Superlega pallavolo : Trento vince e si conferma al secondo posto

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui


Nella 21^ giornata di Regular season di Superlega vi abbiamo raccontato in diretta dal PalaYamamay la sfida tra la Revivre Milano e la Diatec Trentino.
Il PalaYamamay era soldout, circa 3.600 tifosi si sono presentati a Busto Arsizio per tifare Milano, ma soprattutto per vedere giocare Simone Giannelli ( che ha numerosi fan in Lombardia) e compagni.
La partita non era sicuramente da sottovalutare anche perché la squadra di Angelo Lorenzetti arrivava da una settimana impegnativa, in 7 giorni ha disputato 4 gare e tutte in trasferta, prima le Final Four a Bologna, poi mercoledì sono partiti per la Finlandia dove hanno disputato la gara d’andata degli ottavi di Coppa CEV ed infine sono arrivati a Milano. I giocatori potevano essere stanchi e affaticati.
La squadra di coach Monti invece arrivava da una settimana di pausa, dovuta alle finali di Coppa Italia, nella quale ha disputato un allenamento congiunto con il Gi Group Monza,  la squadra di Milano nel test match ha perso per 3 a 1.

Trento ha gestito molto bene la partita, senza mai rischiare, complice anche una Revivre che commette troppi errori in attacco ma soprattutto nel fondamentale del servizio.
Ora con la sconfitta di Perugia si ritrova da sola al secondo posto con un distacco di 3 punti dalla terza in classifica.

Leggi anche:  Superlega: Milano a Trento per i quarti di finale di Coppa Italia

Per chi non avesse seguito la partita ecco qui un piccolo resoconto del match :

La Revivre Milano schiera nel suo sestetto iniziale Sbertoli in regia, Adamajtis come opposto, Marretta e Skrimov in banda, De Togni e Galassi come centrali ed infine Cortina libero.  La Diatec Trentino invece parte con il solito starting six : Giannelli regista, Stokr come opposto, Lanza ed Urnaut schiacciatori, centrali Solè e Mazzone D. e Colaci libero, l’unico cambio è proprio Mazzone che parte titolare al posto di Simon Van De Voorde.
Milano fin da subito sembra voler imporre il proprio gioco e forza il servizio riuscendo a guadagnare qualche punto e a staccarsi da Trento, ma la squadra di Lorenzetti con tranquillità riprende in mano la situazione e ribalta il punteggio grazie a delle ottime battute di Lanza e Giannelli (12-8). Il finale di set non vede grandi difficoltà per Trento, la Revivre commette troppi errori e non riesce a contenere l’attacco di Stokr che chiude il set per 25-19.
Il secondo parziale vede la Revivre entrare in campo pronta per provare a rubare un set alla Diatec, Adamajtis porta in vantaggio i suoi compagni sul 9-7 ma gli errori consecutivi di Skrimov permettono a Trento di riacciuffare i milanesi e riportarsi in vantaggio. Il secondo set finisce velocemente, con lo stesso punteggio del primo parziale 25-19.
Il terzo set vede Giannelli ispirato, distribuisce molto bene il gioco e permette ai suoi di attaccare senza difficoltà, il fondamentale  che fa ancora una volta la differenza in questo set è il servizio, nel finale Lorenzetti dà spazio a Burghstaler, Nelli, Chiappa e Blasi. Il set si chiude con il punteggio di 25-17 ed in un’ora e tredici si chiude il match.

Leggi anche:  Sir Safety Conad Perugia, domani con Ravenna a caccia di un posto in F4 di Coppa Italia

La gara non è stata particolarmente emozionante, brava sicuramente Trento a non perdere la concentrazione e a giocare sempre al massimo. Premiato come MVP del Match Filippo Lanza con 13 punti.

Le dichiarazioni dei protagonisti a fine gara
Lanza (MVP) ha parlato ai microfoni dall’ufficio stampa di Milano: “Dopo la Coppa Italia e la trasferta in Finlandia che ci hanno tolto tante energie, siamo venuti qui a Milano e abbiamo un’ottima partita. Abbiamo giocato con la testa, sfruttando i punti deboli di Milano e approfittando delle occasioni che ci hanno concesso per chiudere il match a nostro favore. Un bel risultato in vista del nostro prossimo impegno casalingo in cui incontreremo Verona. ”
Anche Giorgio De Togni (Revivre Milano) ha rilasciato qualche dichiarazione : “Ci aspettavamo una Diatec più stanca, ma così non è stato. Hanno dimostrato fin dai primi punti di voler chiudere la gara in fretta giocando una pallavolo di altissimo livello, soprattutto per la velocità di palla con la quale Giannelli distribuisce i palloni ai suoi compagni. Oggi volevamo continuare a percorrere quella strada che avevamo intrapreso con Piacenza e e Verona, ma ci siamo riusciti solo parzialmente. Ora
arrivano le gare più importanti per noi, che non dobbiamo assolutamente sbagliare. Voglio ringraziare il pubblico stasera, è stato spettacolare: con questo calore è veramente bello giocare”.

  •   
  •  
  •  
  •