Manuela Leggeri dice addio alla pallavolo: allenerà in C

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

manuela leggeriVentitrè stagioni in Serie A, tre scudetti, una Champion League, tre Coppe Italia, nonché la vittoria con la nazionale nel 20o2 per Manuela Leggeri, vero e proprio simbolo della nazionale italiana di volley femminile, pallavolista piena di grinta e carisma la campionessa mondiale che ha deciso di smettere lasciando a 40 anni ufficialmente la pallavolo, per dedicarsi a una nuova carriera, quella di allenatrice che inizierà in serie C.

Manuela Leggeri: una carriera all’insegna dell’azzurro

La carriera di Manuela Leggeri è indissolubilmente legata alla nazionale italiana, la cui maglia è stata vestita dalla campionessa fin dal diciottesimo anno di età, passando con i biancoblù di Piacenza, con cui ha vinto campionato, Coppa Italia e Supercoppa, in due anni spettacolari e veramente degni di nota per una pallavolista che non aveva più nulla da chiedere alla sua carriera ma che ha voluto ugualmente regalarsi 6 ultimi trofei, e chiudendo  al Millenium Brescia in B 1, squadra delle serie minori che però ha regalato alla Leggeri un anno fantastico, mettendola in contatto con un pubblico e uno staff tecnico che l’ha immediatamente accettata a braccia aperte.

“Sono felice delle scelte fatte perché sono sempre state dettate dal cuore. Giocare a pallavolo mi ha sempre divertito”. (Intervista riportata dal sito gazzetta.it). 

Chiude così la carriera una delle più grandi pallavoliste che abbiano mai solcato i rettangoli di gioco italiani e anche internazionali, professionista seria che ha aiutato migliaia di persone ad affezionarsi a questo splendido sport che è la pallavolo e per questa ragione tutti noi le saremo sempre grati.

Manuela Leggeri allenerà la Volta Mantovana

Nonostante l’addio alla pallavolo giocata Manuela Leggeri non darà l’addio al mondo della pallavolo, entrerà infatti nello staff tecnico della Volta Mantovana, società che milita in serie C, iniziando quindi dal basso la sua nuova carriera di tecnico la centrale originaria di Sezze che ha fatto sognare l’Italia del Volley, si occuperà delle squadre giovanili, cercando di trasmettere la sua passione il suo talento alle giovani atlete, e prospettando una carriera nelle sfere più alte della pallavolo italiana, magari in federazioni, dove potrebbe veramente dare tantissimo costruendo le fondamenta delle giovani atlete che difenderanno i colori azzurri nelle competizioni internazionali.

  •   
  •  
  •  
  •