World League: festeggiano gli USA al PalaLottomatica

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

210640954-56b04478-6285-4f08-9276-0dd2eb75b3ef
Termina con una sconfitta il week end romano di questa World League per gli azzurri di Blengini,  al PalaLottomatica di Roma sono gli Stati Uniti a festeggiare,  si impongono con decisione per 3-0 (25-22 25-23 25-23) in un match combattuto e spettacolare.

Dopo il doppio 3-0 inflitto ad Australia e Belgio arriva il secondo esito sfavorevole per l’Italia, il primo contro la Francia a Sydney.

Blengini schiera Giannelli-Vettori, al centro Birarelli e Piano, in posto 4 Zaystev e Lanza, Colaci libero. Gli Stati Uniti di contro mandano in campo Christenson in regia, Anderson opposto, Sander e Jaeschke in posto 4, Lee e Smith centrali, Shoji libero. La squadra di Blengini non è riuscita ad esprimersi al meglio, soprattutto in attacco, dove il solo Vettori è stato un punto di riferimento costante per Giannelli.

Il primo set parte già con due errori azzurri, che aiuta gli statunitensi a mantenere il vantaggio arrivando al primo time out tecnico avanti di cinque lunghezze (3-8). La squadra a stelle e strisce si allunga al secondo time out sino al 10-16. Anderson mura Lanza ed è 6-13, entra Maruotti e Zaytsev lascia il campo per Antonov. L’Italia trova buone soluzioni con Vettori e Piano, ace rivisto dagli arbitri e confermato, gli azzurri arrivano a -3 che diventa -2 con l’attacco out di Anderson (18-20). Ancora una volta protagonisti in scena sono Giannelli e Vettori che portano l’Italia a -1 (22-21) ma gli Stati Uniti si guadagnano comunque il set ball chiuso dal centrale Smith con l’ace che vale il 22-25.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: Piano e compagni affondati dalla corazzata Perugia

Il secondo set ricalca il primo parziale con l’Italia in svantaggio (0-4) nonostante l’impegno azzurro, sul 3-7 entra in campo Buti per Piano ma sono gli Stati Uniti a dettare i ritmi del gioco confermando il vantaggio alla prima pausa tecnica (4-8). Gli azzurri iniziano lentamente la rimonta sul 13-18 trovando il pareggio del 19-19 ma un buon attacco di Lee e l’errore azzurro restituiscono due lunghezze di vantaggio per gli avversari americani (21-19). Zaytsev si riprende il 20esimo punto ma Jaeschke supera la difesa italiana (22-24). Vettori annulla il secondo set point ma di nuovo Jaeschke (10 punti personali) mette a segno l’ultimo attacco che vale il 23-25.

L’Italia parte bene nel terzo set, si gioca punto a punto al PalaLottomatica di Roma, Buti comincia a fare la differenza a muro, Vettori non sbaglia gli attacchi, ma Christenson fa la differenza dall’altra parte del muro. Un parziale più equilibrato con l’Italia che vuole recuperare per riaprire la gara. Per la prima volta gli azzurri arrivano al primo time out tecnico in vantaggio (8-6) mantenendo le distanze fino a quando gli avversari non trovano il pareggio (16-16). Si continua in equilibrio e dopo il 22 pari, Sander al servizio guadagna due match point, il primo annullato da Vettori, poi Smith chiude il parziale per 22-25.

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, si chiude la bolla di Novara : ottimo il percorso delle piemontesi , purtroppo un altro infortunio.

Gianlorenzo Blengini dichiara a fine partita”Siamo partiti molto contratti e si faceva fatica a lasciar andare il braccio. Loro hanno giocato con precisione, ma nonostante questo, siamo riusciti ad agganciarli. Peccato per i troppi errori commessi, questo ha inciso negativamente. La cornice è stata meravigliosa, grande emozione oggi e ci sarebbe piaciuto coronarla con un risultato diverso. Siamo in fase di rodaggio e bisogna stare in campo con più serenità”.

Gli Stati Uniti si riprendono il terzo posto nella classifica di World League mentre l’Italia martedì partirà per Teheran dove incontrerà l’Iran, l’Argentina e la Serbia; cercherà di dare il massimo nel cercare quei risultati necessari per guadagnare l’ingresso alle finale di Cracovia.

  •   
  •  
  •  
  •