Pallavolo femminile, verso le Olimpiadi di Rio. Gironi, date e curiosità…

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

7ccbc988591f7d8cdc56835ca17934e0_XLMancano poco più di due settimane all’inizio delle gare di pallavolo delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove il 6 agosto prenderà il via il torneo femminile, che si concluderà poi il 20 agosto. Vediamo meglio da vicino come si svolgerà il torneo femminile.

La manifestazione vedrà ai nastri di partenza 12 nazionali: il Brasile padrone di casa e detentore delle ultime due medaglie d’oro vinte sia a Pechino nel 2008 che a Londra nel 2012 è senz’altro la nazionale più attesa, ci sono poi l’Argentina, il Camerun, la Cina, la Corea del Sud, il Giappone, l’Italia, l’Olanda, Porto Rico, la Russia, la Serbia e gli Stati Uniti.
Fra queste dodici vi sono tre debuttanti assolute al torneo femminile, ovvero l’Argentina, il Camerun e Porto Rico. Il resto delle formazioni sono invece delle habituè alle Olimpiadi, tutte erano infatti presenti anche al torneo di Londra 2012, con eccezione dell’Olanda che non riusciva a qualificarsi da vent’anni, ultima presenza ad Atlanta 1996.

Le 12 squadre sono state suddivise in due gironi da sei partecipanti ciascuna. Il girone A vede ai nastri di partenza Brasile, Argentina, Camerun, Corea del Sud, Giappone e Russia; al girone B invece partecipano Italia, Cina, Olanda, Porto Rico, Serbia e Stati Uniti.
Il regolamento prevede che le squadre disputino la prima fase del torneo con formula del girone all’italiana; al termine della quale le prime quattro classificate di ogni girone accedono ai quarti di finale.
Le partite si disputeranno ogni due giorni, con quindi un riposo di solo un giorno fra una gara e l’altra. Guardando nel dettaglio il calendario dell’Italia vediamo che le azzurre del CT Marco Bonitta esordiranno il 6 agosto contro la Serbia, poi se la vedranno l’8 contro la Cina, il 10 contro l’Olanda, il 12 contro gli Stati Uniti e infine il 14 contro Porto Rico. I quarti di finale sono in programma tutti per la giornata del 16 agosto,  le semifinali per il giorno 18 e infine le due finali per le medaglie sabato 20 agosto.

Guardando un po’ di storia e di curiosità, osserviamo che quella di Rio sarà l’edizione numero 14 per quanto riguarda la pallavolo femminile alle olimpiadi, disciplina che venne introdotta nel 1964 contestualmente a quella maschile.
Nelle 13 edizioni precedenti vi è stato un dominio dell’Unione Sovietica fino al suo scioglimento (era andata sul podio sei volte su sette, con 4 medaglie d’oro e due d’argento), tre edizioni peraltro consecutive sono state vinte da Cuba (fra il 1992 e il 2000), due dalla Cina (1984 e 2004), due dal Giappone (1964 e 1976) e infine due dal Brasile nelle ultime occasioni.
Ricordiamo che l’Italia è reduce da tre eliminazioni consecutive ai quarti di finale, infatti sia nel 2004, sia nel 2008 che nel 2012 le azzurre dopo aver chiuso la fase a gironi sempre al secondo posto, erano state poi eliminate nel penultimo scoglio prima della finale. L‘Italia non è mai riuscita a salire sul podio olimpico femminile, dal momento che, a parte le tre edizioni appena citate, le azzurre avevano partecipato per la prima volta alle olimpiadi solo a Sydney nel 2000, venendo peraltro eliminate nel girone (chiuso al quinto posto), mentre in passato non si erano mai neppure riuscite a qualificare.
Speriamo che quest’anno le azzurre di Bonitta riescano per la prima volta nella storia ad accedere almeno alle semifinali…

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: