Stevanovic: “Porto la Pomì a Rio, per me un sogno”

Pubblicato il autore: Marco Verdelli Segui

TIROZZI VALENTINA E STEVANOVIC JOVANA POMI CASALMAGGIORE - IGOR GORGONZOLA NOVARA CAMPIONATO SERIE A1-F 2015-2016 CREMONA 14-11-2015 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Sebbene la lista ufficiale sia stata diramata ieri il fatto che Jovana Stevanovic facesse parte delle 12 della nazionale di Terzic in vista delle Olimpiadi era ben più che un’ipotesi. La Stevanovic è stata scelta addiritura come una delle icone della nazionale (con tanto di cartelloni pubblicitari sparsi per la capitale) la centrale dei record porterà insieme a Carly Lloyd un pò di Pomì Casalmaggiore a Rio de Janeiro. C’è molto del talento di Stevanovic in questa ascesa verticale, ma c’è anche lo zampino della Pomì, lungimirante nel lanciarla da titolare nel campionato italiano tre stagioni fa.
<< Le Olimpiadi sono il sogno di una vita, com’è normale che sia per ogni atleta. Credo sia il coronamento di una carriera poter rappresentare il proprio paese in una competizione come questa. La maglia serba per me è sacra, sentire l’inno mi riempirà d’orgoglio e poi possiamo sognare qualsiasi traguardo. Siamo fiduciose e sognare non costa nulla>>.

Quanta Pomì c’è in questo traguardo?
<< Senz’altro c’è molto della Pomì nella mia crescita. I successi conquistati con la mia Pomì mi hanno reso una giocatrice vincente, mi hanno dato fiducia permettendomi di migliorare di giorno in giorno>>.

E quanto conta il sostegno dei tifosi?
<< Dico sempre che sono i migliori tifosi del mondo e sento sempre nel cuore che sono con me>>.

La prima partita sarà contro l’Italia. Emozioni particolari?
<< Ho giocato contro l’Italia al Grand Prix e le emozioni sono strane perchè giocando lì un pò mi sento “adottata”. C’è simpatia, sento l’Italia come la mia seconda casa e non vedo l’ora di giocare>>.

MERCATO POMì CASALMAGGIORE:

Per quanto riguarda il mercato, in attesa ancora che arrivi l’ufficializzazione di Samantha Fabris circola l’indiscrezione relativa al secondo opposto che potrebbe essere ancora Teresa Rossi Matuszkova a vestire la maglia della Pomì, mentre nei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità della croata Tamara Susic, che insieme alla Stevanovic e alla Gibbemeyer andrà a completare il pacchetto delle centrali, arrivata ieri giusto per il tempo delle visite mediche e di un saluto ai propri tifosi prima di fare rientro in Croazia per un collegiale della nazionale. I tifosi della Pomì sono stati già rapiti dal suo fascino in attesa di apprezzarne le doti in campo. Dalla Croazia il nuovo centrale si racconta:
<< è stato un grande benvenuto quello che mi ha riservato la Pomì, partendo dallo staff dirigenziale passando per i tifosi che mi hanno accolto con i migliori auguri. Questa è una grande squadra e sono contenta di far parte di questa famiglia>>.
Saranno probabilmetne 3 le croate che militeranno nella Pomì la prossima stagione, e con Stevanovic saranno cinque le balcaniche. La scuola balcanica è la migliore nella Pallavolo?
<< Sono molto contenta di questa piccola colonia Balcanica specie perchè trovo compagne che hanno già giocato inItalia e che mi possono aiutare per integrarmi al meglio. Credo sia difficile dire se la scuola balcanica sia la migliore al mondo perchè ce ne sono molte di valide. Di certo posso dire che è di livello assoluto anche a livello di predisposizione fisica>>.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: