Del Monte Coppa Italia – Le partite di ieri

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui


Ieri all’Unipol Arena si è disputata la giornata di semifinali della Del Monte Coppa Italia, una giornata emozionante ed intensa di volley. I 7800 presenti al Palazzetto hanno assistito a due partite che si sono decise al tie-break.

Oggi invece si disputerà la finale di Coppa Italia serie A2 alle ore 14.00 tra la Emma Villas Siena e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, mentre alle 17.30 si disputerà l’attesissima Finale della Del Monte Coppa Italia: la Lube Civitanova sfiderà la Diatec Trentino. La prima partita sarà in diretta su Lega Volley Channel, mentre la seconda sarà in diretta su Rai Sport.

Nella giornata di ieri, la prima gara ha visto scontrarsi la Lube Civitanova di Coach Blengini contro la LPR Piacenza di coach Giuliani, la partita è durata ben 2 ore e 10 minuti e alla fine è proprio la squadra di Civitanova ad avere la meglio al tie-break. La seconda semifinale tra l’Azimut Modena e la Diatec Trentino è iniziata con mezz’ora di ritardo, ma è stata una semifinale intensissima giocata punto a punto: alla fine è la squadra di Lorenzetti ad accedere alla finale di oggi.

LE PARTITE DI IERI IN BREVE :

La prima semifinale ha visto scontrarsi la Lube Civitanova che sul filo di lana ha battuto la Lpr Piacenza. Entrambe le formazioni hanno dimostrato il loro grande livello tecnico, confermando così l’alta qualità del Campionato Italiano. Il primo set è andato alla Cucine Lube, che lo ha vinto “quasi” senza difficoltà ( il set si è concluso per 25-12 ), mentre nel secondo parziale si vede in campo una nuova Lpr, la squadra trascinata da Hernandez è riuscita a raggiungere sul 23-23 la Lube ed è andata a vincere il secondo set per 25-23.

Il terzo parziale sembrava una fotocopia del primo, ancora una volta la LPR sembrava essere rimasta in panchina e la Lube senza problemi ha chiuso i conti con il punteggio di 25-15. Nel quarto set la squadra di Blengini era nuovamente in vantaggio, ma qualche errore di troppo ha permesso a Piacenza di raggiungere la Lube, grazie ad un ottimo Hernandez ( 31 punti per lui alla fine della partita) e di vincere ai vantaggi il quarto set. Il tie-break è stato intensissimo, la Lpr si è portata subito avanti per 6-3, ma la Lube rimonta con un grande break di 4-0 e si porta avanti di un punto 7-6. Al cambio campo è Christenson a portare nuovamente avanti i marchigiani e con un mani Out di Kovar la Lube si porta sul 14-12. L’errore di Hierrezuelo al servizio chiude la prima semifinale, con la Lube che è la prima Finalista.

La seconda semifinale tra l’Azimut Modena e la Diatec Trentino non è certo stata meno emozionante ed intensa. Questa è stata una delle partite più equilibrate negli ultimi anni della storia del volley, ben quattro set su 5 sono stati decisi con il minimo scarto. Il clima all’Unipol Arena era unico, da una parte i numerossisimi tifosi di Modena, che non hanno smesso un secondo di cantare e fare il tifo per la propria squadra e dall’altra i tifosi di Trento.

Coach Piazza ha dovuto rinunciare a Maxwell Holt, per problemi alla schiena, ma è stato sostituito dall’ottimo Matteo Piano. Il primo parziale è giocato punto a punto, Ngapeth si dimostra in formissima e mette giù 9 palloni su 15, Trento dalla sua invece sbaglia qualche pallone di troppo in battuta alla fine è Modena a spuntarla con un vantaggio minimo : 28-26.

Il secondo parziale vede la Diatec Trentino andare in vantaggio, farsi nuovamente recuperare da Modena, ma alla fine grazie al Capitano Lanza riesce a vincere il secondo parziale ( giocato nuovamente ai vantaggi 30-28 il finale). Il terzo parziale vede Modena dilagare nei primi punti, 10-2 ma questo distacco viene subito ricolmato dalla Diatec. Alla fine sembrava un altro set destinato ai vantaggi ma Modena riesce a chiudere sul 25-22 con un grande muro di Ngapeth su Stokr. Il quarto e quinto parziale vedono un giocatore che si distingue rispetto agli altri : Simone Giannelli, mura, in regia non sbaglia un’alzata e soprattutto colpisce gli avversari con il suo ottimo servizio. Anche il quarto parziale a favore di Trento finisce ai vantaggi 28-30.

Il tie-break vede Modena che al cambio campo è avanti di due lunghezze, ma un’errore di Vettori in battuta permette a Trento di riavvicinarsi e l’errore in pipe di Ngapeth costa caro. Il 15 punto per Trento è un errore di Petric in attacco, diagonale out. Trento diventa la seconda finalista della Del Monte Coppa Italia.

  •   
  •  
  •  
  •