Volley, SuperLega Verona: Andrea Giani si dimette, squadra affidata al vice De Cecco

Pubblicato il autore: Mattia Emili Segui

 

volley superlega veronaVOLLEY, SUPERLEGA VERONA: ANDREA GIANI RASSEGNA LE DIMISSIONI, CALZEDONIA ALLA RICERCA DEL NUOVO COACH- La brutta sconfitta contro il Sora per 3 set a zero negli ottavi di finale di Coppa Italia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso nella testa di Andrea Giani, che al termine della gara ha rassegnato le sue dimissioni ufficiali. Il tecnico 46enne abbandona così la panchina della BluVolley Verona dopo tre anni e mezzo, caratterizzati da una vittoria della Challenge Cup e dalla crescita di molte giovani promesse. Ecco il comunicato della società: “Calzedonia esce dalla Dal Monte Coppa Italia Superlega per mano di Sora. Andrea Giani, dopo la partita, ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico di allenatore della BluVolley Verona. La società, riservandosi una valutazione a riguardo, affida momentaneamente la squadra al secondo allenatore Matteo De Cecco“. Giani invece ha salutato e ringraziato i tifosi e suoi ormai ex ragazzi in conferenza stampa, con poche parole: “Grazie a tutti, è stato un bel percorso“. La Calzedonia Verona non passa certamente un buon periodo, essendo reduce da 5 sconfitte consecutive in campionato, e quella con Sora doveve essere l’occasione per risollevarsi e poter proseguire il percorso in Coppa Italia. Ora gli scaligeri sono quinti in classifica della SuperLega a dieci lunghezze dalla capolista Civitanova: niente è ancora perduto ma a Verona è il momento di risollevare la testa.

Leggi anche:  Nazionali pallavolo: novità sulla panchina maschile con De Giorgi, conferma di Mazzanti su quella femminile

VOLLEY, SUPERLEGA, CALZEDONIA VERONA: PRONTO GBRIC A SUBENTRARE. I RSULTATI DELL’ERA GIANI- Alla guida della BluVolley Verona è atteso il nome del nuovo coach, che secondo voci insistenti potrebbe essere un altro mito della pallavolo come Nikola Grbic. Prima delle dimissioni di Andrea Giani, protagonista delgli anni d’oro della pallavolo italiana, era intervenuto anche il presidente della società giallobù Stefano Magrini, dopo la sonora sconfitta in Coppa Italia: “Avete visto tutti come ha giocato la squadra, contro Sora è stata una sconfitta pesante e per di più davanti al nostro pubblico. Non siamo mai stati in partita e dopo questa serata ci saranno sicuramente dei cambiamenti“.
Si chiude così un ciclo iniziato nella stagione 2013-2014, nella quale è arrivato un ottavo post in regular season. Sono arrivati poi i quarti di finale in tutte le competizioni in cui la Calzedonia Verona ha partecipato: play off scudetto, Coppa Italia e Challenge Cup. Nella seconda stagione Giani, attuale allenatore anche della nazionale slovena, ha migliorato i risultati dell’anno precedente in regular season, ottenendo un discreto quinto posto, ma venendo eliminato ai quarti come un anno prima nelle competizioni nazionali. Il salto di qualità è avvenuto nella terza stagione del coach napoletano sulla panchina degli scaligeri, quando arrivarono i risultati migliori: quarto posto in campionato (anche se la BluVolley si era dovuta ancora una volta arrendere ai quarti di finale nei play-off) ma soprattutto l’affermazione in campo internazionale con la vittoria della Challenge Cup.

Leggi anche:  Nazionali pallavolo: novità sulla panchina maschile con De Giorgi, conferma di Mazzanti su quella femminile

VOLLEY SUPERLEGA, CALZEDONIA VERONA: I PROSSIMI OBIETTIVI DI GRBIC- ll più che probabile futuro allenatore dei veneti, Nikola Grbic, avrà in eredità una squadra al quinto posto e già distaccata di 6 lunghezze dal quarto, occupato dalla Sir Safety Perugia. Il 43enne serbo allena in Italia dal 2014, quando guidò proprio i perugini; dal 2015 è il coach anche della proria Nazionale, incarico che tutt’ora mantiene.

  •   
  •  
  •  
  •