World Gran Prix: le azzurre steccano la prima contro il Brasile

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui
qualificazioni olimpiche volley femminile

pallavolo femminile


IL TABELLINO-

BRASILE – ITALIA 3-1 (23-25, 25-15, 25-15, 27-25)

ITALIA: Chirichella 12, Egonu 15, Sylla 12, Danesi 1, Malinov 5, Guerra 6. Libero: De Gennaro. Spirito, Ortolani 1, Diouf 6, Cambi. N.e: Melandri, Gennari e Sirressi (L). All. Bonitta.

BRASILE: Fe. Garay, Sheilla 15, Fabiana 14, Natalia 16, Juciely 8, Dani Lins 2. Libero: C. Brait. Roberta, Tandara 1, Gabi. Non entrate: Adenizia, Thaisa, Mariana e Leia. All. Zé Roberto.

ARBITRI: Rolf (Usa) e Vera Mechan (Per).

Durata set: 24’, 24’, 24’, 31’.

Brasile: 6 bs, 6 a, 17 mv, 22 et.

Italia: 10 bs, 6 a, 8 mv, 30 et.

Nella prima partita del World Gran Prix, le azzurre allenate da coach Bonitta escono sconfitte a testa alta 3-1 contro le due volte campionesse olimpiche brasiliane. Una formazione giovanissima, quella italiana (21 anni la media) che ha ben figurato contro le veterane carioca. Un ottimo primo set quello dell’Italia, che ha sbagliato pochissimo e ha messo in difficoltà le padrone di casa. Il Brasile, dal canto suo, nel secondo e terzo set, ha fatto valere la propria forza, non concedendo quasi nulla alle ospiti, le quali si sono dovute fermare a quota 15 in entrambe le frazioni. Ricco di emozioni invece il quarto set, con una Italia vivace e brillante che ha rischiato fortemente di portare il match al tie break, forte del vantaggio di 3 punti nel finale (24-21). Peccato che le azzurre non siano riuscite a chiudere e abbiano dovuto capitolare 27-25. Tra le fila italiane la migliore marcatrice è stata Paola Egonu con 15 punti, seguita da Cristina Chirichella e Sylla (entrambe 12 p.). Per il Brasile convincenti le prestazioni di Natalia (16 punti), Sheilla (15 p.) e di Fabiana molto efficace a muro: 7 quelli messi a segno.

Le interviste:

Marco Bonitta (Allenatore Italia)« Stasera mi è piaciuto molto l’atteggiamento della squadra, perché dopo il secondo e terzo set non era facile riuscire a reagire e invece noi l’abbiamo fatto. Nel quarto parziale siamo stati molto bravi a sfruttare il calo mentale del Brasile, approfittando dei loro errori. Peccato perché sarebbe bastato davvero poco a guadagnarci almeno il tie-break. Sono comunque soddisfatto, questo è un gruppo giovanissimo che deve accumulare tanta esperienza e per farlo è importante avere l’atteggiamento giusto, il resto verrà in seguito. Domani si torna in campo contro la Serbia che come noi è venuta con una squadra non al completo, vedremo che partita ne verrà fuori ».

Monica De Gennaro (Italia)« Nel primo set abbiamo giocato molto bene, mettendo il Brasile in grossa difficoltà anche grazie ad un servizio efficace. Alla lunga, però, sono uscite tutte le loro qualità che non scopriamo certo noi, quando spingono è difficile reggere il ritmo. Sono contenta e in parte dispiaciuta per il quarto set, ci siamo espresse su buoni livelli sciupando però i punti finali. Nel complesso penso si possa dire che è stato un buon inizio di Grand Prix ».

Miriam Sylla (Italia)« È stata una partita caratterizzata da alti e bassi, nel primo set noi siamo partite molto bene, poi c’è stato un calo nel secondo e terzo, mentre nel quarto è venuta fuori tutta la nostra grinta. Penso che con la prova di stasera abbiamo fatto vedere di potercela giocare anche contro formazioni di primo livello. Affrontare giocatrici forti come quelle brasiliane è sempre un’emozione, ma noi non ci siamo fatte intimorire provandoci sino alla fine ».

IL CALENDARIO

Gruppo A Rio de Janeiro (Brasile): 9 giugno: Brasile-Italia 3-1 (23-25, 25-15, 25-15, 27-25), Giappone-Serbia (ore 22.15); 10 giugno: Brasile-Giappone (ore 19.10), Italia-Serbia (ore 22.15 diretta Rai Sport 2); 12 giugno: Brasile-Serbia (ore 15.05), Italia-Giappone (ore 17.35). Orari di gioco italiani.

 

  •   
  •  
  •  
  •