Rio 2016: prima sconfitta per gli azzurri, si pensa ai quarti con l’Iran

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

ItalysOsmanyJuantorenacelebrateswithteammates
La prima sconfitta degli azzurri arriva nel match contro il Canada, finisce 1-3 (25-23, 25-17, 16-25, 25-21) Canada-Italia, doveva accadere prima o poi in questi gironi di fuoco a Rio de Janeiro. Sconfitta influente per gli uomini di Blengini che sono stati fischiati dal pubblico Maracanazinho, perché la sconfitta ha messo il Brasile con le spalle al muro, poiché se non avessero vinto contro i francesi 3-1  sarebbe stato eliminato.
Blengini commenta i fischi  sostenendo di non averci dato peso “Non ci ho pensato perché io in questi giorni non ho letto i giornali. So che sono state fatte certe illazioni, ma non me ne curo. Quanto al tipo di squadra che ho mandato in campo, è stato il frutto di una serie di valutazioni con lo staff. Però è assolutamente falso sostenere che non abbiamo cercato di fare risultato” anche Simone Buti commenta la prestazione “È stata una partita anomala, però noi volevamo assolutamente vincerla: non siamo qui a fare scampagnate. Ma il Canada ha giocato meglio e noi avremmo dovuto partire meglio nel quarto set”.
Gli azzurri restano comunque ancorati in cima alla classifica, dopo le quattro vittorie consecutive nella Pool A.
Blengini  ha sfruttato l’incontro per sperimentare sestetti inediti, considerando la precaria situazione fisica di due dei tre centrali azzurri, out Piano che ha seguito l’incontro in tribuna scortato da due stampelle. Fuori dal campo anche Capitan Birarelli che è stato tenuto a riposo per il assicurare il pieno recupero della distorsione alla caviglia che si era procurato nella sfida con gli americani.  Al centro Buti e Antonov (cresciuto come opposto e poi diventato ricevitore), in diagonale con Giannelli c’è Vettori, Zaytsev torna in posto 4 con Juantorena dal terzo set, per dar riposo anche a Lanza in questa giornata no.
Il Canada invece sembra fremere di conquistare un posto tra le 8 e sfrutta bene le incertezze azzurre. Per le Giubbe Rosse di coach Glen Hoag è un risultato storico se non si prende in considerazione  il 4° posto alle Olimpiadi boicottate di Los Angeles ’84. Sin qui un 9° e 10° posto e una assenza che durava dal lontano 1992.
L’Italia non c’era in campo, gli azzurri sono a una gara dalla zona medaglie e la testa è già in campo contro l’Iran, battuta poche settimane fa in World League per 3-0 ma potrebbe comunque rappresentare un avversario ostico per gli azzurri in questo clima olimpionico.  Blengini è breve e conciso: “L’Iran si è qualificato con merito ed è formazione di primo livello. Abbiamo più noi da perdere? Non credo che sia il caso di fare questo discorso: abbiamo da perdere entrambi, visto che si gioca per entrare nella zona delle medaglie”. Ivan Zaytsev risponde deciso “Siamo pronti: in questi giorni abbiamo dimostrato con testa, cuore e fisico di esserci. Sì, siamo pronti a combattere. L’Iran? Abbiamo vinto abbastanza facilmente a casa sua, ma i Giochi danno un pathos differente. Palla al centro, è tutta un’altra storia. Poi gli iraniani hanno motivazioni non inferiori alle nostre: tornano all’Olimpiade dopo decenni e vorranno dare il massimo“.

I sorteggi dei Quarti di Finale e i possibili abbinamenti delle Semifinali

In base al regolamento le due prime classificate giocano contro le quarte, mentre le seconde e le terze sono state sorteggiate nel tabellone ed accoppiate.
Sarà l’Iran di Raul Lozano l’avversaria della nostra Italia nei Giochi Olimpici di Rio 2016.  I persiani hanno ceduto 3-0 (25-23 25-16 25-20) contro la Russia ed hanno concluso al quarto posto il loro raggruppamento, quindi affronteranno la prima della pool A: la squadra azzurra firmata Armani di Chicco Blengini. Questi i quarti di finale in programma domani, mercoledì 17 agosto, alle ore 23 in programma Italia-Iran, mentre alle ore 19 Stati Uniti-Polonia; alle ore 15 Canada-Russia; infine giovedì 18 agosto Argentina-Brasile alle ore 3.35.

quarti_di_finale_maschili

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: