Volley Serie A1 Novara- Casalmaggiore: la maledizione del pallonetto

Pubblicato il autore: matteo platania Segui

Novara-Casalmaggiore-volley-diretta-finale-scudetto-2015
Nella serie A1 di Volley, il Novara cede il passo al Casalmaggiore. Questi i risultati dei set che hanno visto trionfare la squadra ospite: 20-25, 25-21, 17-25, 21-25.
Partita durata la bellezza di 2 ore e giocata davanti a 3500 spettatori al Pala Igor.
La Igor Gorgonzola Novara allenata da Fenoglio schiera Barun, Dijkema,Piccinini e Plak in banda, Bonifacio e Chirichella al centro e Sansonna libero.
Squadra ospite, allenata da Caprara,  risponde mettendo in campo Fabris opposta a Lloyd, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, Tirozzi e Bosetti in banda e Sirressi libero.
La sfida inizia ad armi pari: bel botta e risposta tra le due squadre. I primi palloni giocati servono alle ragazze per studiare le avversarie e cercare di metterle in difficoltà. La Bosetti trova la falla nel sistema di gioco delle avversarie: i pallonetti.
Igor Novara non riesce a difendere sui pallonetti delle rivali e Fenoglio è costretto, sul punteggio di 8-5 per il Casalmaggiore, a ricorrere al time out. Il break sembra esser servito alla squadra che inizia a rispondere alle offensive della squadra avversaria. E’ la Bonifacio a prendere le redini della partita ed accorciare lo svantaggio portando il team, ora,  a un solo di svantaggio sul risultato di 9-8.
L’ entusiasmo dura solo pochi attimi: dopo aver ceduto il passo alle avversarie, la squadra ospite rifila 4 punti consecutivi, e il tecnico del Novara è costretto a chiedere nuovamente il break.
Chirichella e Barun iniziano ad attaccare e a ridurre nuovamente lo svantaggi a un solo punto. Il risultato è 12-13 per la squadra ospite. Il ritmo della partita sembra non voler cambiare: la squadra ospite si porta in vantaggio di 4/5 punti; il tecnico del Novara chiede il break; la squadra si porta a un solo punto dalle avversarie e infine il Casalmaggiore si riporta in vantaggio.
Sembra di essere all’ interno di un ciclo: le vicende sono destinate a ripetersi.
Protagonista anche la Stevanovic che allunga lo stacco per 14-18.
Come un incontro di pugilato, il Casalmaggiore dopo aver atteso, sferra i colpi decisivi prima con la Barun e, infine a vincere il primo set, con il pallonetto di Tirozzi.
Primo set si chiude con il risultato di 20-25.
Nel secondo set la musica cambia: è il Novara a fare la partita. La squadra di Fenoglio porta a casa il set per 25-21, conducendo il match dall’ inizio e alla fine e non andando mai in svantaggio.
Il terzo set è il più entusiasmante: un testa a testa tra le squadre rivali, un duello tra Pietersen e Tirozzi.
Dopo il parziale di 5-5 e 9-9, la squadra ospite mette la quinta e sorpassa il team avversario per 11-13.
Fenoglio approfitta  della pausa per dare la carica ai suoi e cercare di recuperare la fuga avversaria, mentre Caprara chiede di continuare così. Soccombe il Novara dopo il diagonale velenoso di Tirozzi. Terzo set si conclude con il risultato di 17-25.
Il quarto set ha connotati epici. Squadra ospite inizia all’ insegna dell’ attacco il set, andando in vantaggio per 0-2, ma la gioia dura poco perchè il Novara riesce a pareggiare lo svantaggio portandosi sul risultato di 6-6.
Il Casalmaggiore, dopo aver ritrovato il vantaggio per 7-9 riesce a mantenerlo per tutta la durata, vincendo il set per 21-25 e vincendo la partita per 1-3

Leggi anche:  Superlega: derby lombardo all'Allianz Cloud tra Milano e Monza
  •   
  •  
  •  
  •