Coppa Italia superlega pallavolo maschile: è qui la coppa

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Il momento tanto atteso è arrivato: le final four della coppa Italia di superlega di pallavolo maschile sono prossime a cominciare e in questo weekend si assegnerà il primo trofeo del 2017. A Bologna ci saranno due giorni di fuoco tra semifinali sabato e finale domenica che terranno incollati i più fortunati al palazzetto(non tanti visto i posti limitati), e gli altri in televisione dove Rai Sport garantirà la copertura dell’evento. Ci sarà il meglio della pallavolo italiana impegnata all’Unipol Sai arena del capoluogo emiliano. Anche se un’assenza stride senza dubbio. Non ci sarà infatti la terza forza del campionato, ovvero la Sir Safety Perugia. Zaytsev e compagni infatti sono stati sconfitti ai quarti di finale in una partita incredibile dalla LPR Piacenza, capace di rimontare due set agli umbri e poi vincere il tie break sull’onda dell’entusiasmo. I ragazzi di Giuliani sono gli unici intrusi a questa fase finale della coppa Italia in quanto sono gli unici a non essere tra le prime quattro in campionato. Ma poco male perché Piacenza si è conquistato il diritto di essere qua a giocarsi il trofeo sul campo. Sembra scontato ripetersi, ma come sempre le maggiori speranze sono riposte in Hernandez e Hierrezuelo, rispettivamente opposto e palleggiatore: se i due ex Molfetta sono in forma e giocano sui loro livelli la LPR può divertirsi; in caso contrario partono da sfavoriti ovviamente. Anche perché di fronte in semifinale avranno la capolista Lube Banca Civitanova. La Lube ha approfittato di alcuni scontri diretti delle squadre alle sue spalle per guadagnare punti di vantaggio sulle concorrenti. Juantoreina e Sokolov sono in un buonissimo momento e mettono a terra aces e attacchi a ripetizione. E nell’ultima partita Blengini ha anche risparmiato l’italo cubano, così come Dragan Stankovic. Da non sottovalutare inoltre anche l’utilizzo, nella semifinale, dell’ex della gara Denis Kaliberda che a Piacenza ha giocato la stagione 2013-14(proprio la stagione in cui i piacentini andarono per l’ultima volta alle final four di coppa Italia, peraltro vincendola). Ma il favorito per il posto da martello a fianco di Juantoreina sembra essere il ritrovato Jiri Kovar. Dall’altra parte invece Samuele Papi a quasi 44 anni vorrebbe alzare la settima coppa Italia; sicuramente già sa come si fa. Nell’altra semifinale regna un totale equilibrio tra Modena e Trento. Le due squadre sono separate da un solo punto in campionato. Entrambe nell’ultimo turno hanno vinto: se la Diatec per 3-0 contro Bunge Ravenna, l’Azimut ha superato nell’incredibile e infinito big match della scorsa giornata di Superlega Perugia per 3-2. Proprio questa partita ha dato una grande carica di fiducia ai campioni in carica che vogliono difendere il titolo conquistato lo scorso anno. A trascinare gli uomini di Piazza ovviamente ci sarà Ervin Ngapeth, autentico giocoliere, ma anche Luca Vettori che, battuto nettamente la settimana scorsa Atanasievic nella gara tra opposti con ben 22 punti è risultato decisivo. Il giovane opposto italiano è maturo per certi tipi di partite e anche la frequenza con cui Orduna lo chiama in causa è emblematica della sua importanza nella squadra. Da un giovane azzurro a un altro, Simone Giannelli sarà al centro del gioco di Trento. Migliore nella scorsa giornata, vuole ripetersi anche ora nella coppa Italia di Superlega di pallavolo maschile. Lorenzetti ha il dubbio Lanza, non al meglio negli ultimi match, che potrebbe essere sostituito da Oleg Antonov. L’opposto sarà infine Stokr che dovrebbe vincere il ballottaggio con Nelli che però può essere molto utile anche a partita in corso

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente torna a disposizione Tiziana Veglia
  •   
  •  
  •  
  •