Davide Mazzanti nuovo allenatore della nazionale di pallavolo femminile

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

davide mazzantiMancava solo l’ufficialità, cosa che è avvenuta ieri sera quando Carlo Magni ha informato la stampa che Davide Mazzanti è l nuovo coach della nazionale di pallavolo femminile. Il Presidente Federale ha così tolto ogni dubbio sul successore di Cristiano Lucchi, dubbi maturati in virtù di lunghissime consultazioni che hanno coinvolto anche coach titolati che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio 2016 come Ze Roberto e Jenny Lang Ping, vincitrice con la Cina della medaglia d’oro.

La Fipav ha quindi finalmente scelto il nuovo Commissario Tecnico della Nazionale femminile di pallavolo, cioè Davide Mazzanti, attuale coach dell’Imoco Volley, società con la quale ha vinto il campionato di serie A1 lo scorso anno, il terzo della sua carriera dopo quelli centrati con Bergamo e con Casalmaggiore. Coach di primo rango quindi per una nazionale che aveva sfiorato il tetto del mondo ai Mondiali del 2014 ed è naufragata alle ultime Olimpiadi, dove ha mostrato una pessima tenuta di gioco complicata dal fatto dell’addio del coach Bonitta proprio a poche settimane dalla partenza per Rio.

Leggi anche:  Leo Shoes Casarano, Peluso a SuperNews: “Dopo lo scoglio Leverano, la consapevolezza di poter conquistare la promozione. Grande orgoglio aver fatto la storia di questa città”

Davide Mazzanti sta curando la parte economica

Una volta conclusa la scelta del nuovo coach rimane però aperta la faccenda economica, cosa che si dovrebbe risolvere prima di Natale e che comunque non pregiudicherà l’ormai scelta fatta. Per Mazzanti il guidare la nazionale risulta essere un vero e proprio sogno, in quanto dopo i successi in campo nazionale è bene consacrarsi come coach internazionale proprio con la nazionale, confrontandosi in primis con i Campionati Europei, e successivamente con i Mondiali e con le Olimpiadi, tre manifestazioni importantissime che lo chiameranno immediatamente in causa a cominciare dall’Europeo, prima tappa internazionale utile per cancellare la brutta prestazione olimpica.

Quasi certamente il nuovo coach punterà sulla Malinov per quanto riguarda la palleggiatrice titolare dell’Italia Volley, in quanto la giovanissima alzatrice milita nell’Imoco Volley, e quindi è ben conosciuta dal nuovo coach che l’ha voluta fortemente a Conegliano riconoscendo le sue doti sia come impostatrice di gioco che come addetta al muro, cosa in cui la Malinov ha dimostrato di essere più avvezza rispetto a quella che sarà sicuramente la sua compagna di ruolo in azzurro, ovvero la Orro, alzatrice abilissima ma ancora un po acerba, a causa sia della giovanissima età (18 anni), e sia dal fatto che milita ancora in Club Italia, formazione che ogni anno si toglie qualche soddisfazione ma che non lancia le sue pallavoliste ad altissimi livelli come possono fare l’Imoco, la Pomì o la UYBA.

Leggi anche:  VNL 2021, concluso il torneo per l'Italia pallavolo femminile: ecco com'è andata

Ci sarà un’apertura per Valentina Diouf nella squadra di Davide Mazzanti?

Quest’estate Valentina Diouf, leader della farfalle della UYBA Volley aveva dichiarato, spinta dalla delusione maturata a causa dall’esclusione olimpica all’ultimo minuto, di non voler più rientrare in nazionale finché sarebbe rimasto lo staff voluto da Bonitta, che vedeva proprio il coach ad interim Lucchi come traghettatore in attesa della nomina del nuovo coach. Con l’arrivo di Davide Mazzanti le cose potrebbero cambiare, sia per quanto riguarda la Diouf, sia per quanto riguarda il nuovo coach, essendo l’opposta della UYBA tra le migliori pallavoliste di questa prima parte del campionato di A1. La giovane Valentina ha infatti dimostrato nel Busto Arsizio di essere tornata quella del 2014, quando assieme alla Piccinini e alla Lo Bianchi ha fatto innamorare della pallavolo femminile tutta l’Italia.

  •   
  •  
  •  
  •