Serie A1 femminile: l’allungo in classifica della Foppapedretti e il magnifico record di Paola Egonu

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

POMI CASALMAGGIORE - FOPPAPEDRETTI BERGAMO CAMPIONATO ITALIANO VOLLEY SERIE A1-F 2013-2014 VIADANA (MN) 26-10-2013 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF CITAZIONE DEL CREDIT OBBLIGATORIA

La prima fuga registratasi domenica in serie A1 femminile di volley è della Foppapedretti Bergamo. Il responso della terza giornata di Serie A1 di volley femminile, con il big match del Palanorda che va alle orobiche, sancisce il primo tentativo di scappare. È della Foppapedretti Bergamo il primo allungo: un sogno, una rinascita dopo il rischio di chiusura avuto qualche anno fa.
Grazie al successo interno per 3-1 sull’Igor Gorgonzola Novara, che le era appaiata in classifica, la formazione di Stefano Lavarini spicca il volo verso quota 9 in classifica, a +3 sulle immediate inseguitrici. In seconda posizione,oltre alle azzurre di Fenoglio, ci sono l’Imoco Volley Conegliano, che ottiene la seconda vittoria consecutiva in trasferta – 0-3 al Saugella Team Monza -, l’Unet Yamamay Busto Arsizio, che piega la Metalleghe Montichiari, e la Liu Jo Nordmeccanica Modena, sconfitta a Scandicci nell’anticipo.
Potrà superare il quartetto e conquistare la piazza d’onore la Pomì Casalmaggiore, che risale dallo 0-2 a Bolzano e batte il Sudtirol al tie-break, portandosi a 4 punti in attesa del recupero della 2^ giornata, in programma mercoledì 2 novembre al PalaRadi contro Monza. Primo successo nel torneo per Il Bisonte Firenze, che finisce di nuovo al quinto ma al contrario di quanto successo sette giorni fa al Mandela Forum con le pantere esce vincitrice dal duello infinito con il Club Italia Crai (che intasca il secondo punticino in classifica).
Il match del PalaYamamay è storico per la prestazione individuale di Paola Egonu, opposto del Club Italia Crai e della Nazionale. Il fenomenale martello non ancora 18enne mette a segno 46 punti nel 2-3 delle azzurrine contro Il Bisonte Firenze e stabilisce un nuovo record per punti segnati in una singola partita in Serie A1. Il precedente primato apparteneva a Liubov Sokolova, autrice di 42 punti nel match del 2009 tra Castellana Grotte e Jesi. Lo stesso bottino di punti (46) fu invece realizzato nel Campionato di A2 1999-2000 da Mariana Conde nella partita tra Cecina e Forlì.
Foppapedretti Bergamo-Igor Gorgonzola Novara lo aveva promesso: sarebbe stato uno spettacolo. E le promesse sono state mantenute. Con un “pizzico” di soddisfazione in più che pende verso Bergamo e il suo pubblico: la vittoria e la vetta solitaria della classifica sono della Foppaedretti. Alla fine di una sfida che ha regalato il massimo. Lavarini si affida a Skowronska opposta a Lo Bianco, Guiggi e Popovic al centro, Sylla e Partenio in banda e Suelen libero; Fenoglio risponde con Barun in diagonale alla regista Dijkema, Bonifacio e Chirichella al centro, Pietersen e Piccinini in banda e Sansonna.
Giornata da record, quindi, per Paola Egonu e la pallavolo femminile italiana. La ancora diciasettenne schiacciatrice del Club Italia, nella prima sfida del Volley Day di Busto Arsizio, ha infatti messo a segno in una sola gara, il 2-3 con il Bisonte Firenze, ben 46 punti, 42 in attacco, 2 ace, 2 muro. «Sono molto felice di quello che sto facendo in questo campionato, devo ringraziare la squadra che crea il clima giusto e mi sostiene in tutto quello che faccio. Sono però anche arrabbiata perché oggi avremmo potuto portare a casa i due punti. Dobbiamo imparare a gestire meglio i punti decisivi dei set».– ha affermato a fine gara la schiacciatrice padovana.pala

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, i risultati dei recuperi di ieri
  •   
  •  
  •  
  •