Rio 2016, Zaytsev: “Orgoglioso dei miei compagni. Mi tengo stretta questa medaglia”

Pubblicato il autore: Sabato Simone Del Pozzo Segui

Ivan Zaytsev esprime, attraverso il suo profilo Facebook, la sua gioia nonostante la sconfitta in finale.
zay

Parole piene di emozioni quelle che Ivan Zaytsev scrive, dopo aver metabolizzato la sconfitta, sul suo profilo Facebook ufficiale, sottolineando solo le cose positive di questa Olimipiade. Argento, infatti, che, filtrato attraverso le parole dello zar, sa di oro sia per lui che per l’intera compagine azzurra. Non c’è traccia dell’amaro che un bruciante 3-0 in finale ha potuto lasciare, ma solo frasi d’orgoglio e di ringraziamento verso i compagni, lo staff e tutto il team Italia di volley maschile che ha accompagnato Zaytsev alla conquista della finale e del secondo posto. C’è spazio anche per i ringraziamenti ai tifosi che hanno sostenuto lui, diventato una vera e propria star in queste ultime ore, e tutta la squadra. Lo schiacciatore della Sir Safety Perugia, dalle note origini russe, ha poi concluso con una frase ad effetto dove si dichiara orgoglioso di essere italiano.
Queste le sue parole ufficiali:
Questa medaglia me la tengo stretta, perché è il riassunto di ciò che abbiamo fatto.
Abbiamo condiviso risate, pensieri, bestemmie, sudore, sangue, lacrime di gioia e di delusione.
Abbiamo condiviso le nostre anime di persone semplici ed umili, riuscendo a diventare una famiglia.
Sono orgoglioso dei miei compagni e dello staff che ci ha accompagnato in questo percorso perché, anche se il nostro sogno dorato non è diventato realtà, siamo riusciti a trasmettere all’esterno il senso di appartenenza alla maglia.
Mai come oggi sono orgoglioso di essere italiano.
Grazie a tutti,dal più profondo dell’anima..
Vi voglio bene!!
‪#‎IZ9‬

Finale olimpica di volley maschile che ha visto l’assoluto dominio dei padroni di casa del Brasile, superiori nei momenti chiave della gara. Squadra azzurra mai scesa realmente in campo, forse anche provata dalla fatica della semifinale vinta contro gli USA. Le piccole reazioni dell’Italia non sono riuscite ad impensierire la nazionale verde oro che ha gestito tranquillamente una partita che tutti si aspettavano più combattuta. Il risultato condanna gli azzurri di coach Blengini che si dichiara comunque soddisfatto per il traguardo raggiunto, soprattutto se si analizza il percorso clamoroso dei suoi uomini in questa Olimpiade (ricordiamo, a tale proposito, che l’Italia si impose sul Brasile per 3-1 nella prima fase del torneo olimpico).
Ora gli azzurri torneranno in patria per riabracciare le proprie famiglie e godersi le meritate vacanze in attesa dell’inizio della regular season 2016/2017.
L’Olimpiade appena conclusa lascia, però, molti spunti per il futuro. Il gruppo è solido, ben organizzato e amalgamato, sicuramente l’Italvolley riucirà a dire la sua anche alle prossime Olimpiadi di Tokyo del 2020. L’obiettivo sarà quello di raggiungere il terzo podio consecutivo ai giochi olimpici e cercare, finalmente, di sfatare il tabù oro.
Punto di partenza della nazionale futura sarà proprio Zaytsev, protagonista assoluto e vero trascinatore dei suoi durante tutti i giochi. Il 27enne, insieme a Filippo Lanza,  Luca Vettori e gli altri giovani di prospettiva, ad esempio Simone Giannelli, guiderà senza dubbio la compagine azzurra alle prossime Olimpiadi, con l’obiettivo concreto di portare a casa un risultato migliore di quello di Rio. Risultato che l’Italia della pallavolo maschile aspetta da tanto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Perugia in campo per lasciare l'ultimo posto