Italvolley femminile: esordio positivo alle qualificazioni agli Europei del 2017, battuta la Lettonia

Pubblicato il autore: ilaria nespoli Segui
L'Italvolley femminile

L’Italvolley femminile

L’Italvolley femminile comincia bene il torneo di qualificazioni agli Europei che si terranno in Azerbaijan e Georgia nel 2017, battendo la Lettonia ad Yuzhny (Ucraina) con un secco 3-0 (25-12, 25-15; 25-6) portandosi subito al comando della Pool A.

Lasciata alle spalle la deludente spedizione alle Olimpiadi di Rio 2016, dove le azzurre hanno conclusa al nono posto con 4 sconfitte e 1 sola vittoria contro Porto Rico, l’Italvolley ha ufficialmente iniziato da oggi il suo nuovo corso. Si tratta di una squadra giovane fortemente rinnovata rispetto alla parentesi olimpica. Antonella Del Core ha concluso la propria attività agonistica al termine delle Olimpiadi. Leo Lo Bianco non giocherà più in Nazionale, salvo ulteriori ripensamenti. Assente anche l’altra veterana Martina Guiggi. Valentina Diouf appare ormai fuori dal circuito dell’Italvolley femminile.

il debuttante Cristiano Lucchi, ct ad interim in attesa che la Federazione comunichi ufficialmente il nome del successore di Marco Bonitta, si affidato al sestetto composto da: Alessia Orru, palleggiatrice, Paola Egonu, opposto, Capitan Valentina Tirozzi (l’intervista nel postpartita di Italia-Lettonia) e Miriam Sylla di banda, Cristina Chirichella e Anna Danesi, centrali e Beatrice Parrocchiale come libero. Poi nel corso del match Lucchi ha provato diversi moduli, schierando tutte le giocatrici a propria disposizione, fra cui la giovanissima Anna Nicoletti classe 1996 come opposto, Caterina Bosetti al centro tornata nel circuito dell’Italvolley dopo un periodo di assenza e Ofelia Malinov in cabina di regia. Torna fra le fila dell’Italvolley anche Giulia Leonardi, libero di Modena, assente per cinque anni dal circuito della Nazionale e convocata al posto di Monica De Gennaro poiché quest’ultima è alle prese con i postumi di un incidente stradale (qui le dichiarazioni della vigilia di Giulia Leonardi).
Per la cenerentola Lettonia, squadra composta per lo più da dilettanti e semiprofessioniste, non c’è mai stata partita come confermato dai ben dieci aces e 11 muri siglati dall’Italvolley. Miglior realizzatrice con 10 scores Paola Egonu, 18 anni a dicembre e forse unica note positiva della spedizione azzurra Rio. Una giovanissima, capace di parlare già da veterana come dimostrano le dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta dello sport alla vigilia della partita: “Dobbiamo mettercela tutta. Il morale è buono, ma non bisogna sottovalutare nessuno.” Imperativo, quello di avere rispetto per qualunque avversario, ripetuto anche da Lucchi.

Cristiano Lucchi, ct ad interim dell'Italvolley femminile

Cristiano Lucchi, ct ad interim dell’Italvolley femminile

“Abbiamo affrontato la partita tatticamente nel modo giusto, dobbiamo pensare alla prossima avversaria continuando a migliorarci se non vogliamo fallire l’obiettivo della qualificazione diretta”. (qui l’intervista completa l’intervista completa di Cristiano Lucchi)

Superata la Lettonia, l’Italvolley femminile sfiderà l’Austria domani alle ore 17.30, poi sarà il turno dell’Ucraina, uscita vittoriosa proprio contro l’Austria con un netto 3-0 (26-24; 25-13; 25-13). Previsto un doppio round robin: dopo primo weekend (16-18 settembre) incorso in Ucraina, nel secondo fine settimana (23-25 settembre) si tornerà in campo in Italia, a Montecatini Terme. La prima squadra in classifica si qualificherà direttamente agli Europei, la seconda avrà un’ulteriore chance attraverso i successivi playoff in programma a inizio ottobre contro la seconda della Pool B (Belgio, Spagna, Francia, Bosnia Erzegovina).

Classifica provvisoria della Pool A:
Italia 3 punti
Ucraina 3 punti
Lettonia 0 punti
Austria 0 punti

  •   
  •  
  •  
  •