World Grand Prix: l’Italia aspetta Alessia Orro

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

world grand prixBrutta prestazione quella della nazionale italiana di pallavolo femminile al World Grand Prix, ultima competizione prima delle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro. La nazionale di Bonitta si arrende di fronte alla squadra di casa che si impone con un pesante 3 a 1, mostrando purtroppo tutta la sua superiorità, 23-25, 25-15, 25-15 e 27-25 i parziali dei set, che hanno visto le azzurre trionfare nella prima frazione di gioco per poi perdere rovinosamente il secondo e il terzo set prima di dare battaglia nel quarto. Tanto, forse troppo, Brasile per le pallavoliste di Bonitta che pagano il gap contro le campionesse olimpiche che potevano contare anche sul fatto di giocare in casa. Spettacolare il primo set dove le azzurre appaiono concentratissime le schiacciatrici Sylla ed Egonu appaiono più concrete delle rivali carioca che forse non si aspettavano un simile inizio gara da parte dell’Italia. Ottimo il lavoro della palleggiatrice Ofelia Malinov che, almeno nel primo set, non ha fatto rimpiangere l’assenza di Alessia Orro, che rpenderà parte alla seconda fase del World Grand Prix. Il Brasile sale però in cattedra in maniera prorompente negli altri set, dove si è vista un’Italia arrendevole e forse demotivate che non riesce ad andare oltre ai 15 punti, per poi risvegliarsi nel quarto set dove il libero Monica De Gennaro recupera anche l’impossibile e dove, soprattutto, Sylla e Diouf suonano la carica per raggiungere il Tie-break, obiettivo vanificato dalle schiacciatrici brasiliane che hanno posto fine all’incontro annullando i set point azzurri.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, vittoria sofferta di Conegliano su Chieri, oggi si recuperano due partite

World Grand Prix: top scorer Paola Egonu

Gradissima prestazione di Paola Egonu che mette a segno ben 15 punti seguita da Sylla (12 punti). La giovanissima schiacciatrice di Club Italia ha dimostrato di essere pronta per la massima competizione mondiale, dimostrandosi un’ottima attaccante per il coach Bonitta che ha saputo farla crescere nella squadra della federazione e pian piano anche nella nazionale maggiore. Da non dimenticare la prestazione di Sylla, De Gennaro e Ortolani, 3 pallavoliste che hanno dato filo da torcere al Brasile anche se hanno un po perso la testa nel secondo e nel terzo set dove sono apparse sotto tono.

World Grand Prix: si attende Alessia Orro

Bonitta attende la più piacevole scoperta del Torneo di Tokyo, ovvero la palleggiatrice Alessia Orro, anch’ella di Club Italia come Paola Egonu e quindi cresciuta nella squadra della federazione di pallavolo. La Orro nella seconda parte del World Grand Prix dovrà migliorare l’intesa con Sylla, e confermare l’ottimo affiatamento con la compagna di squadra Egonu, con la quale ha fatto vedere sia a Tokyo che in A1 di formare un tandem d’attacco di prim’ordine.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Cuneo aggiorna sull'infortunio di Degradi

Tabellino

Brasile-Italia 3-1 (23-25, 25-15, 25-15, 27-25)

Italia: Chirichella 12, Egonu 15, Sylla 12, Danesi 1, Malinov 5, Guerra 6. Libero: De Gennaro. Spirito, Ortolani 1, Diouf 6, Cambi. N.e: Melandri, Gennari e Sirressi (L). Allenatore Bonitta.

Brasile: Fe. Garay, Sheilla 15, Fabiana 14, Natalia 16, Juciely 8, Dani Lins 2. Libero: C. Brait. Roberta, Tandara 1, Gabi. Non entrate: Adenizia, Thaisa, Mariana e Leia. Allenatore Zé Roberto.

  •   
  •  
  •  
  •