Volley A2, Tuscania Aversa finisce al tie-break

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui
9 ottobre Viterbo. Tuscania Aversa finisce 3-2 per i padroni di casa.

9 ottobre Viterbo. Tuscania Aversa finisce 3-2 per i padroni di casa

La Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania batte la Sigma Aversa al tie-break al termine della prima gara della stagione 2016/2017

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Sigma Aversa 3-2 (21/25 – 25/20 – 27/25 – 21/25 – 15/13)
Tuscania Aversa finisce al tie-break e la spunta la compagine laziale non senza qualche patema.
Buon inizio per la terza stagione in A2 del Tuscania e primo storico punto per Aversa, neopromossa, che ha saputo tenere ottimamente il campo e non farsi vincere dall’emozione.
Come dirà anche il neoallenatore tuscanese, Paolo Montagnani, in verità è la compagine biancazzurra di casa a pagare l’esordio a Viterbo e a sentire un po’ la pressione delle aspettative, sia pure dopo un buon precampionato.
Tuscania AversaIl tabellino parla chiaro ma non Rende completamente l’idea della gara con gli ospiti che partono decisi vincendo il primoset per poi portarsi sul 13-8 nel secondo set. Ecco che, come dice anche Montagnani, esce il carattere e la compattezza della sia pur quasi rinnovata compagine laziale. Tanto equilibrio nel secondo e terzo set vinti da Tuscania. Aversa reagisce e porta tutti al tie-break dove però la concentrazione e l’incitamento della Bolgia (ndr di cui abbiamo parlato in altre occasioni) aiutano Tuscania a raggiungere la vittoria.

Le considerazioni degli allenatori

Tuscania Aversa con tanto equilibrio e sportività con Paolo Montagnani, allenatore del Tuscania che parla diffusamente di equilibrio del torneo e delle battaglie che da qui alla fine del campionato aspettano la squadra. Grandi elogi per i ragazzi del gruppo (Buzzelli, Mazzoni) e giustificazione dell’emozione per chi ha giocato meno bene.
Pasquale Bosco, coach di Aversa, è invece raggiante per il punto conquistato e meritato. Entusiasmo e consapevolezza di aver fatto un’ottima gara ma anche parole al miele per i ragazzi del Tuscania, determinanti per l’esito della gara. Importanti nei momenti decisivi.

La partecipazione del pubblico

Tuscania Aversa - Bolgia

Tuscania Aversa – la Bolgia

La nuova location del Palamale’ di Viterbo non cambia l’atmosfera di gioia e coinvolgimento che i tifosi del Tuscania sanno regalare. Tamburi e cori anche se alla prima di campionato il numero degli spettatori non può essere quello di una finale dei play-off.
Nessun momento di scoramento forse proprio perché non appartiene a questi magnifici Alfieri della sportività alcun tipo di rancore nei confronti dell’avversario, corpo e anima della squadra e della società.
Una carica emotiva che non si esaurisce neanche al fischio finale che in questo caso sancisce la vittoria contro Aversa.
La Società chiede una mano ai tifosi
“COMUNICAZIONE a fine partita c’é bisogno di qualche volontario che aiuti a smontare il Taraflex del campo di Gioco.”
Un problema con la ditta che sarebbe dovuta intervenire.
Chiesto, fatto con tanto di secondo allenatore che partecipa con i tifosi a questo fuori programma.
Il giorno successivo la Società ringrazia.
“La Società ringrazia tutti coloro che ieri si sono resi disponibili ad aiutare a fine partita. Un grazie particolare va al nostro secondo allenatore Alfredo Martilotti per la sua professionalità e disponibilità. #grazie
Per fare di una compagine di ragazzi e atleti una squadra bisogna essere squadra.
Bellissimo esempio. Che sia una grande stagione. #dajetuscania

  •   
  •  
  •  
  •