Volley: Il giocatore migliore è Luca Vettori

Pubblicato il autore: fabia

volley
Analizziamo la  dodicesima giornata della SuperLega 2016/2017, il massimo campionato italiano di volley maschile,  come si sono comportati i nostri connazionali ai nastri di partenza?

Il miglior italiano in campo: LUCA VETTORI che ha giocato divinamente mentre MATTEO PIANO è praticamente rimasto in panchina tutto il tempo (solo qualche scambio nel terzo set).Giornata molto positiva per Kevin Le Roux che ha affiancato Max Holt (stranamente spento, ma comunque titolarissimo).

Anche il libero SALVATORE ROSSINI, è stato il protagonista di una prova solida e senza errori con il 50% di ricezione perfetta, OSMANY JUANTORENA ha confezionato una partitamagnifica, una primizia di stagione con cui ha deliziato il pubblico dell’Eurosuole Forum.

ICivitanova batte Molfetta confermandosi al comando della classifica allungando su Trento grazie alla perfezione della Pantera: il 79% in attacco, senza errori e murate subite, parla da sé insieme ai 21 punti con cui è andato a referto.

Leggi anche:  Finale Coppa Italia volley femminile, dove vedere Conegliano-Milano in TV e streaming

Ricordiamo Sokolov, determinante con i suoi 6 aces (decisivi i tre consecutivi nel terzo set), ma non dimentichiamoci di Juantorena, il vero pilastro della Lube.

Ritorna più forte che mai il braccio di IVAN ZAYTSEV protagonista di una performance ad ampio raggio: 18 punti con il 58% in attacco, 5 aces (tre consecutivi in avvio di secondo set, a scaldare tutti gli appassionati) e una ricezione sostanzialmente pulita (anche se solo su 8 palloni). Nonostante ciò Zaytsev, non finisce in campo. Il Perugia si porta dietro  EMANUELE BIRARELLI, capitano della nostra Nazionale, che a Verona ha siglato 6 punti (63%) accanto a un indemoniato Marko Podrascanin mentre  SIMONE BUTI è rimasto in panchina, Andrea Bari e Federico Tosi si sono alternati nel ruolo di libero.

Un bel sorriso anche per FILIPPO LANZA e SIMONE GIANNELLI, i due pilastri di Trento

Grande rivelazione: DANIELE MAZZONE (11 punti, 2 muri, 2 aces) che continua a crescere. Il 70% di ricezione positiva con 0 errori all’arrivo sono i numeri che certificano la prestazione d’eccellenza del libero MASSIMO COLACI. Ancora il giovane GABRIELE NELLI opposto (11) ma nel corso dell’incontro è stato sostituito da Jan Stokr. Molto bravo GIULIO SABBI che merita un capitolo a sé: Molfetta perde ma lui segna comunque 22 punti (64% in attacco), mettendo in difficoltà la capolista. Il Molfetta si affida ai centrali Marco Vitelli (6 punti, 2 muri) e Alberto Polo (2) Riccardo Sbertoli è sempre palleggiatore titolare per Milano. Ricordiamo i 12 punti del centrale Gianluca Galassi (3 muri). Primi tre set da titolare anche per lo schiacciatore classe 1990 Federico Marretta (9 punti, 62%).Per quanto riguarda il Ravenna giornata spettacolare per Fabio Ricci che segna 14 punti, con 6 muri e il 75% in attacco. Il centrale classe 1994, però, non basta insieme al regista Luca Spirito: i giallorossi perdono 3-1 sul campo di Vibo Valentia. Latina sconfigge Milano a domicilio, abbandonando così l’ultimo posto in classifica. Senza Fox Fei, i ragazzi di Bagnoli si sono fatti trascinare dal capitano Gabriele Maruotti (18 punti, 48%) e da Andrea Rossi (11, 64% con 3 muri).

Leggi anche:  Finale Coppa Italia volley femminile, dove vedere Conegliano-Milano in TV e streaming

Sora vince sul Padova la quarta partita stagionale e ora intravede la qualificazione alla Coppa Italia grazie, merito soprattutto di Miskevich. L’icona Mattia Rosso non ha attaccato con precisione (38%) e si è fermato a 11 punti.

PalaValentia: Manuel Coscione sprona Peter Michalovic che trascina Vibo verso il successo su Ravenna, utile per qualificarsi agli ottavi di finale di Coppa Italia.

Piacenza  perde il derby con Modena. L’eterno Samuele Papi ha giocato da libero titolare, ma il 43enne ha commesso 4 errori e ha ricevuto con un deludente 21%. Al centro Luca Tencati (2) e Aimone Alletti (7).

 

  •   
  •  
  •  
  •