Volley SuperLega 6a giornata, i risultati: match da record tra LPR Piacenza e Revivre Milano. Bene Modena e Diatec Trentino

Pubblicato il autore: Lorenzo Segui

imageAndiamo ad analizzare i risultati del weekend per quanto riguarda la sesta giornata d’andata della SuperLega di volley maschile.

Azimut Modena – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-22 25-21 25-18)
Cucine Lube Civitanova – Kioene Padova 3-2 (22-25 25-20 15-25 25-14 15-8)
Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia 3-1 (18-25 25-21 25-19 25-21)
Calzedonia Verona – Biosì Indexa Sora 3-1 (25-19 25-16 23-25 28-26)
Exprivia Molfetta – Bunge Ravenna 1-3 (21-25 20-25 25-22 18-25)
Gi Group Monza – Top Volley Latina 3-0 (25-20 25-21 25-22)
LPR Piacenza – Revivre Milano 3-2 (40-38 26-28 29-31 25-22 15-13)

Tutto facile per Azimut Modena e Gi Group Monza, che sconfiggono rispettivamente Tonno Callipo Vibo Valentia e Top Volley Latina con un severo 3-0.
L’unica vittoria in trasferta in questo turno di SuperLega porta il nome della Bunge Ravenna, che ha sbancato il campo dell’Exprivia Molfetta vincendo col punteggio di 25-21 25-20 22-25 25-18.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, i risultati del week end e la classifica aggiornata

Successo da record per la LPR Piacenza, che ha battuto, sul terreno amico del Pala Banca (2.500 spettatori presenti) il Revivre Milano per 3-2: primo set incredibile, terminato addirittura dopo 78 punti giocati (40-38 in favore del team emiliano). Il punteggio di questo parziale d’apertura è il nono più elevato di sempre nella storia del Campionato con i set a 25. Il record resta quello di Cuneo e Treviso, che nel gennaio 2002 diedero vita a un pazzesco 54-52.
Altro record: il match tra LPR Piacenza e Revivre è il quinto incontro più lungo di sempre, con due ore e 31 minuti di gioco effettivo. 
Milano agguanta sull’1-1 e passa addirittura in vantaggio, ma il team di Samuele Papi e compagni non si fa intimidire: vince il quartto set per 25-22 e si aggiudica anche il tiebreak del quinto set, per quindici punti a tredici.

La Diatec Trentino di Simone Giannelli e Filippo ‘Pippo’ Lanza, pilastri della nazionale azzurra, continua la rincorsa al primo posto: al PalaTrento, davanti a 4.000 tifosi, è arrivata una vittoria in rimonta.
Parte forte la Sir Safety Conad Perugia, che vince il primo set per 25-18 senza soffrire particolarmente.
I perugini allungano anche nella seconda frazione, portandosi avanti 8-4. Da questo istante inizia a carburare la Diatec, che va poi ad aggiundicarsi tutti e tre i set successivi portando a casa una preziosa vittoria, che la avvicina alle zone calde della classifica.

Leggi anche:  Sir Safety Volley Perugia, Colaci e Travica: "Perugia darà il massimo nel rush finale"

Sono serviti cinque set alla Cucina Lube Civitanova per sovrastare la Kioene Padova.
I veneti partono col piede giusto, 25-22, ma poi devono far fronte alla squadra di casa, che pareggia sull’1-1.
Terzo set mal giocato da Civitanova, che racimola appena 15 punti. Arriva immediatamente la reazione: i marchigiani mettono a segno un severo 25-14 e dominano il tiebreak, concedendo agli avversari otto punti.

La Calzedonia Verona non si fa intimorire dalla Biosì Indexa Sora, fanalino di coda del Campionato insieme a Volley Latina e Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.
La squadra veneta vine agevolmente le prime due frazioni di gioco, prima per 25-19 poi 25-16.
Qualche sofferenza in più nel terzo set, che si aggiudicano gli ospiti col punteggio di 25-23.
Anche il quarto parziale non è dei più semplici: Verona lo fa suo per 28-26, andando ad ottenere punti importanti che la portano al terzo posto della graduatoria, alle spalle delle capoliste Azimut Modena e Cucine Lube Civitanova, entrambe con 17 punti all’attivo (sei vittorie su sei incontri giocati)

Leggi anche:  Sir Safety Volley Perugia, Colaci e Travica: "Perugia darà il massimo nel rush finale"

Classifica SuperLega UnipolSai:
Azimut Modena, Lube Civitanova 17
Calzedonia Verona 15
Diatec Trentino 14
Sir Conad Perugia 13
Gi Group Monza 10
Kioene Padova 8
Bunge Ravenna 7
LPR Piacenza 6
Revivre Milano 5
Exprivia Molfetta 4
Tonno Callipo Vibo Valentia, Biosì Indexa Sora 3
Volley Latina 1

  •   
  •  
  •  
  •