Rio 2016: al Maracanazinho un’altra vittoria azzurra

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

fivb

Rio 2016: l’Italvolley batte il Brasile 3 a 1

Al Maracanazinho gli azzurri di Blengini vincono per 3 -1 (23-25; 25 – 23 ; 25- 22 ; 25 – 15 ) contro i padroni di casa  in una delle sfide più attese dei Giochi Olimpici di Rio 2016, davanti a tutto il pubblico verdeoro, diventando un altro uomo in campo. Diventa una giornata storica per l’Italvolley maschile che dopo le precedenti otto sconfitte, battono per la prima volta i brasiliani ai giochi olimpici nel tempio brasiliano.
L’Italia si piazza al primo posto nel girone con una giornata di anticipo e dopo quattro gare l’Italia potrà guardare con anticipo ai Quarti di finale dove dovrebbe incontrare l’Iran.
Gli azzurri scendono in campo senza capitan Birarelli, Blengini schiera Giannelli – Zaystev, Buti – Piano al centro, Lanza – Juantorena in posto 4 e colaci nel ruolo di libero. Mentre il Brasile con Bruno – Wallace opposto, Lucas – de Souza al centro, Lucarelli – Maurizio in posto 4 e Sergio libero.

Cronaca dell’incontro

Il primo set parte in equilibrio poi la difesa di Giannelli regala il break del 4-6 chiuso da Zaytsev. La tensione si fa sentire e sul 9 pari ci sono già 9 battute sbagliate. Poco dopo l’Italia non sbaglia grazie ad una serie di battute di Lanza al cambio palla, l’ace viene supportato  da Piano a muro ed è 9-12. I padroni di casa non mollano il passo anzi recuperano e pareggiano a 15 trascinati da Bruno e Lucas.  Entra Birarelli per Piano, un altro infortunio in casa azzurra visto che gli viene messo subito del ghiaccio sul polpaccio destro sul 16-17. Sul 20 pari Giannelli firma l’ace del 21-23, invece Wallace segna il 23 pari dopo errore di Giannelli al secondo servizio. Gli azzurri regalano il primo parziale ai verdeoro sotto tanta pressione ed è 1-0 per il Brasile che chiudono per 25-23. Si contano 13 attacchi a 8 per i padroni di casa, 3 muri a 4, 5 difese a 2, 0 ace a 2. Lucarelli 5 punti, Zaytsev 4.
Nel secondo parziale inizia la rimonta azzurra, che forti delle vittorie precedenti, non vogliono farsi fregare proprio dai padroni di casa. I verdeoro da 3-5 si ritrovano avanti 7-5 così Blengini decide di fermare il tempo e ricominciare. Cambia volto il parziale con Lanza, Zaystev e Juantorena  che non lasciano spazio. l’ace di Lanza segna il punto che vale il 10-13 poi si va avanti in equilibrio, giocando punto a punto fino al 20 pari. Poi lo Zar chiude subito a 22-23 e Pippo Lanza il parziale per 25-23.
Nel terzo set l’Italia si sveglia con l’italocubano Osmany Juantorena, che dopo il 10 pari si alluna sino al 12-15. Sul 14-17 i brasiliani recuperano sino al 18 ari ma sono gli azzurri a conquistare anche questo parziale con Giannelli e Juantorena costruiscono il break del 20-22 poi sempre Lanza firma il set 25-22.
L’Italia ha dovuto lottare palla su palla nel secondo e terzo parziale, ma gli azzurri hanno saputo farli propri in virtù di una maggiore freddezza e della capacità di limitare al minimo gli errori.
Nel quarto set il Maracanazinho si ammutolisce, gli azzurri conducono per 7-11, il Brasile sembra passivo, ha abbandonato la presa: muro su Felipe firmato Zaystev, attacco vincente di Juantorena, ace di Birarelli, poi si vola fino al 12-18, allungando il passo sino alla chiusura del set per 25-15.

Lo Zar Zaytsev decisivo dal secondo set in poi è uscito dal campo davvero felice: “Loro hanno sentito un po’ di pressione, ma noi siamo stati bravi a rimanere sempre attaccati al match, non gli abbiamo mai permesso di scappare via. Hanno sì commesso molti errori, ma noi abbiamo i nostri meriti. Siamo tutti stremati, perché la pressione mentale era davvero notevole. Siamo felici ma consapevoli che non abbiamo fatto ancora niente. Quattro anni fa gli Stati Uniti si presentarono ai quarti dopo averle vinte tutte, ma poi nella gara clou vincemmo noi. Di certo abbiamo creato un clima di fiducia importante.  E’ una bella sensazione aver giocato in un ambiente così caldo e aver vinto nel modo in cui lo abbiamo fatto noi”.

TABELLINO

ITALIA-BRASILE 3-1 (23-25 25-23 25-22  25-15)
ITALIA: Buti 3, Zaytsev 20, Lanza 14, Piano 2, Giannelli 4, Juantorena 15. Colaci (L). Vettori, Birarelli 13. Non entrati: Sottile, Antonov, Rossini. All. Blengini
BRASILE: Mauricio Borges 1, Lucas 12, Bruno, Lucarelli 15, Mauricio Souza 5, Wallace 17. Sergio (L). Lipe 4, William 1, Evandro, Eder, Douglas. All. Bernardinho.
ARBITRI: Dudek (Pol) e Shaaban (Egy)
Spettatori: 10000. Durata set: 25, 30, 31, 23,
Italia: bs 21, a 6, mv 13, et 31.
Brasile: bs 17, a 0, mv 8, et 27..

  •   
  •  
  •  
  •