Perugia-Modena si gioca, i Sirmaniaci preparano il Muro Bianco

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Perugia-Modena

Il Muro Bianco della Sir (foto Daniele Pochini)

La terra umbra trema ininterrottamente dalle 19:15 di mercoledì scorso, uno stillicidio. Importanti centri della Provincia di Perugia vivono ore drammatiche e molti in queste ore aveva avanzato dubbi sull’opportunità di disputare la Supersfida del PalaEvangelisti in programma questa sera alle 17:15. Il dubbio, oltre che dall’opportunità, derivava anche dall’ordinanza n°1134 del 30.10.2016 del Sindaco della città etrusca, Andrea Romizi, nella quale si disponeva “la chiusura sull’intero territorio comunale di tutte le strutture pubbliche adibite a manifestazioni varie, a partire da domenica 30 ottobre e fino a nuova diversa disposizione“. Nella giornata di ieri, però, è stata convocata una riunione di urgenza fra i rappresentanti della Sir Safety Perugia, quelli della Lega Volley, le forze dell’Ordine e l’Amministrazione Municipale nella quale si è deciso che l’evento pallavolistico dell’anno, la sfida tra le finaliste del passato Campionato potesse svolgersi regolarmente.

Leggi anche:  Champions league pallavolo femminile: bolla di Nantes per Conegliano, ecco il programma

Perugia-Modena, le parole di Kovac

Nel frattempo parla al sito ufficiale della Sir Safety il coach Boban Kovac che analizza con lucidità la sconfitta sabato a Trento “A livello di prestazione ieri non siamo stati all’altezza”, dice Boban. “Dopo un primo set giocato molto bene, nel quale li abbiamo messi in difficoltà con battuta, muro e contrattacco, e dopo aver iniziato bene anche la seconda frazione, poi il match è cambiato. Ci siamo fatti raggiungere e poi superare soffrendo troppo in attacco perché spesso abbiamo chiuso il colpo, mentre loro come sapevamo hanno saputo giocare “sporco” sulle mani del muro e ritardando il colpo, ci hanno messo in difficoltà con il loro servizio ed hanno girato il match. Complimenti a Trento, sono stati bravi veramente, ma penso che noi stavolta non abbiamo giocato bene. Abbiamo subito la loro rimonta in quel set, ma li abbiamo agevolati. Abbiamo preso troppi muri uno contro uno e ci è mancata continuità a muro. Basta guardare i numeri perché Trento non ha avuto percentuali alte di ricezione perfetta, ma percentuali invece elevate in attacco. Bravi anche loro senza dubbio, ma vuol dire anche noi abbiamo fatto molto male a muro. In previsione di Modena dobbiamo prima imparare dal match di Trento per capirne bene gli errori e poi dimenticarlo subito. Per il resto Modena per certi versi è un avversario simile a Trento come caratteristiche e certamente fondamentale sarà disporre di qualità al servizio. Ci aspetta un’altra gara difficile, ma abbiamo fiducia anche perché stavolta giochiamo in casa nostra”.

Leggi anche:  Sir Safety Conad Perugia, domani con Ravenna a caccia di un posto in F4 di Coppa Italia

Il Muro Bianco dei Sirmaniaci

Da segnalare, infine, che in occasione del match di questa sera torna in scena il Muro Bianco dei Sirmaniaci della Curva Stefan Vujevic i quali, attraverso un comunicato apparso sulla propria pagina facebook, invitano tutti i Tifosi di Perugia a indossare una maglietta bianca in modo da replicare in tutto il palazzo l’effetto ottico del Muro che contraddistingue il settore del tifo umbro più caldo. Questo l’appello “Salve Sirmaniaci, voltiamo subito pagina dalla brutta partita di Trento, da oggi concentriamoci tutti quanti sulla prossima sfida di Modena. Dobbiamo fare quadrato attorno alla NOSTRA SQUADRA, un corpo unico per fare sempre meglio, per crescere, per diventare presto quello che tutti vogliamo e ci meritiamo di essere. Per questo martedì tiferemo tutti insieme più forte di prima, e INVITIAMO ANCORA UNA VOLTA TUTTI QUANTI A VESTIRSI CON LA MAGLIETTA BIANCA, “TOTAL WHITE”, UNA MURAGLIA BIANCA PER SPINGERE LA SQUADRA VERSO LA VITTORIA. Forza ragazzi, siamo con voi, dimostriamo a tutti il nostro valore!!!

  •   
  •  
  •  
  •