Mondiale per Club: La Diatec Trentino vince ancora

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui
Mondiale per club 2016

Mondiale per club 2016

Prosegue con un’altra vittoria il cammino della  Diatec Trentino nel Mondiale per Club. Questa volta i trentini hanno superato gli argentini del Bolivar per 3 a 1, giocando una buona pallavolo.
Ora le semifinali del torneo sono sempre più vicine, infatti alla squadra di Lorenzetti basteranno solo due set contro gli altri argentini dell’UPCN per accedere alla fase successiva come prima del girone e tornare quindi, tra le prime quattro squadre del mondo. La partita si disputerà stanotte alle 23.35 italiane.

LA PARTITA– Fin da subito Trento fa capire che vuole impostare il proprio gioco e come successo contro il Minas prende in mano le rendini della partita, grazie all’ottimo servizio e agli attacchi più incisivi degli avversari. Il secondo set vede sempre dominare Trento, ma nel finale i giocatori accusano un po’ di stanchezza, che gli costa un parziale.
Nel terzo e quarto set invece si vede nuovamente la Diatec Trentino del primo parziale, dimostrando con il proprio gioco che i tre punti finali se li sono meritati.
Da segnalare l’ottima prestazione di Stokr che chiude la partita realizzando 20 punti, seguito dal centrale Solé con 11.

Di seguito il tabellino della gara:
BOLIVAR- DIATEC TRENTINO 1-3
(18-25, 25-23, 17-25, 19-25)
BOLIVAR: Gauna 9, Chirivino 1, Aleksiev 3, Crer 9, Edgar 11, De Almeida 6, Gonzalez (L); Kukartsev 2, Jacobsen, Ocampo 10, Patti. N.e. Codesal, Franetovich, Giraudo. All. Javier Weber.
DIATEC TRENTINO: Urnaut 8, Van de Voorde 1, Giannelli 6, Lanza 14, Solé 11, Stokr 20, Colaci (L); Blasi, Mazzone D 3. Antonov 2. N.e. Nelli, Burgsthaler, Mazzone T., Chiappa, All. Angelo Lorenzetti.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI-

LORENZETTI-“La squadra ha fatto un passo in avanti rispetto alla prestazione col Minas. Abbiamo avuto una pausa nella parte finale del secondo set ma siamo stati bravi in seguito a riprenderci subito e a non accusare il colpo, soprattutto quando la fase di cambiopalla ci viene meno naturale. Nel quarto parziale, ad esempio, non eravamo partiti benissimo ma siamo riusciti a superare le difficoltà e a portare a casa un successo non semplice, anche perché in una competizione del genere nulla è scontato”.

SEBASTIAN SOLÉ- “Per me non era una partita come le altre perché per la prima volta mi trovavo a giocare contro la mia ex squadra. All’inizio quindi obiettivamente ero emozionato, poi mi sono sciolto lasciando da parte il nervosismo. Avevo tanta voglia di vincere anche contro il mio passato. E’ stata una gara equilibrata ma siamo stati bravi a mettere sotto i nostri avversari nel momento più difficile: abbiamo fatto tanti break. Nel secondo set ci siamo un po’ bloccati, ma poi siamo stati bravi a riprenderci: dobbiamo diventare più cinici”.

FILIPPO LANZA-“E’ stato importante vincere di nuovo per avvicinare l’obiettivo semifinale e per dare continuità al nostro percorso di crescita. Il match con l’UPCN sarà altrettanto difficile ma siamo pronti: vogliamo chiudere al primo posto il girone della prima fase.”

JAN STOKR-“Abbiamo sempre tenuto sotto controllo la situazione di punteggio. Solo nel finale di secondo set c’è stato un calo di concentrazione, coinciso anche con un ottimo turno al servizio di Ocampo; è stata l’unica cosa da cancellare di una prestazione di ottimo livello. Nel terzo e quarto parziale però è venuto a galla non solo il gioco ma anche l’orgoglio perché volevamo dimostrare che quello del set precedente era solo una piccola parentesi. Il Mondiale per Club? Bellissima manifestazione, mi fa piacere ritrovarla dopo quattro anni e vorrei concluderla come ho fatto in passato a Doha…”.

  •   
  •  
  •  
  •