Riepilogo prima giornata SuperLega UnipolSai 2016/17

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

VITTORIE FUORI CASA
juantorena

 EXPRIVIA MOLFETTA – REVIVRE MILANO 1-3 (22-25, 24-26, 25-12, 30-32)
A Molfetta i padroni di casa lasciano alla Revivre Milano la vittoria ma con Polo e Sabbi MVP della serata. Coach Di Pinto schiera Ropret con Sabbi in diagonale; Del Vecchio e Joao Rafael, Polo e Vitelli centrali e sempre De Pandis nel ruolo di libero. Per la Revivre Milano in regia il giovane Sbertoli poi Starovic; Hoag e Skrimov di banda mentre De Togni e Galassi  al centro con Cortina libero. L’avvio del match è equilibrato, si gioca punto a punto, sul vantaggio di Milano (15-18) Sabbi prova a recuperare ma arriva l’ace di Starovic (19-22) a inceppare gli ingranaggi della squadra di casa che cede a 22-25 nel primo parziale. Nel secondo parziale parte forte Milano galvanizzata dal set precedente e con Hoag al servizio arriva a 10-13. Sabbi e compagni vogliono recuperare e arrivano a meno due (18-16) poi il video check porta tutto a 18 pari. Un grande finale in cui ha la meglio Milano ai vantaggi chiudendo a 24-26. Nel terzo set c’è la rivincita dei padroni di casa chiudendo il set con uno sconvolgente 25-12 con il terzo ace di Sabbi. Parte bene anche nel quarto set l’Exprivia che sembra riaprire il match, ma Milano si porta subito avanti (6-11). I quattro muri di Polo valgono la parità (12-12) ma ci pensa Skrimov a trovare il vantaggio (17-18).  Dopo aver giocato punto a punto sul 24 pari la Revivre trova il +1 ma chiude il parziale solo sul 30-32.

TOP VOLLEY LATINA – CALZEDONIA VERONA 0-3 (19-25, 20-25, 22-25)
Al PalaBianchini di Latina Calzedonia Verona si aggiudica la prima giornata di campionato in tre set e Andrea Giani festeggia la sua panchina numero 100. Una partita sostanzialmente equilibrata, mister Nacci schiera in campo Sottile in regia, Quintana e Gitto  al centro, Penchev, il capitano Gabriele Maruotti e Fanuli libero mentre Giani manda Baranowicz in regia, Stern opposto, Anzani e Zingel centrali, Kovacevic e Lecat schiacciatori e Giovi libero.
Il primo set parte con Verona in vantaggio (0-4) i padroni di casa cercano di accorciare le distanze e con l’ace di Kovacevic  il risultato è 7-12 per Verona. Maruotti e Kevin Klinkenberg trovano riscatto (18-22) ma cede poi Latina per 19-22. Anche nel secondo parziale Verona resta in vantaggio grazie ai muri efficaci (4-10) anche quelli di Latina sembrano funzionare, recuperano fino a 13-16. Verona non regala nulla (16-20) nonostante i pontini accorcino le distanze (18-21) dopo il muro di Anzani gli ospiti chiudono per 20-25. Nel terzo set Latina parte con il piede giusto, si gioca punto a punto, parità su parità.  Dopo il doppio muro di Lecat e l’ace di Stern che vale l’11-13 Nacci chiede tempo. Al ritorno sul campo si torna in parità (15-15) e Latina supera gli avversari con Gitto di prima intenzione e l’ace di Sottile (19-17).  Verona recupera e sul 22 pari il doppio muro di Zingel chiude la partita d’esordio per 22-15.
Vincenzo Nacci “Abbiamo sofferto i primi due set il cambio palla, anche perché la ricezione era sotto tono, dobbiamo migliorare a muro. Meglio il terzo set dove siamo cresciuti. Non sono preoccupato perché sono convinto che possiamo migliorare“.

GI GROUP MONZA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (14-25, 23-25, 15-25)
La Lube, vincitrice della Regular Season dell’anno scorso (poi eliminata in semifinale dei Playoff da Perugia) con Mr Blengini sono tornati a casa dal campo di Monza con i primi tre punti del campionato e Juantorena MVP della gara. Nel primo set Juantorena ci va giù pesante dai 9 metri (1-6) poi gli uomini di Blengini scappano via fino al 7-14. Dragan Stankovic è più che presente a muro poi Sokolov segna l’attacco vincente, quello che vale il 9-19 per Civitanova. Candellaro chiude il parziale con l’ace del 14-25. Il secondo parziale sembra più equilibrato ma il cambio palla e il muro di Stankovic permette agli uomini di Blengini di restare in vantaggio poi gli errori al servizio di Fromm e Verhees consegnano il set ai cucinieri (23-25). La Lube vuole tornare a casa con tre punti e parte forte nel terzo set (1-6). Nonostante i padroni di casa vogliano recuperare e non far andar via così gli avversari (7-10) Juantorena mette subito i paletti (7-12). Monza resta indietro mentre gli uomini di Blengini sono lanciati verso la vittoria, chiudono il parziale a 15-25 con la mano di Juantorena.

LPR PIACENZA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (18-25, 25-23, 16-25, 21-25)
Sono quattro i set disputati al PalaBanca di Piacenza tra i padroni di casa e la Sir Safety Conad Perugia guidati dallo Zar Zaytsev e Marko Podrascanin. Nel primo set, Piacenza parte bene (7-3), ma gli uomini di Kovac recuperano e sorpassano i padroni di casa (16-18). Perugia spinge forte in battuta, fondamentale nel match, con Podrascanin e Zaytsev chiudendo il primo parziale per 18-25. Il parziale si ripete anche nel secondo tempo con l’Lpr che parte bene (5-1) costringendo gli avversari a fermare il tempo poi lo Zar decide di pareggiare i conti ma Hernandez ribalta il pronostico chiudendo a 25-23. Anche nel terzo set Piacenza parte con il piede giusto (8-5) ma si lascia incastrare da Zaytstev in battuta (dal 10-9 al 10-16) arrendendosi alla fine per 16-25. Nell’ultimo e quarto set  Perugia sembra abbia gioco facile, parte da 5-13 ma arriva a 20-23 con il recupero di Piacenza che poi cede per 21-25.

  •   
  •  
  •  
  •