Coach Italia Volley femminile: si aspetta Mazzanti e si apre a Valentina Diouf

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
italia volley femminileOrmai si parla del successore di Bonitta sulla panchina dell’Italia Volley femminile fin da prima delle Olimpiadi di Rio ma a oggi, 1 dicembre, il futuro della nazionale azzurra appare sempre più incerto e il nome di Mazzanti non più tanto sicuro come lo era durante le qualificazioni agli europei. Eppure il presidente della FIPAV Carlo Magri aveva promesso una scelta celere sulla panchina azzurra che sarebbe dovuta avvenire concluso il girone di qualificazione europea, dove il coach ad interim Lucchi aveva lasciato le azzurre per dedicarsi nuovamente a Club Italia. Caos completo quindi è il tutto a soli 5 mesi dalle qualificazioni al prossimo mondiale, dove le pallavoliste italiane rischiano di arrivare impreparate.
Eppure, è il caso vivamente di dirlo, la federazione aveva puntato veramente in grande per il dopo Bonitta, cercando di portare sulla panchina azzurra la leggenda cinese Lang Ping, attuale coach della Cina campione olimpica. Si sarebbe trattato veramente di un grandissimo colpo poiché la Ping è indiscutibilmente un coach di grandissimo carisma nonché di grandissima esperienza, ma purtroppo l’allenatrice cinese ha declinato l’offerta preferendo rimanere alla guida delle sue ragazze, quelle stesse atlete che ha portato alla medaglia d’oro e che si vorranno confermare ai Mondiali. Con l’uscita di scena della Ping i riflettori sono così caduti nuovamente su Davide Mazzanti, attuale coach di Conegliano.

Italia Volley femminile: si attende l’annuncio di Mazzanti

Tutto quindi fa pensare alla nomina, a breve, di Davide Mazzanti, coach che ha vinto due campionati negli ultimi due anni, uno con il Casalmaggiore e l’altro l’anno scorso, con le pantere dell’Imoco Volley. Si tratta di un coach che oltre a essere carismatico e vincente, riesce a instaurare un ottimo rapporto con le proprie giocatrici, tanto da essere dipinto da tutte come uno dei coach ideali che si vorrebbero alla guida della propria squadra. Con una presentazione del genere Mazzanti potrebbe veramente essere l’uomo giusto per poter risollevare le sorti del volley femminile, uscito prematuramente alle Olimpiadi, e in piena crisi di identità per mancanza di veterane in squadra e per l’appunto di un coach credibile che sappia ricostruire uno squadra che nel 2014 ha fatto sognare milioni di italiani che si sono in questo modo riavvicinati a uno sport che purtroppo non gode di grandissimo successo in Italia nonostante offra un grande spettacolo e prestazioni spesso vincenti.

Leggi anche:  VNL 2021, termina il cammino dell'Italia pallavolo maschile, bilancio e classifica finale

L’attuale coach dell’Imoco potrebbe veramente far quadrare il cerchio, valorizzando e trasformando in campionesse le due giovanissime Orro e Egonu, che hanno un talento straordinario ma hanno bisogno di una valida guida, che sia in grado di canalizzare le energie delle ragazze per portale al successo.

Italia Volley femminile: si pensa a Valentina Diouf

Con il cambio del coach potrebbe riaprirsi lo spiraglio della nazionale anche per Valentina Diouf, eroina del 2014 scomparsa dai grandi riflettori dopo il deludentissimo anno a Modena e l’esclusione dal team olimpico. Per la Diouf, che quest’anno sta facendo vedere grandi cose al Busto Arsizio, potrebbe affacciarsi un’occasione d’oro per tornare ad altissimi livelli, quegli stessi livelli che merita una professionista seria che ha sempre combattuto per la maglia azzurra.

Leggi anche:  VNL 2021, termina il cammino dell'Italia pallavolo maschile, bilancio e classifica finale
  •   
  •  
  •  
  •