La Diatec Trentino vola al terzo posto

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui
Diatec Trentino- Revivre Milano

Diatec Trentino- Revivre Milano

Si è disputata ieri al PalaTrento la gara valida per l’ottava giornata di regular season SuperLega UnipolSai 2016/17. Per la Diatec Trentino è arrivato un facile successo, infatti la squadra di Lorenzetti supera per 3-0 la formazione del Revivre Milano imponendo ancora una volta la propria legge in casa, raggiunendo la terza posizione in classifica dopo la sconfitta di Verona contro Modena.

GLI AVVERSARI
La Revivre Milano si è presentata al PalaTrento senza alcuni importanti giocatori, queste assenze hanno già condizionato la prima parte di stagione. La squadra milanese ha raccolto solamente quattro punti, conseguiti tutti in trasferta (a Molfetta e Piacenza). Fin dall’inizio della regular season, l’allenatore meneghino Luca Monti ha dovuto fare a meno del forte bulgaro Skrimov e poi nelle successive giornate anche dell’opposto Starovic e del palleggiatore Sbertoli, sostituito in queste ultime gare dall’esperto Boninfante.

LA GARA: Il settimo successo in altrettante partite di campionato è stato messo in discussione solo nel primo parziale, quando la Revivre ha messo in campo determinazione ed un ottimo servizio facendo vacillare i padroni di casa. Sul 16-21 e poi anche sul 22-24, la Diatec Trentino ha rischiato seriamente di andare sotto 0-1 prima di riprendersi e diventare padrona del campo imponendosi ai vantaggi per 29-27. Il cambio di ritmo decisivo è stato firmato da Urnaut, che a fine gara è stato premiato come MVP con 15 punti ed il 61%, Stokr appena subentrato a Nelli è stato efficacissimo in fase di break e dalla solita brillante regia di Giannelli. Vinto il primo parziale, per la squadra di Lorenzetti la gara è diventata più semplice, anche perché Lanza che ha avuto il 71% in attacco e Daniele Mazzone 64% in primo tempo con due muri, hanno contribuito in maniera positiva al risultato ottenuto nel secondo e terzo set.
Nel finale del terzo set Lorenzetti ha concesso spazio anche all’altro palleggiatore Blasi.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: Tine Urnaut nuovo giocatore di Milano

Ma la partita segnava anche il ritorno di un ex giocatore cresciuto nelle file del settore giovanile della Diatec Trentino, con esperienze in A2 ed ora al suo primo anno in Superlega : Galassi, applaudito dai molti tifosi presenti al palazzetto.

Diatec Trentino-Revivre Milano 3-0
(29-27, 25-19, 25-19)

DIATEC TRENTINO: Solé 5, Nelli 2, Urnaut 15, Mazzone D. 9, Giannelli 4, Lanza 14, Colaci (L); Stokr 8, Antonov, Van de Voorde 1, Blasi. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
REVIVRE: Hoag 11, Tondo 4, Dennis 7, Marretta 6, Galassi 4, Sbertoli 5, Cortina (L). N.e. Galaverna, Skrimov, Nielsen, Rudi, De Togni, Boninfante, Starovic. All. Luca Monti.
ARBITRI: Vagni di Perugia e Santi di Città di Castello (Perugia).

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Leggi anche:  Volley, Lube Civitanova-Top Volley Cisterna: presentazione

TINE URNAUT: “Nel primo parziale siamo partiti col freno a mano tirato, ma è stato importante recuperare e non mollare mai. Vincere quel setci ha permesso di cambiare marcia e di volare verso un 3-0 importante per la classifica ma anche in vista della prossima partita. Contro Verona sarà un match difficilissimo e arriva nel bel mezzo di un periodo molto complicato e senza pause”.

FILIPPO LANZA “Abbiamo tenuto la partita sempre sotto controllo. Milano è venuta a Trento con l’intento di far bene e ci ha messo in difficoltà. Siamo stati bravi a reagire e a vincere questa gara. Ci stiamo allenando bene anche in vista di Verona, partita di sicuro non semplice”.

LORENZETTI : “Siamo stati bravi a recuperare una situazione difficile nel primo set e ai ragazzi va ascritto sicuramente questo merito, però non dobbiamo dimenticarci il motivo per cui ci siamo trovati sotto di così tanti punti. Non siamo ancora sciolti e spesso ci capita di essere troppo contratti in avvio di partita, fra battuta ed attacco. Il nostro gioco migliore è ancora lontano, però nel frattempo era importante vincere in tre set anche una partita come questa, in cui avevamo tutti i favori del pronostico e quindi maggiore pressione”.

  •   
  •  
  •  
  •