Italia batte anche l’Australia di Santilli con in campo quasi la stessa formazione di sempre. Blengini schiera Zaytsev, Vettori e Lanza come schiacciatori, ma al centro utilizza invece Buti e Cester –che ha dimostrato la sua efficacia sia in attacco che a muro conquistando il titolo di titolare- Giannelli in regia e Colaci libero.

Il primo set inizia in equilibrio e armonia sino al 18 pari, quando l’Italia prende il volo soprattutto grazie al servizio azzurro che fa la differenza, saranno in totale  4 gli ace i questo primo parziale. Con Vettori e Giannelli in regia, i padroni di casa si trovano in difficoltà nella rincorsa punti. In vantaggio 24-21 gli uomini di Blengini si sono visti annullare due set-point prima di chiudere definitivamente il primo parziale a proprio favore per 25-23 con Vettori da posto 4.

Stesse dinamiche per il secondo set che vede il 2-0 azzurro, ancora una volta 25-23. L’Italia per tutta la prima parte del secondo parziale ha condotto il gioco, con Ivan Zaytsev padrone del campo. Gli azzurri partono con il piede giusto, hanno tutto sotto controllo, infatti al secondo time out tecnico l’Italia si ritrova con 4 punti di vantaggio (16-12). Poi qualcosa si blocca nel gioco tricolore, l’Australia ne approfitta, accorcia le distanze sino al pareggio del 21 pari, soprattutto grazie all’aiuto Richards e a qualche errore italiano. Blengini decide di cambiare le carte in tavola, entra Maruotti per Zaytsev, Antonov al servizio, Anzani per Buti così l’Italia riesce ad allontanarsi trovando la spinta giusta per chiudere questo parziale.

Nel terzo set i padroni di casa risentiti trovano per la prima volta  il vantaggio, anche di tre lunghezze (6-3) con Zingel e Carroll che cercano di cambiare le sorti del match. Il vantaggio australiano ha vita breve con il giusto ed efficace lavoro di Vettori e Zaytsev in campo, che riporta i nostri al giusto pareggio (8-8). L’Italia torna in vantaggio con Lanza che ci mette del suo segnando il punto che vale il 14-10. Ancora una volta i trascinatori Richard e Carroll firmano il pareggio (14-14), si gioca punto a punto. Lanza e Vettori non sono d’accordo così i padroni di casa si arrendono all’inevitabile 3-0 chiudendo il set in un match (20-25) tutto azzurro.

Gli azzurri sono di ritorno a casa. Nel prossimo week end l’appuntamento della World League si giocherà in casa  al PalaLottomatica di Roma. Gli avversari saranno ancora una volta il Belgio e Australia, ma si aggiungeranno anche gli Stati Uniti (al posto della Francia). Un altro fine settimana  all’insegna del buon Volley che prepara i nostri per Rio2016 e segna un ulteriore passo per le qualificazioni alle finali di Cracovia previste per la metà di luglio.

TABELLINO – AUSTRALIA-ITALIA 0-3 (23-25 23-25 20-25). ITALIA: Giannelli 4, Lanza 12, Buti 5, Vettori 16, Zaytsev 13, Cester 9, Colaci (L). Antonov, Maruotti, Rossini (L),  Anzani 2. Non entrati: Sottile, Juantorena, Piano. All. Blengini.  AUSTRALIA:  Roberts 1, Guymer 2, Carroll 13, Richards 14, Zingel 10, Peacock 1, Perry (L). Staples, Walker 6, Borgeaud (L), Williams, Graham. Non entrati: Mote, Sukochev, all. Santilli. ARBITRI: Shaaban (Egy) e Mokry (Svk)  Spettatori: 3000. Durata set: 30, 28, 28. Italia: bs 12, a 8, mv 9, et 7. Australia: bs 13, a 3, mv 6, et 1.

  •   
  •  
  •  
  •