Volley Superlega, una Modena spaziale sconfigge in trasferta Milano

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

milano modena 1-3-2Affidandosi ai propri storici mattatori – Ngapeth, Cook e Piano – un’Azimut Modena in grande spolvero si aggiudica anche la seconda partita di SuperLega, vincendo non proprio facilmente in casa della Powervolley Revivre Milano. Primo set decisamente combattuto, con Milano che mostra di non avere nessun timore reverenziale di fronte alla più blasonata Modena e l’affronta a viso aperto. Dal canto suo il sestetto emiliano scende sul taraflex ben consapevole di dover vincere per evitare brutte figure. Il risultato è una frazione di gioco particolarmente vivace e combattuta. Milano ci prova ma a riuscirci è Modena, che conduce in pratica sempre e vince il primo set 25 a 20, con il punto finale messo a segno proprio da Ngapeth. Il secondo set si apre sotto il segno di Starovic e Skrimov per i padroni di casa, di Vettori e Piano per gli ospiti. Si arriva al pareggio 3-3 finché il solito Ngapeth in battuta piazza un break di 2 a 0 che fa capire che a comandare anche in questa frazione è Modena. I lombardi allenati da coach Luca Monti però non si fanno spaventare e con Skrimov provano con tutte le forze a tener testa agli avversari. E così i campioni d’Italia in carica arrivano al 12 a 8 lasciando però l’impressione di impegnarsi solo a sprazzi. Ed è proprio tra uno sprazzo e l’altro che la Revivre prova a inserirsi per cercare punti preziosi. Sul 18 a 13 per l’Azimut è ormai palese come andrà a finire il set, nonostante l’ottimo pallone di Sbertoli che Skrimov trasforma in punto. Ma i geminiani di coach Piazza non si scompongono e vanno a vincere anche questo set 25-18, con punto finale di nuovo realizzato da Ngapeth. Ancora sotto il segno dell’accoppiata meneghina Sbertoli-Skrimov si apre la terza frazione di gioco, dove Milano gioca alla morte e arriva persino sul 7-5, guadagnando per la prima volta il vantaggio sull’Azimut. Gli emiliani accendono il turbo sul 12-19, con tre ace consecutivi di Vettori. Ma la Powervolley li riprende e le due squadre vanno a braccetto fino al 20-20. Poi però è Milano ad avere la meglio: 25-23 e 1-2 nel conto dei set. Quarta frazione accesissima e molto combattuta, ma è ancora Ngapeth che porta Modena in vantaggio 19-17. E alla fine l’Azimut può festeggiare: 25-23 e 3-1. Decisamente soddisfatto, Roberto Piazza ha commentato a caldo il match che ha visto la seconda vittoria consecutiva della sua squadra: “Sono soddisfatto perché oggi, con una squadra diversa rispetto alla prima giornata (il tecnico si riferisce agli innesti di Cook, Ngapeth e Piano) abbiamo comunque fatto bene. In due partite hanno giocato 10 dei 13 giocatori in rosa e non posso che essere contento dei risultati. Veniamo da una settimana di duro lavoro, ne andiamo ad affrontare un’altra altrettanto pesante e sappiamo che dobbiamo ancora crescere”. Due set praticamente perfetti, poi il calo e il recupero di Milano. “Il calo nel terzo set? – commenta Piazza -. Qualche brutto errore in attacco e su alcune ricezioni non irresistibili. Nel quarto forse dovevamo andare via prima ma va bene così, soprattutto perché i due primi set sono andati via lisci come ci eravamo augurati nella fase di cambiopalla”.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, per coach Mazzola fatale la sconfitta a Perugia
  •   
  •  
  •  
  •