La Diatec Trentino riesce a ripartire in Superlega

Pubblicato il autore: andrea mancini Segui

15542441_1207504955964425_9112672405599658866_nIl PalaTrento si conferma un vero e proprio fortino per la Diatec Trentino, che confeziona la settima vittoria su sette sfide tra le mura amiche in questa SuperLega UnipolSai 2016/17. A farne le spese nell’anticipo del 15° turno è la Biosì Indexa Sora, che deve arrendersi 3-1 contro i trentini. Tre punti d’oro per Trento che tornava dalla brutta rimonta subita a Vibo Valentia che permettono il rilancio in vetta alla classifica in attesa delle gare di Modena (contro Milano) e Civitanova (contro Piacenza). Ad esclusione del finale del secondo set, che è forse l’unica sbavatura da parte dei ragazzi di Lorenzetti, la gara non è mai stata in discussione, e su tutti i fondamentali i padroni di casa sono risultati un gradino superiore rispetto ai laziali, soprattutto in attacco e al servizio, che nonostante i 25 errori ha portato comunque 10 punti diretti. Particolarmente in spolvero è apparso Giannelli che ha saputo far capitalizzare al meglio i suoi compagni del reparto offensivo, portandoli a terminare la gara con percentuali sopra al 50%. Nelli e Solè sono i più prolifici con 20 e 14 punti a testa, anche se alla fine il titolo di MVP viene conquistato da Urnaut, il che sottolinea come questa sera sia stata la squadra a fare la vittoria, senza affidarsi alle qualità dei singoli. Per Biosì continua un momento di difficoltà, dovuta anche ad un calendario non certo favorevole per una neopromossa, dopo la batosta subita nell’ultimo turno contro Modena. Certamente la prestazione non è completamente da buttare, soprattutto nel secondo set in cui i ragazzi di Bagnoli riescono a strappare il parziale, ma è stata evidente la differenza tecnica tra le due squadre. La ricezione trentina ha lavorato molto bene per tutta la durata della gara non lasciando a Sora la possibilità di arrivare a situazioni di break point che riportassero in carreggiata le varie fasi di gioco. Periodo sicuramente non facile dovuto anche al fatto che, tra l’altro, nella prossima giornata di campionato dovranno affrontare un’altra bestia nera della SuperLega, la Sir Safety Conad Perugia.

Leggi anche:  VNL 2021, concluso il torneo per l'Italia pallavolo femminile: ecco com'è andata

 

INTERVISTE

Sebastian Solé (Diatec Trentino) ai microfoni ha sottolineato la voglia di riscatto da parte della squadra e la soddisfazione per essere riusciti a centrare pienamente l’obiettivo. Ha voluto soffermarsi sulla buona prova di Sora che si conferma una buona squadra in questo campionato capace di offrire buon gioco anche con le grandi, nonostante sia una neopromossa.

Bruno Bagnoli (Biosì Indexa Sora) ha fatto i complimenti ai suoi ragazzi per i primi tre set in cui la squadra è riuscita a reggere un campo difficile. Ha analizzato correttamente un servizio poco efficace sia se effettuato con la potenza sia con il float. Alla lunga però fisicamente la squadra è calata e le tre sfide in 5 giorni hanno facilitato il lavoro agli avversari.

FORMAZIONI

DIATEC TRENTINO: Antonov 15, Mazzone D. 7, Giannelli 6, Urnaut 15, Solè 14, Nelli 20, Colaci (L); Lanza 1, Van der Voorde, Mazzone T., Burgsthaler, Blasi, Chiappa, Stokr. All: A . Lorenzetti

Leggi anche:  Leo Shoes Casarano, Peluso a SuperNews: “Dopo lo scoglio Leverano, la consapevolezza di poter conquistare la promozione. Grande orgoglio aver fatto la storia di questa città”

BIOSÌ INDEXA SORA: Kalinin 9, Mattei 5, Miskevich 12, Rosso 11, Sperandio 9, Seganov 2, Santucci (L); Marrazzo, Mauti, Corsetti, Tiozzo, Lucarelli. All.: B. Bagnoli

ARBITRI: Frapiccini di Ancona e Zucca di Trieste

SPETTATORI: 2.761

SET: Diatec Trentino – Biosì Indexa Sora 3-1 (25-17; 23-25; 25-19; 25-20)

Foto credit: pagina Facebook Trentino Volley Srl

  •   
  •  
  •  
  •