Tonno Callipo-Perugia, leoni da tie-break

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

vibo-perugia

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 2-3 (25-21, 13-25, 26-24, 19-25, 9-15)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 2, Coscione 4, Marra (L), Geiler 11, Michalovic 20, Barreto Silva 14, Barone 7, Thiago Alves 1, Diamantini 5. Non entrati: Buzzelli, Torchia (L2), Maccarone, Corrado, Rejlek. Allenatore: Kantor

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Tosi (L2), Russell 16, Zaytsev 25, Della Lunga 2, Mitic 4, Berger 15, De Cecco 1, Bari (L), Birarelli 11, Podrascanin 17. Non entrati: Buti, Chernokozhev, Franceschini, Atanasijevic. Allenatore: Kovac

ARBITRI: Florian e Lot

NOTE: spettatori 2500, incasso 30000, durata set: 30′, 23′, 34′, 27′, 17′. Tot. 131′.

Alla fine la spuntano i Block Devils, ma ragazzi che partita.
Tonno Callipo Calabria vs Sir Safety Conad Perugia è la sfida che porta alla quinta vittoria consecutiva i bianconeri. Bottino diviso con i calabresi, che hanno dato un gran filo da torcere alla squadra ospite.

Agli umbri sono servite due ore e mezza di gioco e una rimonta in salita per espugnare un Pala Valentia gremito con il pubblico delle grandi occasioni. La squadra di mister Kovac ha reagito sul 2-1 con tutta la rabbia e la tecnica che è stata in grado di mettere nei nove metri ed ha capovolto la situazione, portando a casa due punti che la attestano al terzo posto in classifica alle spalle della capolista Civitanova e di Modena.

Un grande spettacolo che entusiasmato il pubblico con la Tonno Callipo che ha sciorinato una grande prestazione.
Bira&co però sono stati più cinici nel momento clou e al quinto set si sono imposti 9-15. La Sir ha fatto leva sulla capacità di spingere in battuta nel lungo periodo: al termine del match sono stati infatti 13 gli ace realizzati. A trascinare gli ospiti uno stellare Zaytsev con i suoi 25 punti a referto e il 55% in attacco. Per gli umbri sono andati in doppia cifra altri quattro giocatori: Podrascanin 17 punti (il 56% in attacco e 5 muri), Aaron Russell 16 punti (anch’egli con il 56% in attacco), Alexander Berger 15 punti, e Lele Birarelli, quest’ultimo autore di 11 punti (3 ace e 2 muri). Alla Tonno Callipo non è bastato per larghi tratti giocare una grande pallavolo fatta di grande concretezza e di scambi veloci. Capitan Coscione si è reso protagonista al palleggio e anche di alcuni spettacolari recuperi in difesa, è stato nominato Mvp della partita. Ai giallorossi non è bastato neanche un ottimo Michalovic autore di 20 punti con il 51% in attacco.
Nella globalità di analisi che i numeri a caldo possono offrire, la differenza l’hanno fatta anche i punti diretti ottenuti in battuta e a muro da Perugia rispetto a Vibo Valentia: per la Sir Safety Conad 13 ace e 12 muri, contro 3 punti al servizio e i 3 blocks calabresi.

I padroni di casa partono spediti guidati al servizio da Barreto Silva e in attacco da Diamantini. Tonno Callipo sempre avanti con Perugia a rincorrere i giallorossi che però chiudono il primo parziale con un maniout in attacco di Barreto Silva. Al primo cambio campo, inizialmente c’è maggiore equilibrio, ma è un muro di Podrascanin che porta avanti Perugia, la quale si dimostra devastante lasciando i padroni di casa a 13. Nel terzo set i calabresi ritornano in campo anche con la testa, cosa che nel secondo parziale avevano lasciato in panchina. Si va avanti punto a punto e il parziale si chiude ai vantaggi. Perugia non ci sta e nel quarto blocco prova subito ad impattare. Dopo un iniziale scambio punto a punto è lo Zar che sale in cattedra e accompagna i suoi per mano fino al 19-25.
Nel quinto set Vibo cede visibilmente, anche se non si arrende se non sul 9-15.

  •   
  •  
  •  
  •