Zaytsev: ‘Finale del quarto set allucinante’. Blengini: ‘A volte la squadra non sfrutta tutto il potenziale’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

italia-brasile-volley-maschile-olimpiadi-rio-2016-diretta-tv[1]

Tutti gli azzurri al settimo cielo dopo la vittoria sugli Stati Uniti per 3-2 nella pallavolo maschile che ci garantisce almeno una medaglia.

Il protagonista della sfida Ivan Zaytsev: ‘Abbiamo perso malamente coi quei 3 palloni consecutivi nel secondo set, lì ho visto un po’ di, come ti posso dire… che abbiamo mollato un po’. E per quello mi sono arrabbiato perchè mi sono detto adesso è davvero tosta, adesso è davvero difficile… e quindi ci son stati 5-6-10 punti fino al cambio che sono stati abbastanza pieni di rabbia, di emozione, di quasi desiderio di mollare, cosa che avevo fatto nelle tante precedenti semifinali che abbiamo giocato con questa squadra in Nazionale da 5 anni a questa parte. Ma poi dopo il cambio di campo dopo il terzo set terribile che abbiamo perso siamo tornati, ci siamo guardati negli occhi e c’è stata una sensazione mistica perchè guardi il tuo compagno e ti trasmette quella carica di non mollare. E’ stato bellissimo. Abbiamo iniziato a crederci sempre di più, il finale del quarto set è stato allucinante. Il torneo non è finito, l’obiettivo di migliorare la medaglia di bronzo è stato raggiunto ma non è finita…”.

Sul challenge: “Ero convintissimo che fosse fuori perchè l’avevo mezza staccata quella palla e gli altri mi dicevano che l’avevano vista buona. ‘Ragà, va bene tutto che sto sbroccando però…’. E invece è entrata… Loro hanno preso tutte le linee immaginabili ma ci sono tutte le varie sfaccettature storiche dietro ad una finale olimpica, dietro all’oro raggiunto dall’Italia. Abbiamo fatto un pezzo di storia però adesso ci godiamo le famiglie e cominceremo a pensare la finale dalle 22:00.”

Il commento di Ashling? “Bravo cazzo non hai mollato’. Cosa ci siamo detti all’ultimo punto? Piangevamo come bambini, non ci siamo parlati proprio. E’ bellissimo perchè in questa squadra c’è gente che ci crede ed è fantastico condividere queste emozioni.”

Osmany Juantorena sottolinea l’intensità e l’importanza della reazione azzurra: “E’ stata una lunga battaglia. Ma sono contentissimo al di là della vittoria. Questa squadra non ha mai mollato. Dopo il terzo set nessuno poteva immaginare che avremmo potuto cambiare la storia della partita. Lo abbiamo fatto e abbiamo dato un’altra dimostrazione. Siamo felicissimi”, ha spiegato lo schiacciatore azzurro di origine cubana. “Sappiamo che possiamo ancora arrivare in alto”.

Giannelli:Ho realizzato che è successo alla fine quando mi è scesa la lacrime. Oggi è stata qualcosa di eccezionale soprattutto dopo quel terzo set disastroso… Zaytsvez negli ultimi tre punti ha tirato delle bombe. E’ stato qualcosa di fantastico.”

Le parole infine del commissario tecnico dell’Italvolley Gianlorenzo Blengini: Io mi rammarico solo quando la mia squadra non gioca all’altezza delle proprie potenzialità. A volte dimentichiamo che i giocatori sono i primi a volersi superare. Questa squadra ha dimostrato di avere un rendimento adeguato, addirittura superandosi in alcuni momenti“. Una finale raggiunta dopo il crollo verticale nel terzo set, perso per 25-9: “Volevo far capire ai ragazzi che potevamo farcela. Siamo stati bravi e non li abbiamo lasciati andar via nel quarto. Prima finale della mia carriera? No, la Coppa Italia di A2 è una finale e forse avevo più agitazione in quel frangente che adesso“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: Piano e compagni tornano alla vittoria contro Modena 3 - 2