Volley donne, alla scoperta della Serie A1: Pomì Casalmaggiore

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

casalmaggiore
L’incredibile quanto inaspettata vittoria dell’ultima Champions League è ancora viva negli occhi dei tifosi della Pomì. E non può che essere altrimenti dato che battere due corazzate come Dinamo Kazan e Vakifbank Istanbul (senza concedere nemmeno un set!) nella Final Four organizzata in casa propria rappresenta un’impresa storica. L’aver riportato in Italia a distanza di sei anni (l’ultimo successo risaliva al 2010 quando Bergamo trionfava nella Final Four a Cannes) il trofeo più ambito ha però inevitabilmente esaurito fisicamente e mentalmente la squadra che ha dovuto subito abdicare alla difesa dello scudetto 2015, uscendo nei quarti dei playoff per mano di Bergamo, e mancando di conseguenza la possibilità di difendere il titolo di campione d’Europa. Questo però non ha minimamente intaccato le ambizioni della società casalasca che anche quest’anno si presenta ai nastri di partenza come una delle grandi favorite. Da segnalare il curioso avvicendamento in panchina tra Casalmaggiore ed Eczacibasi Istanbul, con Massimo Barbolini partito per il Bosforo e Giovanni Caprara giunto in Emilia.

Leggi anche:  Sir Safety Perugia Volley, ritorno al Palabarton: domani super sfida contro il Modena

SESTETTO
Lloyd (P) – Fabris (O)
Tirozzi (S) – Bosetti (S)
Stevanović (C) – Gibbemeyer (C)
Sirressi (L)

La diagonale Lloyd-Fabris è la più forte del campionato: la statunitense è stata protagonista anche in nazionale ed è tornata da Rio con il bronzo a cinque cerchi, mentre la croata ha trascinato la sua nazionale al successo nel Gruppo 3 del World Grand Prix e alla qualificazione ai prossimi Europei. In banda capitan Tirozzi è una pedina insostituibile. Accanto a lei Lucia Bosetti avrà il difficile compito di non far rimpiangere un mostro sacro come Piccinini, ma l’ex giocatrice del Fenerbahce torna in Italia con le giuste motivazioni e con la voglia di essere nuovamente protagonista. Al centro Stevanović-Gibbemeyer sono la coppia più forte e collaudata del campionato con un muro che è una saracinesca. La centrale serba nell’ultima Regular Season ha realizzato la bellezza di 107 muri punto. Mai nessuna giocatrice era riuscita a superare la magica quota a tre cifre. In seconda linea il libero Sirressi cercherà di tornare a vestirsi d’azzurro nella sfida a distanza con le varie De Gennaro, Leonardi e Merlo.

Leggi anche:  Lube Civitanova-Top Volley Cisterna: presentazione

OBIETTIVI
Mettere un nuovo trofeo in bacheca. Il titolo di campione d’Europa non potrà essere difeso, ma Casalmaggiore è una delle grandi favorite in Coppa CEV. Un altro obiettivo è il Mondiale per Club che si disputerà dal 18 al 23 ottobre a Manila nelle Filippine. Un torneo che inevitabilmente andrà a scombinare l’inizio di stagione. Il sestetto base ha subito solo due cambi, meno di tutte le altre squadre. Un gruppo collaudato costruito per vincere sotto la guida di un tecnico di spessore come Caprara. La Pomì pecca forse un po’ in fase offensiva, in compenso però le ottime percentuali in ricezione consentiranno a Lloyd di variare al massimo il gioco sfruttando tutte le compagne. In panchina l’esperienza di Turlea e Bacchi, unita al talento della giovane Guerra, offre diverse soluzioni. Casalmaggiore non ha punti deboli: Conegliano e Modena sono avvisate.

Leggi anche:  Superlega: derby lombardo all'Allianz Cloud tra Milano e Monza

ROSA
Palleggiatrici: Carli Lloyd, Klara Perić
Opposte: Samanta Fabris, Carmen Turlea
Schiacciatrici: Valentina Tirozzi, Lucia Bosetti, Anastasia Guerra, Lucia Bacchi
Centrali: Jovana Stevanović, Lauren Gibbemeyer, Tamara Sušić
Liberi: Imma Sirressi, Giulia Gibertini
Allenatore: Giovanni Caprara

  •   
  •  
  •  
  •