Volley Cuba shock, otto giocatori arrestati per stupro: addio Olimpiadi?

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

volley cuba

Il mondo della pallavolo è sotto shock a causa della vicenda che vede coinvolta la nazionale di volley Cuba. Otto giocatori cubani sono stati arrestati per un presunto stupro commesso in Finlandia, dove si trovavano per giocare la World League. Prima dell’incontro tra la nazionale cubana e quella finlandese erano stati arrestati tre giocatori: Osmany Uriarte, Abrahan Alfonso e Ricardo Calvo. Aveva destato molta sorpresa il fatto che a referto per Cuba ci fossero solo nove giocatori anziché dodici con il direttore tecnico Rodolfo Sanchez che aveva accennato a un generico rinnovamento. Dopo la gara persa contro la Finlandia per 3 a 1 gli arresti sono saliti a sei con i fermi di Rolando Cepeda (che è anche il capitano della squadra), Luis Soda e Dariel Albo e in seguito a otto (sui dodici giocatori convocati in nazionale di volley Cuba). Tutti gli arrestati hanno un’ età compresa tra i 19 e i 21 anni.

Nazionale volley Cuba: il comunicato della federazione

Con colpevole ritardo è arrivata la risposta della federazione, che ha commentato i fatti a distanza di ben due giorni dai primi arresti: “In attesa di conoscere i primi risultati dell’inchiesta ancora in corso e i dettagli che ne verranno fuori, , gli atleti sono stati oggetto di accuse riferite a comportamenti totalmente alieni alla disciplina sportiva, al sentimento di onorabilità e rispetto che vigono nel nostro sport e nella nostra società che difendiamo dal 1959. Il capo delle delegazione e l’addetto all’ambasciata stanno seguendo tutti i passaggi giudiziari e continueranno fino alle possibili condanne che potrebbero arrivare. Sul fronte interno, prenderemo le misure necessarie per comportamenti che non corrispondono ai principi di etica con cui siamo stati cresciuti“. Queste sono state le parole scelte dalla federazione cubana per commentare i fatti, le quali sono arrivate con troppo ritardo vista la delicatezza della situazione. Così come sono state inadeguate le parole di Rodolfo Sanchez, che per nascondere la realtà dei fatti ha minimizzato le assenza nascondendosi dietro a motivazioni tecniche.

Nazionale volley Cuba: come sono andate le cose

Gli otto pallavolisti cubani sono stati arrestati con l’accusa di stupro. Il reato sarebbe stato commesso ai danni di una vittima nell’hotel di Tampere che ospitava la nazionale cubana. Questo il commento dell’incaricato a svolgere le indagini della polizia finlandese: “Per la conferma dell’arresto dovremmo sentire il procuratore nelle prossime ore. Ma appare abbastanza chiaro che le persone fermate non potranno lasciare la Finlandia fino all’esito delle indagini”. Tutti i giocatori arrestati sono stati sentiti più volte singolarmente e a quanto pare almeno tre di essi si sarebbero dichiarati innocenti speranzosi che l’esame del DNA confermi la loro estraneità ai fatti. A distanza di un mese circa dall’inizio delle Olimpiadi 2016 il mondo della pallavolo è sotto shock. La nazionale cubana si era qualificata ai Giochi di Rio dopo un lunghissimo digiuno olimpico e dopo tante fughe all’estero dei propri atleti migliori. Ora questo scandalo rischia di affossare nuovamente la pallavolo a Cuba. Nei prossimi giorni ( o forse nelle prossime ore) si avranno aggiornamenti della vicenda anche perché, come detto in precedenza, le Olimpiadi di Rio 2016 sono dietro l’angolo.

Foto: fivb.com

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: