Volley, Supercoppa Italiana: AZIMUT MODENA – DIATEC TRENTINO 3-1 (25-19, 25-23, 21-25, 25-23)

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

Supercoppa 2016 Volley
La finale per l’assegnazione della Supercoppa Italiana 2016 si giocherà oggi al PalaPanini tra Modena e Perugia. La formazione padrone di casa ha battuto in scioltezza la Diatec Trentino in 4 set con il punteggio di 3-1. Buona prova di entrambe le squadre: nel primo set la Diatec prova a scappare, ma viene subito ripresa grazie a Vettori e Ngapeth che mettono al tappeto gli ospiti. Seconda frazione fotocopia, con i trentini che tentano di volare via, ma sempre nella metà del set vengono agganciati e superati dagli emiliani. Nel terzo set gli ospiti osano giocando il tutto per tutto e stavolta riescono a strappare il set grazie alle prove di Solè e Giannelli. Il quarto set è una girandola di sorpassi e contro sorpassi con i padroni di casa che iniziano agevolmente ma vengono subito rimontati e superati. Modena recupera ma Trento si riporta avanti fino al 19-17, ma la zampata vincente la danno gli uomini in giallo che chiudono il set e l’incontro sul 25-23. Queste le parole dei protagonisti:
Roberto Piazza (Allenatore Azimut Modena)- « Non era sicuramente una gara facile, lo sapevamo, e sapevamo anche di non essere ancora al meglio, visto che lavoriamo tutti insieme da dieci giorni. Sono contento della prestazione: certo, pian piano i ragazzi si conosceranno meglio, abbiamo messo un primo tassello in questa manifestazione, ma ora la testa va a domani, l’obiettivo è vincere ».

Nemanja Petric (Azimut Modena)- « Tornare al PalaPanini è stato fantastico, il nostro pubblico ci ha spinto dall’inizio alla fine e li ringraziamo, sono grandi, sempre grandi. Trento è una grande squadra, ma anche noi lo siamo, siamo stati bravi in tante occasioni, meno in altre. Favoriti domani? Non lo so e non mi interessa, io guardo Modena e credo in noi ».

Angelo Lorenzetti (Allenatore Diatec Trentino)- « Abbiamo fatto una partita in linea con le nostre aspettative di questo periodo ma non è bastata per avere la meglio di Modena. Ci resta addosso un po’ di rammarico per non aver saputo chiudere in nostro favore il secondo o il quarto set, ma visto l’andamento del match forse è più sulla seconda frazione che dobbiamo recriminare. Il tie break poteva essere alla nostra portata ma Modena è riuscita a farci male con alcuni rotazioni al servizio che sapevamo essere pericolose. Non ho però nulla da rimproverare ai ragazzi, anzi questa credo che sia un’esperienza utile per il nostro futuro. Possiamo crescere molto ed incidere anche noi di più col servizio ».

Tine Urnaut (Diatec Trentino)- « Abbiamo perso diverse occasioni, specialmente nel quarto set quando non abbiamo approfittato di un promettente vantaggio. Ci è mancata continuità in fase di cambiopalla e nel servizio. È davvero con dispiacere che lo dico, perché sarebbe bastato poco di più per ottenere un grande risultato. E’ un’esperienza utile per il futuro, imparando da sconfitte come queste possiamo crescere molto ».

IL TABELLINO-

Leggi anche:  Volleyball, polemica razzismo e la Fivb indaga sulla vicenda Ngapeth-Heynen/Kubiak

AZIMUT MODENA – DIATEC TRENTINO 3-1 (25-19, 25-23, 21-25, 25-23)

AZIMUT MODENA: Cook, Petric 10, Orduna 3, Massari, Rossini (L), Ngapeth 30, Le Roux 3, Piano, Holt 9, Vettori 4. Non entrati Ngapeth, Onwuelo, Salsi. All. Piazza.

DIATEC TRENTINO: Nelli 4, Antonov, Blasi, Giannelli 5, Lanza 8, Solé 12, Colaci (L), Stokr 4, Urnaut 16, Mazzone 8. Non entrati Burgsthaler, Mazzone, Chiappa. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Santi, Puecher.

NOTE – Spettatori 4530, durata set: 27′, 27′, 31′, 27′; tot: 112′.

  •   
  •  
  •  
  •