Perugia-Ravenna, il muro bianco spinge i Block Devils al poker. Il VIDEO della Curva

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

La Sir Saferty Conad Perugia conquista il tie break nel posticipo della 4° Giornata di SuperLega UnipolSai con la Bunge Ravenna Ravenna. Best scorer della sfida l’opposto portoricano della Bunge Maurice Torres. Questa la fredda cronaca, poi c’è il calore del commento e in quel contesto entrano in campo i 3163 spettatori del PalaEvangelisti (in un giorno feriale, di sera e con la diretta tv) che in una partita, che lo stesso ufficio stampa di Perugia, definisce da Montagne russe, fornisce la spinta decisiva per conquistare la vittoria. Non è l’intera posta ma contro questa Ravenna più che di un punto perso è giusto e opportuno parlare di due punti guadagnati. Poche ore di riposo adesso per la Sir Safety. Già oggi tutti in palestra perché domenica c’è la lunghissima trasferta di Vibo contro la Tonno Callipo dove i Block Devils andranno a caccia del pokerissimo!

Perugia-Ravenna 3-2, il match (fonte Sir Safety Conad Perugia)

“Torna capitan Birarelli in sestetto rispetto a Sora. Parte meglio Ravenna che sfrutta un’invasione del muro bianconero per fare il primo break (2-4), ma il muro di Podrascanin e l’ace di Zaytsev mandano subito avanti Perugia (5-4). Reazione della Bunge che gioca bene in fase break e si porta a +2 con il punto di Bossi (10-12). Nuovo contro sorpasso dei Block Devils con Podrascanin e Berger che sfruttano due bei servizi di Russell (14-13). Si ripete dai nove metri il Potke (16-14). Ravenna rientra subito in carreggiata con il muro di Ricci ed il punto di Torres (16-17), poi è il tocco beffardo di Russell a far rimettere il naso avanti a Perugia (19-18). Doppio ace dello Zar, di cui il primo con l’ausilio del video check (23-20). Ancora Zaytsev, stavolta da seconda linea, porta Perugia al set point (24-21). L’errore al servizio di Lyneel chiude il parziale (25-22). Subito 0-4 Bunge in avvio di secondo set con i punti di Lyneel (attacco e muro), Bossi sotto rete e Marchini dai nove metri. Perugia torna subito in carreggiata con il muro di Podrascanin e l’ace di Birarelli (3-4). Il muro del capitano bianconero pareggia i conti (7-7), l’ace di Berger forma il sorpasso degli uomini di Kovac (10-9). Di nuovo vantaggio ospite con il muro di Ricci (13-14) e di nuovo contro break Sir con il punto di Berger (15-14). Prova a scappare Perugia con il turno al servizio di Podrascanin (18-14). +5 Block Devils con il muro del Bira (20-15). Gli ospiti però non mollano la presa e si riportano sotto con due muri di Lyneel (20-18) con Kovac che decide di parlarci su. Perugia si blocca un po’ e Lyneel riporta i suoi a -1 (22-21). Ci pensa Russell in contrattacco con Berger però superlativo in difesa (24-21). Chiude un missile dello Zar (25-22). Si riparte nel terzo set con sostanziale equilibrio e con Zaytsev che, smarcato senza muro da de Cecco, firma il 4-4. Break di Ravenna con i punti di Torres e Van Garderen (4-6). Gli ospiti giocano molto bene in difesa e tengono il vantaggio ancora con Torres (6-8). L’ace di Zaytsev impatta (9-9), ma ancora in difesa la Bunge si esalta con Lyneel che mette a terra il muro del 9-11. Invasione di Torres e nuova parità (11-11), poi muro di Van Garderen e nuovo break romagnolo (11-13). Si va avanti a suon di break. Quello in contrattacco di Zaytsev porta al nuovo aggancio (15-15), quello sempre in contrattacco di Lyneel al nuovo allungo Bunge (15-17). Fuori Russell,poi muro di Spirito e Ravenna scappa via (16-20). La difesa in tribuna di Zaytsev (con punto di Berger) e poi il muro del neo entrato Mitic riportano Perugia a -1 (20-21). Ravenna però non si scompone e con il muro di Bossi si porta al set point (21-24). Attacca out Russell e chiude il parziale (21-25). È sempre Lyneel la spina nel fianco di Perugia in avvio di quarta frazione (4-6). L’ace di Torres, con l’ausilio del nastro, e poi l’errore di Zaytsev portano gli ospiti a +4 (5-9). I Block Devils stentano in fase break ed il muro di Van Garderen allarga la forbice (12-18). Il set è fermamente in mano alla Bunge con i bianconeri (in campo Buti per Birarelli) che non riescono ad arginare gli attaccanti avversari. Il punto di Van Garderen rimanda la sentenza del match al quinto set (18-25). Rimane in campo Buti nella metà campo perugina. Buti e Zaytsev graffiano in avvio di tie break (2-0). Ace del Potke con il PalaEvangelisti che si scuote (6-3). Perugia spreca tutto (out Russell in pipe) ed è parità (6-6). Murone di Podrascann (11-9), ma poi Russell e Zaytsev sparano out (11-11). Punto del Potke e poi invasione di Ravenna (13-11). Nuova parità con Torres (13-13). Ace di Lyneel e match point Ravenna (13-14). In campo Della Lunga per Russell in seconda linea. Zaytsev porta tutto ai vantaggi (14-14). Ancora Torres a bersaglio (14-15) e poi Zaytsev (15-15). Sempre Torres (15-16) che poi tira in rete il servizio (16-16). Out Bossi e stavolta il match point è perla Sir (17-16). Chiude Russell (18-16) ed esplode il PalaEvangelisti!”

Perugia-Ravenna 3-2, il tabellino

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA 3-2 (25-22, 25-22, 21-25, 18-25, 18-16) –

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 4, Tosi (L), Russell 14, Zaytsev 19, Della Lunga, Mitic 1, Berger 9, De Cecco 1, Bari (L), Birarelli 6, Podrascanin 15. Non entrati Chernokozhev, Franceschini, Atanasijevic. All. Kovac.

BUNGE RAVENNA: Ricci 10, Kaminski 1, Raffaelli, Van Garderen 14, Lyneel 23, Grozdanov 1, Goi (L), Torres 26, Bossi 2, Spirito 5, Marchini 1. Non entrati Calarco, Leoni. All. Soli.
ARBITRI: Puecher, Zavater.
NOTE – Spettatori 3163, durata set: 28′, 29′, 28′, 24′, 24′; tot: 133′.

Perugia-Ravenna, il video della coreografia dei Block Devils

  •   
  •  
  •  
  •