Rio 2016, beach volley: stop a Becky Perry, convocata Laura Giombini, caso Greta Cicolari

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui
Menegatti Toth prima della squalifica - Beach Volley Rio 2016 - pre squalifica

Menegatti Toth prima della squalifica – Beach Volley Rio 2016 – pre squalifica

La vicenda doping nel beach volley non sembra avere fine in casa Italia. Altra brutta figura e qualche dubbio sulle convocazioni.

Non sarà Rebecca Perry a sostituire la Orsi Toth, sospesa per la positività al doping, ai Giochi Olimpici di Rio 2016: in coppia con Marta Menegatti nel torneo olimpico di beach volley che si aprirà contro il Canada sarà Laura Giombini. La 27enne umbra è stata chiamata in fretta e furia perché la Perry, inizialmente scelta quale sostituta d’emergenza, origini americane ma naturalizzata italiana da 8 mesi e pallavolista outdoor solamente da gennaio, non ha i requisiti necessari richiesti dalla Federazione Internazionale.

E quali sarebbero i requisiti olimpici?

La federazione internazionale ha imposto a chi volesse partecipare a Rio 2016 di partecipare almeno a 12 tornei del circuito Fivb (a cui si aggiungono i massimi tornei continentali) dal 1° gennaio 2015 al 13 giugno 2016, scadenza per la qualificazione all’Olimpiade. La Perry ha preso parte a soli 7 eventi. E già qui ci sarebbe di chiedersi come mai in federazione nessuno si sia accorto di questo particolare, visto che la lista delle partecipazioni ai tornei e la classifica delle coppie è online al sito della FIVB
Queste le sue parole della Perry in un post su Instagram:“Questa è stata un’esperienza snervante per tutte le persone coinvolte. La FIVB stabilisce chiaramente nelle linee guida che qualsiasi atleta, per partecipare alle Olimpiadi, deve prima aver disputato 12 tornei prima del 10 luglio 2016. Io ho disputato il mio 12° il 12 luglio scorso a Porec, in Croazia. Tuttavia il CIO si è opposto alla richiesta di sostituzione. Quindi non parteciperò. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno dimostrato grande affetto nei miei confronti. E ringrazio anche Viky e l’Italia per il sostegno in questi pochi giorni faticosi. Il mio cuore è con Viky e spero che, in questo momento difficile, tutti possano continuare a supportare lei, me, Marta e Laura. L’Olimpiade non è finita e, semmai, è la più bella manifestazione dove i miracoli accadono. Continuiamo a dare loro energia positiva”.
Aggiornamento delle 15:05: Rebecca Perry ha tolto il post su Instagram. Forse la Fivb potrebbe cambiare idea?

Marta menegetti

Marta Menegatti

Altra convocazione d’urgenza

Nel frattempo convocata Laura Giombini, 27 anni, che della Perry è stata compagna di recente e che dovrà formare una coppia quasi inedita con Marta Menegatti: le due, che fra l’altro occupano lo stesso ruolo in campo, hanno giocato in carriera solo due tornei Under 23 (nel 2009 a Yantarniy e nel 2010 a Kos).

E la Cicolari?

Sempre nella detta lista della FIBV, oltre ai nominativi delle atlete citate in precedenza c’è il nome di un’atleta italiana che ricorre spesso, Greta Cicolari. Protagonista di stagione in più di un torneo, in possesso dei famosi requisiti (conteggiati a livello individuale e non di coppia) sarebbe stata in effetti la scelta più logica e più “regolare” essendo tra l’altro quella con miglior ranking e la possibilità di giocare in entrambi i
ruoli del beach.
Il problema è che Greta Cicolari è l’ex partner di Marta Menegatti (attuale compagna di gioco della Orsi Toth e numero 8 del ranking mondiale) con la quale ha condiviso diverse esperienze internazionali, ivi compresa le Olimpiadi di Londra 2012.

Greta Circolari a Londra 2012

Greta Cicolari a Londra 2012

L’interruzione del rapporto non è stato privo di strascichi polemici sia tra le due che della Cicolari con la Federazione (FIPAV). Questioni personali che evidentemente rendono assai complicato una sostituzione di Orsi Toth con l’atleta menzionata la quale, però, attraverso il proprio profilo facebook si è proposta candidamente affermando: “Ricordo a tutti che sono convocabile per Rio. Ho tutti i requisiti!” – le parole di Greta che non ha certo peli sulla lingua.

#iostocongreta
#Rio 2016 e lo spirito olimpico

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: