Rio 2016, volley femminile: gli USA superano la Serbia nel big match della terza giornata

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

usa
Breve riepilogo sulle altre partite della terza giornata del torneo femminile.

Girone A
Russia – Camerun 3-0
(25-19, 25-22, 25-23)
Una Russia fin troppo rilassata rischia di lasciare per strada un set contro il modesto Camerun. Ancora una volta le campionesse d’Europa vengono trascinate dalle solite Goncharova e Kosheleva, 38 punti in due. Per le africane da segnalare gli 8 muri della centrale Fotso.

Sud Corea – Argentina 3-0 (25-18, 25-20, 25-23)
Come da pronostico le coreane regolano agevolmente le sudamericane, rischiando qualcosa solamente nel terzo set. Mattatrici dell’incontro Kim Yeon-Koung e Kim Hee-Jin, rispettivamente con 19 e 17 punti.

Brasile – Giappone 3-0 (25-18, 25-18, 25-22)
Poche emozioni anche nella sfida tra le padrone di casa e le nipponiche di Manabe. Fabiana e compagne hanno avuto sempre in mano il pallino del gioco grazie soprattutto alla vena realizzativa di Sheilla e Natalia. Piccoli scampoli di partita invece per Thaisa, al rientro dopo un lieve infortunio. Tra le ospiti l’unica a salvarsi è stata Sakoda, entrata nel corso del primo set al posto di una spenta Nagaoka.

Classifica
1. Brasile 9 punti
2. Russia 9
3. Sud Corea 6
4. Giappone 3
5. Camerun 0
6. Argentina 0

Quarta giornata
Argentina – Camerun
Brasile – Sud Corea
Russia – Giappone

Girone B
Cina – Portorico 3-0 (25-20, 25-17, 25-18)
Lang Ping affida le chiavi della regia a Wei per far rifiatare Ding e la Cina ci mette mezzo set per ritrovare il proprio gioco. Da lì in poi non c’è più partita. Top scorer della partita è Zhu con 20 punti messi a terra, ma il rendimento delle altre attaccanti cinesi è tutto da rivedere. Alle caraibiche non basta la generosa prova di Cruz.

Stati Uniti – Serbia 3-1 (25-17, 21-25, 25-18, 25-19)
Nel match clou di giornata le statunitensi di coach Kiraly si impongono in quattro set contro la sempre ostica Serbia. A regalare il successo alle campionesse del mondo sono un po’ a sorpresa le centrali Adams e Akinradewo, scatenate in attacco e brave a compensare la serata non proprio esaltante delle attaccanti di palla alta. Di contro, le difficoltà in ricezione delle serbe hanno costretto Ognjenović a un gioco scontato, anche se Mihajlović e la giovane Bošković hanno risposto presente con 18 punti a testa.

Classifica
1. Stati Uniti 8 punti
2. Cina 7
3. Serbia 6
4. Olanda 6
5. Italia 0
6. Porto Rico 0

Quarta giornata
Cina – Serbia
Olanda – Porto Rico
Stati Uniti – Italia

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: