Volley donne, alla scoperta della Serie A1: Savino Del Bene Scandicci

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

scandicciScandicci si affaccia con grandi ambizioni al prossimo campionato. Il sesto posto in regular season e il colpaccio sfiorato contro Piacenza nei quarti dei playoff della scorsa stagione hanno convinto la dirigenza della società toscana a compiere uno sforzo economico non indifferente per un ulteriore salto di qualità. Gli innesti di Havlickova, Meijners, Arrighetti e Adenizia sono la testimonianza della volontà di essere protagonisti. In panchina è stato confermato coach Mauro Chiappafreddo, subentrato l’anno scorso a Massimo Bellano, il quale si ritrova finalmente tra le mani una squadra con cui puntare in alto. L’ottima campagna acquisti fa già sognare la piazza. Scandicci è pronta per un campionato di vertice e si inserisce di diritto tra le possibili outsider.

SESTETTO
Rondon (P) – Havlickova (O)
Meijners (S) – Cruz (S)
Arrighetti (C) – Adenizia (C)
Merlo (L)

In cabina di regia ci sarà nuovamente Rondon. Spesso criticata in passato, la palleggiatrice toscana si è meritata la riconferma dopo le ottime prestazioni nell’ultima stagione. Accanto a lei in diagonale ci sarà Havlickova. L’opposta ceca, protagonista nel 2012 del “triplete” con Busto Arsizio, torna in Italia dopo alcune esperienze all’estero un po’ altalenanti. In posto 4 la coppia Meijners-Cruz offre qualità, quantità ed equilibrio. L’olandese è una delle schiacciatrici più forti in circolazione, mentre la portoricana è arrivata all’ultimo momento dopo che la Di Iulio si è dovuta fermare per maternità. Al centro Arrighetti e Adenizia formano una delle coppie più forti del campionato. La centrale genovese arriva sì dallo scudetto con Conegliano, ma al contempo da un’annata tormentata da guai fisici. C’è invece molta attesa per Adenizia, terza centrale della nazionale brasiliana. Per lei si tratta della prima esperienza all’estero ma di certo in un campionato di alto livello come quello italiano troverà ben presto la sua dimensione. In seconda linea ci sarà la confermatissima Merlo. L’ex bandiera di Bergamo è uno dei liberi più completi in assoluto e andrà nuovamente a caccia della maglia azzurra per “rubarla” alle varie De Gennaro, Leonardi e Sirressi. Infine Scandicci può contare su una panchina all’altezza dove gente come Zago, Loda e Crisanti sarebbero titolari in altre squadre.

OBIETTIVI
L’obiettivo minimo è eguagliare il sesto posto in regular season, ma vista la campagna acquisti è ovvio che la società toscana punta più in alto. Sia chiaro, non è una squadra costruita per vincere perché davanti ci sono almeno tre formazioni, ma le possibilità per sorprendere ci sono tutte. Nei playoff si cercherà di andare oltre i quarti ma lo scudetto rimane comunque alquanto improbabile. Attenzione però alla Coppa Italia dove le sorprese sono sempre dietro l’angolo e la vittoria di Bergamo dell’anno scorso lo dimostra. Il sestetto è ben bilanciato, con diverse giocatrici di esperienza e con pochi punti deboli. Assieme a Novara e Bergamo, Scandicci è una delle outsider da tenere d’occhio.

ROSA
Palleggiatrici:
Giulia Rondon, Chiara Scacchetti
Opposte: Aneta Havlickova, Valentina Zago
Schiacciatrici: Floortje Meijners, Aurea Cruz, Kenny Moreno Pino, Sara Loda
Centrali: Valentina Arrighetti, Ferreira Da Silva Adenizia, Lucia Crisanti
Liberi: Enrica Merlo, Alice Giampietri
Allenatore: Mauro Chiappafreddo

  •   
  •  
  •  
  •