Serie A1 di volley maschile, statistiche e curiosità dopo 1/3 della regular season

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

Serie A1La Serie A1 di volley maschile si trova in questo preciso momento della stagione a 1/3 delle gare previste per l’intera “regular season”. Si sono infatti disputate nove giornate su un totale di ventisei previste.

E’ interessante quindi dare un’occhiata ai numeri, alle statistiche e alle curiosità che stanno contraddistinguendo il campionato di Serie A1 di volley maschile in corso.

I record positivi
Intanto balza subito agli occhi che vi sono due squadre ancora a punteggio pieno, ovvero Cucine Lube Civitanova di Treia che ha vinto nove incontri su nove e Diatec Trentino che ha vinto otto partite su otto. La squadra di Trento ha infatti disputato una gara in meno in occasione della partecipazione al Campionato mondiale FIVB (chiuso al terzo posto) e la sfida di campionato in trasferta a Piacenza venne rinviata (il recupero è previsto per questo 17 novembre). Al momento quindi i marchigiani guidano la classifica con 25 punti, ma in caso di vittoria 3-0 o 3-1 dei trentini nel recupero, questi (avendo finora un rendimento set migliore) li scavalcherebbero in testa portandosi a quota 26 punti, il tutto ammesso e non concesso che domani nella 10a giornata entrambe ottengano lo stesso risultato. Un percorso netto di vittorie lo aveva messo in fila anche Azimut Modena, con otto successi in altrettante giornate, fino però alla sconfitta inattesa interna 1-3 contro Monza proprio nella scorsa giornata.Guardando ai punteggi, troviamo che Trentino e Modena sono finora le squadre che hanno vinto più volte per 3-0 (ben cinque a testa), mentre Treia ha vinto più volte con il punteggio di 3-1 (tre volte). Restando nell’alta classifica è curioso notare come ovviamente Treia sia la squadra che ha vinto più set (27 appunto), mentre Trento è quella che ne ha persi meno (solo quattro).  Mentre nessuna delle prime tre della graduatoria detiene il record del maggior numero di punti realizzati: questa speciale classifica vede infatti in testa Bunge Ravenna (decima in classifica) con 882 punti realizzati, davanti a Sir Safety Conad Perugia (quinta in graduatoria) con 871 punti e solo al terzo posto troviamo la capolista Treia con 804 punti. La motivazione sta nel fatto che sia i romagnoli che i perugini hanno visto le rispettive partite finire per ben quattro volte concludersi dopo il tie-break: Perugia ne ha vinti 3, mentre Ravenna se ne è aggiudicato solo uno.

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, Novara perfetta con Kazan, le russe dominate

I record negativi 
Dando un’occhiata pure ai record negativi di questa prima parte di stagione della Serie A1 di volley maschile, troviamo che molti “primati” spettano al fanalino di coda Biosì Indexa Sora che al momento ha vinto solo una gara (3-0 contro Monza) e poi ha racimolato solo un altro punto perdendo 3-2 nella scorsa giornata contro Latina. Numeri che inchiodano la squadra di Sora all’ultimo posto anche nella speciale classifica dei set vinti (appena 7) e dei punti totalizzati (solo 657: unica squadra ancora sotto il muro dei settecento punti totali), mentre sul piano dei set persi i sorani sono sì ultimi (a quota 24) ma non in solitaria, bensì a parimerito con Top Volley Latina e Bunge Ravenna. Romagnoli che sono anche la squadra che ha subito il numero più alto di punti (ben 904) davanti all’accoppiata formata da Perugia e Revire Milano, che ne hanno subiti 827 a testa. Infine guardando i punteggi delle singole partite, troviamo Sora con il maggior numero di sconfitte 3-0 (ben cinque su 9), mentre Latina, Milano e Vibo Valentia hanno perso 4 volte su 9 con il più pesante dei punteggi.

  •   
  •  
  •  
  •